• Criter: c'è tempo fino all'avvio della stagione termica 20-21 per i controlli saltati causa Covid
    caldaia termico idraulico criter gas termoidraulico termo

    Nella Legge Regionale di assestamento di bilancio (in allegato in fondo all'articolo ndr.), l'art.6 prevede una proroga dei termini per l’effettuazione dei controlli periodici di efficienza energetica degli impianti termici.

    In conseguenza al lockdown molte utenze non hanno infatti provveduto ad effettuare, entro i termini previsti in ragione della potenza del generatore, il controllo dell’efficienza energetica dell’impianto. È stato quindi stabilito che l'adempimento potrà essere effettuato entro l’inizio della stagione termica 2020/21.

    Al momento nessuna proroga per il termine previsto per l' accatastamento degli impianti - tramite caricamento dei libretti in CRITER  - ancora fissato al 30 giugno 2020, con possibilità di regolarizzazione entro 180 giorni dopo la scadenza, senza che venga applicata la sanzione (non inferiore ai 500€ e non superiore ai 3.000€).

    Cosa stabilisce l'articolo 6

    "Art. 6 - Adempimenti in materia di controllo funzionale e manutenzione nonché di controllo di efficienza energetica degli impianti termici di cui al regolamento regionale n.1 del 2017 nel periodo di emergenza da Covid 19:
    Le attività di controllo e manutenzione degli impianti termici disciplinate nel regolamento regionale n.1 del 2017 prevedono un contatto tra i Responsabili dell’esercizio e della manutenzione dell’impianto termico, come identificati nella definizione riportata nell’Allegato A del regolamento regionale n. 1 del 2017 ed i tecnici addetti alle ispezioni, ai controlli ed alla manutenzione all’interno di abitazioni, stabilimenti produttivi e destinate ad attività del settore terziario.

    Nel periodo emergenziale dovuto al carattere diffusivo dell’epidemia da Covid 19, le suddette attività hanno subito un notevole decremento dovuto alla necessità di rispettare il distanziamento sociale ed alla mancanza nel periodo interessato di protocolli che garantissero le condizioni per l’effettuazione delle operazioni di controllo e manutenzione in sicurezza. La situazione emergenziale ha comportato, in un numero molto elevato di casi, il mancato rispetto dei termini per il controllo, la manutenzione e l’ispezione degli impianti termici per la climatizzazione invernale ed estiva degli edifici e per la preparazione dell’acqua calda per usi igienici sanitari, esponendo i responsabili degli impianti ed addetti alla manutenzione all’applicabilità di sanzioni amministrative. La norma riconoscendo la situazione di emergenza sanitaria permette di regolarizzare le situazioni di mancato rispetto delle tempistiche per l’effettuazione dei controlli e delle manutenzioni nel periodo di massima emergenza sanitaria purché le operazioni vengano effettuate prima o contestualmente all’avvio della prossima stagione termica 2020/2021".

    Per maggiori informazioni

    Letizia Budri
    Referente categoria Impianti
    [email protected]
    059 89 3111


Notizie correlate


  • Un evento a Pavullo per spiegare il Superbonus al 110%
    Un evento a Pavullo per spiegare il Superbonus al 110%
    Il 6 ottobre presso il Cinema Mazzieri una iniziativa gratuita e aperta al pubblico con i nostri esperti.  Notizia Completa
  • Un webinar sulle norme tecniche per gli impianti a gas
    Un webinar sulle norme tecniche per gli impianti a gas
    È quello in programma venerdì 2 ottobre e organizzato da Confartigianato Imprese e dal Comitato italiano Gas  Notizia Completa
  • Un evento a Reggio Emilia per spiegare il Superbonus al 110%
    Un evento a Reggio Emilia per spiegare il Superbonus al 110%
    Il 1° ottobre presso il Tecnopolo di Reggio Emilia una iniziativa gratuita e aperta al pubblico con i nostri esperti  Notizia Completa