Torna all'elenco

Incontro sul tema: Rifiuti speciali in azienda e nuova classificazione dei rifiuti pericolosi

16 Dicembre 2015

RIFIUTI SPECIALI IN AZIENDA

NUOVA CLASSIFICAZIONE DEI RIFIUTI PERICOLOSI – CORRETTA GESTIONE DEI REGISTRI DI CARICO E SCARICO

16 dicembre ore 19.00 presso sede centrale lapam

INTRODUZIONE

​Davide Simoncini, Responsabile Ufficio ambiente Lapam

INTERVENTI

Paolo Bortolamasi di AS-AC
Cingi di AS-AC

​L’​’iniziativa è rivolta a tutte le aziende che producono rifiuti speciali​, ad esempio dei settori: ​meccanica, ​​autoriparazione,​ ​grafica e stampa, ​chimica e plastica​​.

​informazioni: Davide Simoncini, Tel: 059 893 111 – e-mail

Per la partecipazione è gradita la compilazione del Modulo di Registrazione OnLine


Dal 1° giugno si applicano le nuove norme comunitarie sulla classificazione dei rifiuti, che cambiano il modo di attribuire le caratteristiche di pericolosità e il corrispondente codice europeo (Cer). 

Il regolamento (Ue) 1357/2014 e la decisione 955/2014/Ce sono entrati in vigore negli Stati membri senza necessità di norme nazionali di recepimento.
regolamento (Ue) 1357/2014, nel dettaglio, contiene le nuove indicazioni europee per attribuire le caratteristiche di pericolo ai rifiuti. Inoltre, sostituisce le precedenti caratteristiche da H1 a H15 con le nuove da HP1 a HP15, acronimo che sta per «Hazardous Properties».

La decisione 955/2014/Ce, invece, modifica l’elenco europeo dei rifiuti, introduce alcuni nuovi codici (si passa da 839 a 842) e modifica numerose definizioni.
le aziende la fase di identificazione del rifiuto, comprensiva sia della classificazione che della caratterizzazione, diventa fondamentale in quanto è l’elemento basilare dell’intero ciclo di gestione del rifiuto, dal confezionamento ed etichettatura fino alla scelta dell’impianto di recupero o smaltimento al quale il rifiuto verrà indirizzato.

Con riferimento a questa fase, la normativa in materia di rifiuti individua il produttore come unico responsabile dell’attribuzione del codice CER e delle classi di pericolo.
nuova classificazione impatta anche sulla tenuta dei registri di carico e scarico che sono i documenti di tipo formale che devono contenere tutte le informazioni relative alle caratteristiche qualitative e quantitative dei rifiuti prodotti, trasportati, recuperati, smaltiti e oggetto di intermediazioni.

Per le aziende produttrici di rifiuti speciali diventa necessario rivedere, anche in virtù di tali novità, i principali adempimenti in materia.

Allegati

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    News correlate

    Share This