• Quasi tremila imprese artigiane interessate al turismo
    arte territorio turismo sassuolo unesco storia

    L’artigianato interessato dalla domanda turistica

    QUI MODENA

    Alla fine del I trimestre 2019 le imprese artigiane in provincia di Modena operanti in attività economica a vocazione turistica sono 2.919, pari al 14,3% dell'artigianato totale (percentuale maggiore rispetto a quella regionale, con il 13,9%). Lo rileva una ricerca dell’Ufficio Studi Lapam che evidenzia come il comparto più rilevante del settore sia quello dell’Abbigliamento e calzature con il 39,9% del totale, mentre l’Agroalimentare ‘pesa’ il 16,2% del totale, ristoranti e pizzerie sono al 14,9%. Altre attività manifatturiere e dei servizi valgono il 13,3% del totale (il comparto comprende importanti attività dell'artigianato nella fotografia, cornici, gioielleria e bigiotteria, ceramica e vetro, lavorazione artistiche del marmo, del ferro, del rame e dei metalli, cure per animali domestici, centri benessere e palestre). L’indagine rileva come seguano i Trasporti col 9%, Bar, caffè e pasticcerie con il 6,2% delle imprese artigiane potenzialmente interessato da attività turistiche e infine Attività ricreative, culturali e di intrattenimento con lo 0,5%.

    QUI REGGIO EMILIA

    Alla fine del I trimestre 2019 le imprese artigiane in provincia di Reggio Emilia operanti in attività economica a vocazione turistica sono 2.100, pari all’11,4% dell'artigianato totale. Il comparto più rilevante del settore anche in questo caso è quello dell’Abbigliamento e calzature con il 36,9% del totale, mentre ristoranti e pizzerie valgono il 17% e l’Agroalimentare ‘pesa’ il 15,3% del totale. Altre attività manifatturiere e dei servizi sono al 15,2% del totale. Seguono bar, caffè e pasticcerie con l’8,9% delle imprese artigiane potenzialmente interessate da attività turistiche, i Trasporti al 6,1% e le Attività ricreative, culturali e di intrattenimento con lo 0,5%.

    Trend del turismo

    Secondo l’analisi dei dati Istat, elaborata dall’Ufficio Studi Lapam, nel 2018 Modena e provincia contano 1.618.416 presenze turistiche con una media di 2,4 notti per turista, all’interno di una regione come l’Emilia-Romagna ad altissima vocazione turistica con 40.647.799 presenze, valore superiore del 1,4% rispetto alle 40.095.054 presenze registrate nel 2017. Nel confronto con le altre regioni la nostra è quarta per numero di presenze totali (italiani + stranieri) e prima per presenze di turisti italiani, mentre si posiziona al sesto posto per le sole presenze di stranieri (10.836.813 presenze). A Reggio Emilia e provincia si contano 845.809 presenze turistiche, con una media di 2,2 notti per turista,.

    Tornando a Modena, Lapam rileva come la variazione sia molto positiva: tra il 2017 e il 2018 le presenze sono aumentate del 5,5% (la crescita percentuale più alta in regione), con il 28,6% di stranieri che sono cresciuti del 3,4%, seconda crescita percentuale regionale dietro Parma. Il Comune che ha ospitato più turisti è il capoluogo con 571mila presenze nel 2018, seguito da Maranello e Formigine (rispettivamente 154mila e 152mila). Più staccati Sestola (78mila), Carpi (a quota 71mila), Campogalliano (64mila), Sassuolo (con 61mila presenze), Castelvetro (53mila), Fiorano (35mila) e al decimo posto Fanano con 30mila presenze.

    Da dove provengono gli stranieri che visitano le nostre città? Dalla Germania (57mila presenze) a seguire francesi (40mila), statunitensi (31mila) mentre al quarto posto c’è il Regno Unito con 27mila presenze. Più staccati gli spagnoli (23mila), i rumeni (22mila), gli svizzeri (18mila), poi olandesi con 15mila, cinesi con 13mila e Belgi, al decimo posto con 12mila turisti.

    Per quanto riguarda Reggio Emilia si rileva una variazione positiva: tra il 2017 e il 2018 le presenze sono aumentate del 4,5%, con il 29% di stranieri che sono cresciuti pure del 4,5%.

    Anche in questo caso il comune che ha ospitato più turisti è il capoluogo con 368mila presenze nel 2018, seguito da Ventasso, Rubiera e Correggio (rispettivamente 86mila, 51mila e 50mila). Più staccati Scandiano e Bagnolo in Piano (entrambi a quota 23mila), Montecchio e Brescello (appaiati a 22mila), Casalgrande (19mila) e al decimo posto Castelnovo ne’ Monti con 18mila presenze.

    Anche a Reggio Emilia il maggior numero di turisti arriva dalla Germania (30mila presenze), seguita da Cina (20mila), Francia (18mila) mentre al quarto posto ci sono gli Stati Uniti con 14mila presenze. Più staccati britannici (10mila), svizzeri, rumeni e polacchi (tutti a 9mila), olandesi e spagnoli con 8mila turisti.


Download formato testo:
Allegati:

    Notizie correlate


    • Appennino Ways
      Appennino Ways
      Dalla natura all'economia, dal prodotto al turismo, i tanti modi di essere montagna.  Notizia Completa
    • "Il Calcio come scuola di vita" - a Fanano un dialogo con i protagonisti di casa nostra
      "Il Calcio come scuola di vita" - a Fanano un dialogo con i protagonisti di casa nostra
      Aneddoti, gioie e dolori dello sport più seguito in Italia raccontati dai protagonisti di casa nostra. Un evento a Fanano aperto a tutti, in occasione del 60 anniversario Lapam  Notizia Completa
    • Premio per il miglior progetto sul turismo a Modena
      Premio per il miglior progetto sul turismo a Modena
      Il Comune, in collaborazione con il Laboratorio Aperto di Modena (Ex centrale AEM), ha lanciato il premio WELCOME TO MODENA 2029, il percorso di selezione e premiazione di idee sul futuro del turismo in città.  Notizia Completa