Torna all'elenco

Emilia Food presenta: Hola Sevilla

24 Ottobre 2016

Da dove nasce "Hola Sevilla"

Siviglia è una città a fortissima vocazione turistica che durante tutto l’anno viene visitata da persone che provengono da tutto il mondo: nel 2014, ultimo dato disponibile, i turisti sono stati 2.087.701, per oltre 4 milioni di pernottamenti. In città ci sono oltre 100 ristoranti italiani (molti dei quali a guida effettivamente italiana), oltre a questo vi sono diversi alberghi prestigiosi che hanno direttori italiani.

In più, naturalmente, non mancano distributori di prodotti alimentari e catene di supermercati che trattano anche materia prima che viene dal nostro Paese.

L'Italia è vista come una grande eccellenza sotto il profilo agroalimentare e i prodotti emiliani (dal Lambrusco al Parmigiano Reggiano, dall’Aceto Balsamico ai salumi, solo per fare qualche esempio) sono conosciuti e apprezzati, pur se non semplici da reperire e non sempre presenti, con una qualità adeguata, nei ristoranti, anche in quelli realmente italiani.

La missione

L'idea è quindi di proporre una missione a Siviglia ad alcune imprese selezionate del food emiliano, con il supporto di Confartigianato e di Confcooperative, con un progetto finanziato in parte dalla Regione Emilia-Romagna.
corso della missione queste imprese incontreranno un numero congruo di potenziali clienti (indicativamente almeno 15 tra ristoratori, albergatori, catene di supermercati e distributori) con B2B mirati, grazie al supporto fondamentale del Consolato italiano e della Camera di Commercio Italiana in Spagna.

 

 

 

Incontri B2B per le aziende italiane

I B2B previsti sono almeno 15 per ciascuna azienda italiana, che incontrerà le aziende spagnole più adatte al proprio business tra quelle selezionate nell'ambito del progetto.
a questi la missione a Siviglia sarà presentata con una cena per i clienti, presso la sede del Consolato Italiano (in calle Fabiola, nel centralissimo quartiere di Santa Cruz). La sede del Consolato, oltre a essere molto prestigiosa e a godere di uno splendido patio tipicamente andaluso, dispone di una cucina adatta per le preparazioni.
questo modo le aziende italiane presenti alla missione potranno far conoscere i prodotti e farli assaggiare ai potenziali clienti spagnoli, facendo così emergere le caratteristiche peculiari e la qualità delle materie prime che si intende proporre a quel mercato.

In quella occasione sarà invitata, oltre a una selezione di ristoratori, albergatori e distributori, anche imprenditori e figure istituzionali del panorama cittadino. Una selezione mirata, non troppo numerosa (coinvolgendo tra 15 e 25 imprese locali, oltre a istituzioni e decisori andalusi), che possa parlare e far parlare. Naturalmente l'evento verrà ripreso adeguatamente anche dai media andalusi, tramite un supporto alla comunicazione che possa veicolare e incuriosire altri potenziali clienti.

Come tempi di permanenza in città, la proposta è di partire lunedì 24 ottobre al mattino da Bologna in aereo e di tornare nella mattinata di giovedì 27 ottobre. Il pomeriggio di lunedì 24 è dedicato alla sistemazione e a una prima visita per capire come sono collocati e venduti i prodotti; martedì 25 è la giornata dedicata ai B2B presso la sede del Consolato e alla cena di presentazione al Consolato Italiano; mercoledì 27 è un giorno dedicato alla visita di alcuni potenziali clienti già incontrati o che non avessero potuto partecipare alla presentazione, mentre una mezza giornata sarà dedicata ad alcuni appuntamenti fuori Siviglia, a Jerez de la Frontera, per altri B2B.

Le date

La missione si svolgerà da lunedì 24 a giovedì 27 ottobre, con partenza alla mattina del 24 e rientro a Bologna alle 13 circa del 27.

I costi

La missione costa a ciascuna impresa aderente 1.500€
Saranno da aggiungere i costi di viaggio, vitto e alloggio.

Informazioni

Matteo Bautti – Ufficio Mercati Esteri Lapam – 059 893 111 – matteo.bautti@lapam.eu

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    News correlate

    Share This