Torna all'elenco

È uscito il bando regionale sulla rivitalizzazione e il ripopolamento dei centri storici nelle aree colpite dal sisma

Regione Emilia-Romagna intende favorire, in continuità con quanto fatto sino ad ora, il ripopolamento, la rivitalizzazione e la rigenerazione delle aree dei centri storici e delle frazioni e di altre aree dei comuni interessati dal sisma.

Il bando prevede quindi il finanziamento di progetti di nuovo insediamento, riqualificazione, ammodernamento e ampliamento di quelle attività che, tramite l’offerta di beni e servizi, siano idonee ad attrarre l’interesse e l’afflusso di persone nelle aree stesse.

Beneficiari

I comuni delle province di Modena e Reggio Emilia considerati in questa “call” sono: Cavezzo, Concordia, Finale Emilia, Medolla, Mirandola, Novi di Modena, San Felice sul Panaro, San Possidonio e Reggiolo.

Possono presentare domanda ed essere beneficiari dei contributi previsti le seguenti tipologie:

  • micro piccole e medie imprese regolarmente costituite e iscritte al registro delle imprese aventi qualsiasi forma giuridica
  • associazioni, enti e fondazioni no profit regolarmente costituite e iscritte al Rea presso le camere di commercio del territorio
  • liberi professionisti che esercitano l’attività in forma singola o associata, esclusivamente con riferimento agli interventi di apertura/insediamento di nuove unità locali

Tipologia e misura del contributo

I contributi sono concessi nell’ambito del regime de minimis e sono a fondo perduto nella misura pari del 50% della spesa ammessa.
La misura del contributo è incrementata:

  • del 10 % nel caso in cui al momento della domanda, il soggetto richiedente il contributo sia caratterizzato dalla rilevanza della presenza femminile e/o giovanile
  • del 10% nel caso di aperture/insediamenti di nuove unità locali
  • nel caso in cui siano presenti tutti e due i requisiti premianti il contributo potrà essere concesso nella misura del 70% della spesa ammessa

Il contributo concedibile non può superare il limite massimo di 150.000 euro. La dotazione finanziaria del bando è di 5 milioni di euro.

Progetti ammissibili

I progetti devono prevedere i seguenti interventi:

  • nuove unità locali all’interno delle aree ammesse dal bando
  • riqualificazione, ammodernamento e/o l’ampliamento di unità locali esistenti

Gli interventi potranno essere avviati a partire dal 30 settembre 2021 ed essere conclusi entro 10 mesi decorrenti dalla data di approvazione del provvedimento di concessione dei contributi. Il progetto di spesa per essere ammesso dovrà avere l’importo non inferiore a 20.000 euro Iva esclusa.

Presentazione domanda

La domanda di contributo dovrà essere compilata e inviata alla Regione esclusivamente per via telematica, tramite l’applicazione web Sfinge 2020 e dovrà essere inviata a partire dalle ore 10.00 del giorno 3 maggio 2022 alle ore 13.00 del giorno 31 maggio 2022.

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"
    This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate