Torna all'elenco

Nuovo Regolamento Europeo Privacy: protezione dei dati e rischi in un evento Lapam

26 Marzo 2018

Privacy e sicurezza informatica, dei dati personali in primis. Difficile pensare a un argomento più attuale di questo Il nuovo Regolamento della Privacy che costituisce il pacchetto di protezione dei dati personali, ridefinisce la disciplina europea in materia. Persegue cioè l’obiettivo di superare la frammentazione derivante dell’applicazione della protezione dei dati personali nei territori dell’Unione Europea.

Per comprendere le principali novità e non farsi cogliere impreparati Lapam Confartigianato organizza un evento gratuito martedì 27 marzo ore 18.30 presso il Best Western Classic Hotel, in via Pasteur, 121C a Reggio Emilia.

Interverranno Davide Simoncini, responsabile Affari Generali e Privacy Lapam; Umberto Vescovini, amministratore delegato InfoLog SPA software house con 25 anni di esperienza; gli avvocati Mirco Mazzoli e Giovanni Maestri dello studio Legale Mazzoli&Maestri Technology and Privacy Law.

Ecco alcune delle principali novità che entreranno in vigore con il nuovo regolamento europeo Privacy, il prossimo 25 maggio 2018.

– Il Nuovo regolamento europeo prevede il principio dell’accountability (responsabilità verificabile), secondo cui tutti i soggetti che partecipano al trattamento dati devono essere consci e responsabili e devono tenere traccia e relativa documentazione di tutti i trattamenti effettuati.

– Il nuovo regolamento europeo prevede che l’informativa sia leggibile, comunicativa, accessibile, concisa e scritta con linguaggio chiaro e semplice con un numero limitato di riferimenti normativi. Il consenso deve essere libero, specifico, informato e inequivocabile ed è valido se la volontà è espressa in modo non equivoco.

– Ogni titolare del trattamento o ogni responsabile devono tenere un registro delle attività di trattamento: l’obbligo è previsto solo per le aziende con più di 250 dipendenti o che trattano dati rischiosi, ma il garante della Privacy italiano consiglia la tenuta di tale registro a tutte le imprese.

È necessario istituire (per tutti gli enti pubblici e per aziende il cui core business coinvolga trattamenti di natura rischiosa) un responsabile per la protezione dei dati.

Nel caso di violazione del trattamento dati bisogna effettuare una segnalazione al Garante entro 72 ore dall’evento e, nel più breve tempo possibile, bisogna informare anche i diretti interessati. Il mancato rispetto di quest’obbligo comporta sanzioni penali.

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate

    Share This