• Coronavirus: I moduli per richiedere la moratoria al proprio istituto di credito
    banca affari finanza business marketing impresa

    Il decreto legge n°18, cosiddetto “Cura Italia” (leggi qui), ha previsto all’articolo 56 la possibilità, per le imprese di avvalersi, previa comunicazione ai rispettivi istituti di credito, delle seguenti misure:

    a) per le aperture di credito a revoca e per i prestiti accordati a fronte di anticipi su crediti esistenti alla data del 29 febbraio 2020, o se superiori a quella di pubblicazione del decreto, gli importi pattuiti sia per la parte utilizzata sia per quella non ancora utilizzata, non possono essere revocati in tutto o in parte fino al 30 settembre 2020.

    b) per i prestiti non rateali con scadenza contrattuale prima del 30 settembre 2020, i contratti sono prorogati unitamente ai rispettivi elementi accessori e senza alcuna formalità, fino al 30 settembre 2020 alle medesime condizioni;

    c) per i mutui e gli altri finanziamenti a rimborso rateale, anche perfezionati tramite il rilascio di cambiali agrarie, il pagamento delle rate o dei canoni di leasing in scadenza prima del 30 settembre 2020 è sospeso sino al 30 settembre 2020 e il piano di rimborso delle rate o dei canoni oggetto di sospensione è dilazionato, unitamente agli elementi accessori e senza alcuna formalità, secondo modalità che assicurino l’assenza di nuovi o maggiori oneri per entrambe le parti; è facoltà delle imprese richiedere di sospendere soltanto i rimborsi in conto capitale.

    Come detto le richieste devono essere corredate dalla presentazione di un’autocertificazione redatta ai sensi dell’articolo 47 del D.P.R. 445/2000, con cui l’impresa dichiara di aver subito temporanee carenze di liquidità come conseguenza diretta della diffusione dell’epidemia da Covid-19 (in allegato ndr.).

    Le richieste di moratoria di alcuni dei principali istituti di credito locali

    Abbiamo raccolto alcuni dei modelli di richiesta di moratoria dei principali istituti di credito locali (l'articolo è in aggiornamento ndr.).
    Ai seguenti link trovate i modelli scaricabile per ciascuna Banca: 

    - BPER Banca 

    - Banco BPM

    - Credem

    - Crédit Agricole 

    - Monte dei Paschi di Siena

    - Cassa di Risparmio di Cento 

    - Unicredit

    Per maggiori informazioni

    Andrea Bonazzi
    andrea.bonazzi@lapam.eu
    Cel. 335 1322428 

    Luca Prati 
    luca.prati@lapam.eu
    Cel. 348 8222440


Notizie correlate


  • I nostri webinar sui bandi della CCIAA di Modena
    I nostri webinar sui bandi della CCIAA di Modena
    Tre seminari online per scoprire come funzionano e come ottenere i contributi a fondo perduto della Camera di Commercio di Modena. Giovedì 3 settembre  Notizia Completa
  • Contributi del Comune di Concordia per gli esercizi di vicinato
    Contributi del Comune di Concordia per gli esercizi di vicinato
    Il Comune di Concordia ha emesso un bando pubblico per l'assegnazione di contributi a fondo perduto alle imprese commerciali, di artigianato di servizio, di pubblici esercizi e di servizio alla persona  Notizia Completa
  • Contributi del Comune di San Felice alle imprese cittadine
    Contributi del Comune di San Felice alle imprese cittadine
    Il Comune di San Felice ha stanziato un fondo da 50 mila euro per assegnare contributi a fondo perduto per sostenere gli esercizi di vicinato  Notizia Completa