• Nuove modalità per la formazione alimentaristi
    pane panificatori farina alimentazione salute sale forni fornaio focaccia

    L’Ausl di Modena , per quanto concerne la formazione degli alimentaristi, informa che sono variate le modalità di accesso ai corsi organizzati dall'AUSL ed in particolare, le prenotazioni, a partire da aprile, avverranno nei seguenti modi:

     - online tramite CupWeb

    - previa registrazione o con le credenziali di accesso del Fascicolo Sanitario Elettronico;

     - tramite l’App ER Salute;- telefonando al numero 059 2025200 il lunedì e il giovedì dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30.

    Per disdire una prenotazione si possono utilizzare gli stessi canali digitali (CupWeb e App ER Salute) o si può telefonare al numero verde 800 239123 (accessibile 24 ore su 24): alla risposta, si devono digitare il codice di disdetta e il codice di controllo indicati sul modulo di prenotazione.

    LA DELIBERA DI GIUNTA REGIONALE

    E' stata inoltre pubblicata la Delibera della Giunta Regionale 311/2019, che fissa nuove disposizioni in merito ai corsi alimentaristi che entreranno in vigore in maniera definitiva dal 19 settembre 2019. 

    LE PRINCIPALI NOVITA'

    - La durata dell'attestato per gli alimentaristi ricompresi nel Livello 1 passa da 4 a 5 anni;

    - Al Dipartimento di Sanità Pubblica (DSP) rimane l'onere (pur non in esclusiva) di organizzare corsi di Formazione (cioè per coloro non in possesso di attestato);

    - I corsi di Aggiornamento sono totalmente delegati alle associazioni di categoria, enti formativi, singoli OSA attraverso esperti qualificati.

    - Per un periodo transitorio di 6 mesi (fino al 19 settembre) il Dipartimento di Sanità Pubblica continuerà ad organizzare anche corsi di aggiornamento;

    - La partecipazione ai corsi organizzati dal Dipartimento Sanità Pubblica sarà soggetta a tariffa prevista nel nuovo tariffario.

    Si ricorda che la normativa prevede che gli operatori del settore alimentare (OSA) o i responsabili dei piani di autocontrollo devono possedere una idonea formazione in materia di igiene alimentare e sono obbligati ad assicurare la formazione degli addetti alla manipolazione degli alimenti tramite lo svolgimento di appositi corsi.

    La formazione deve essere connessa alla tipologia di mansione svolta e appropriata in relazione alla tipologia di impresa alimentare, deve prevedere un aggiornamento periodico e deve essere documentata attraverso il possesso dell’attestato formativo conforme al modello regionale.

    CLASSIFICAZIONE

    CLASSIFICAZIONE DELLE MANSIONI A RISCHIO AI FINI DELL’INDIVIDUAZIONE DEL PERSONALE TENUTO ALLA FREQUENZA DEI CORSI DI FORMAZIONE E DURATA DI VALIDITÀ DEGLI STESSI

    A) Livello 2 con validità dell’attestato di formazione di tre anni

    Cuochi (ristorazione collettiva, scolastica, aziendale, centri di produzione pasti, ristoranti e affini, rosticcerie);
    Pasticceri;
    Gelatai (produzione);
    Addetti alle gastronomie (produzione e vendita);
    Addetti alla produzione di pasta fresca;
    Addetti alla lavorazione del latte e dei formaggi, esclusi addetti alla stagionatura e mungitori;
    Addetti alla macellazione, sezionamento, lavorazione, trasformazione e vendita (con
    laboratorio cibi pronti) delle carni, del pesce e dei molluschi;
    Addetti alla produzione di ovoprodotti (escluso imballaggio).

    B) Livello 1 con validità dell’attestato di formazione di cinque anni

    Baristi (ad esclusione della sola somministrazione di bevande);
    Fornai e addetti alla produzione di pizze, piadine e analoghi;
    Addetti alla vendita di alimenti sfusi e deperibili, esclusi gli ortofrutticoli;
    Addetti alla lavorazione di ortofrutticoli quarta gamma;
    Personale addetto alla somministrazione/porzionamento dei pasti nelle strutture scolastiche e socio-assistenziali.

    C) Livello 0 con esclusione dell’obbligo di formazione

    Baristi (sola somministrazione bevande);
    Camerieri;
    Lavapiatti;
    Addetti all'industria conserviera;
    Addetti alla produzione delle paste alimentari secche;
    Trasportatori/magazzinieri;
    Addetti alla lavorazione e vendita prodotti ortofrutticoli, spezie, prodotti erboristici;
    Addetti alla produzione e lavorazione del vino e delle bevande;
    Addetti ai distributori automatici di alimenti e bevande;
    Tabaccai e farmacisti;
    Promoter;
    Addetti alle pulizie in strutture alberghiere e collettive;
    Personale sanitario o di assistenza in strutture sanitarie;
    Personale docente nelle strutture scolastiche;
    Addetti alle produzioni alimentari a rischio microbiologico nullo o con ciclo tecnologico che garantisce basso o nullo apporto microbico sul prodotto finale (torrefazione caffè, tostatura frutta secca, oleifici, produzione miele, produzione caramelle e affini, lavorazione e confezionamento funghi freschi e secchi, etc.);
    Addetti all’imballaggio delle uova;
    Addetti ad altre lavorazioni non comprese nei gruppi A) e B).

    L'OBBLIGO DI POSSESSO DELL'ATTESTATO

    Gli addetti alle mansioni elencate nei livelli 1 e 2 sono tenuti al possesso dell’attestato di formazione ottenuto secondo le modalità indicate nel presente provvedimento al termine di specifico corso di formazione; gli addetti alle mansioni elencate nel livello 0 sono esclusi da tale obbligo.
    Gli addetti alle sagre e feste popolari in cui si effettua preparazione e somministrazione in loco di alimenti sono esclusi dall’obbligo dell’attestato di formazione in funzione dell’occasionalità e temporaneità dell’evento, ad eccezione di un responsabile appositamente identificato per ogni Associazione, Ente o organizzazione cui spetta una attività di supervisione volta ad identificare e correggere atteggiamenti e modalità igienicamente scorretti del personale impiegato. 

    Il responsabile deve essere in possesso dell’attestato di formazione o rientrare in uno dei casi di esclusione previsti e deve garantire che il personale occasionalmente coinvolto in attività rientranti nel campo di applicazione del presente provvedimento sia adeguatamente istruito circa le buone prassi igieniche da adottare.


Download formato testo:
Allegati:

    Notizie correlate


    • Un milione di euro dalla CCIAA di Modena per le imprese che puntano su "Industria 4.0"
      Un milione di euro dalla CCIAA di Modena per le imprese che puntano su "Industria 4.0"
      Come funziona e chi può fare richiesta dei voucher a sostegno dell'innovazione digitale e tecnologica  Notizia Completa
    • Sondaggio: Economia Circolare ...siete pronti al cambiamento?
      Sondaggio: Economia Circolare ...siete pronti al cambiamento?
      Compila il nostro sondaggio sull'Economia Circolare e sull'impatto che ha sulla tua impresa.  Notizia Completa
    • MadeinER: incontri B2B con operatori tedeschi del settore agroalimentare
      MadeinER: incontri B2B con operatori tedeschi del settore agroalimentare
      Un progetto di Unioncamere e Regione Emilia Romagna in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana per la Germania  Notizia Completa