• Luppi: "Ok il Decreto imprese, ma ci sono dubbi sulle condizioni per ottenere prestiti in banca"
    gilberto luppi presidente lapam

    “La garanzia dello Stato al 100% sui prestiti alle piccole imprese fino a 800mila euro è una possibilità non ordinaria che l'Unione Europea ha concesso e che il Governo ha positivamente utilizzato. Non va bene però che le imprese che avranno necessità di accedere a importi superiori a 25 mila euro, debbano fare in banca la trafila degli ordinari esami di sostenibilità economico finanziaria e di verifica andamentale. Cosa c'è di ordinario e normale in questi giorni, in queste settimane? Siamo sicuri che questo sia ‘fare tutto ciò che serve’ come ha detto con autorevolezza l’ex Presidente della Bce Draghi? A fronte della garanzia statale c'è l'impegno diretto, personale e patrimoniale, di ogni donna e uomo che fa impresa, a rischio e senza tutela, di contrarre un debito con una banca per tenere in vita, sul mercato, un'attività che dà lavoro e reddito alle famiglie propria e dei propri collaboratori. Comprendo la prudenza, ma questo è il momento del coraggio”.

    Questo il primo commento del Presidente di Lapam Confartigianato Gilberto Luppi al Decreto "liquidità" annunciato nella sera di lunedì 6 aprile dal Governo.

    “Resta un grande dubbio – riprende Luppi -. Le banche saranno in grado di fare l'analisi del merito di credito per tutte le richieste di prestiti per liquidità per importi sopra i 25 mila euro, visto che hanno ridotto il personale, sono aperte al minimo con tanto personale a casa in smart working? Gli istituti di credito stanno faticando a ‘lavorare’ le richieste di sospensione dei mutui e dovrebbero trattare gli anticipi di cassa integrazione e sospensione dal lavoro. Il rischio è che, quando saranno in grado di dare risposte, l'azienda che ha presentato la domanda non sia più in vita”.


Download formato testo:
Allegati:

    Notizie correlate


    • Sette piccole imprese su 10 hanno richiesto gli ammortizzatori. Rossi: “Investiti da uno tsunami”
      Sette piccole imprese su 10 hanno richiesto gli ammortizzatori. Rossi: “Investiti da uno tsunami”
      I dati del nostro ufficio studi  Notizia Completa
    • Indagine Lapam su commercio, benessere e ristorazione
      Indagine Lapam su commercio, benessere e ristorazione
      Quasi tutti hanno riaperto, ma affluenza bassa per negozi e ristoranti. Bene, invece, la ripartenza nell'acconciatura.  Notizia Completa
    • Scuole paritarie, urgono interventi: “Trattate come l'ultima ruota del carro…”
      Scuole paritarie, urgono interventi: “Trattate come l'ultima ruota del carro…”
      Fanno un servizio essenziale in zone dove non ci sono altri istituti eppure sono totalmente trascurate dalla politica. Chiediamo un cambio di rotta   Notizia Completa