Torna all'elenco

I comuni di Frassinoro, Palagano, Montefiorino e Prignano stanziano dei contributi per le imprese

I comuni di Frassinoro, Palagano, Montefiorino e Prignano hanno stanziato dei contributi a fondo perduto, rivolti a piccole e micro imprese del commercio e dell’artigianato penalizzate dalla crisi innescata da Covid-19. Per accedere alle risorse è necessario presentare domanda tramite PEC agli indirizzi mail istituzionali dei vari enti locali (vedi sotto), entro mercoledì 30 giugno alle ore 13:00.

A chi è rivolto

Come detto i beneficiari dei bandi comunali sono le piccole e micro imprese del commercio e dell’artigianato. In particolare i bandi individuano “due fasce” di attività che possono presentare domanda, A e B:

Fascia A

  • Attività commerciali di vendita al dettaglio, escluse quelle del settore alimentare;
  • Attività commerciali di vendita ambulante, escluse quelle del settore alimentare;
  • Pubblici esercizi: ristoranti, bar, pizzerie, pub e altre attività rientranti fra i servizi di ristorazione, come ad esempio gelaterie, pasticcerie, gastronomie;
  • Attività artigianali di produzioni alimentari senza vendita diretta al pubblico;
  • Attività artigianali di servizi alla persona;
  • Strutture ricettive;
  • Autonoleggi (se iscritti all’albo artigiani).

Fascia B

  • Attività commerciali e artigianali, escluse quelle del settore alimentare;
  • Nuove attività commerciali e artigianali che hanno iniziato l’attività nell’anno 2020.

Per richiedere i contributi le imprese devono rispettare inoltre i seguenti requisiti:

  • svolgono attività economiche commerciali e artigianali con sede legale e un’unità operativa ubicata in uno dei quattro comuni sopra indicati;
  • sono regolarmente costituite e iscritte al Registro Imprese o all’Albo delle Imprese artigiane e risultano attive al momento della presentazione della domanda;
  • non sono in stato di liquidazione o di fallimento e non sono soggette a procedure di fallimento o di concordato preventivo;
  • non hanno pendenze commerciali e tributarie con i comuni e, in caso di pendenze, le ditte sono tenute a regolarizzare la propria posizione in tempi e modalità da concordarsi con gli enti stessi;
  • abbiano legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione e/o per i quali non sia stata pronunciata sentenza di condanna, o emesso decreto penale di condanna irrevocabile, oppure di applicazione della pena su richiesta per reati contro la PA e per reati contro il patrimonio che abbiano comportato un pena detentiva superiore a 2 anni.

Quali spese sono agevolate

Come specificato nei singoli bandi, i contributi sono concessi per sostenere spese di gestione riferite al 2020 (superiori a 5mila euro ndr.) come ad esempio: bollette di luce, gas, acqua e telefoniche, costi di ammortamento attrezzature, spese amministrative o di noleggio, canoni di locazione o ratei annuali.
In alternativa è possibile richiedere i contributi a fronte di una riduzione del fatturato nel 2020 superiore al 25% rispetto al 2019 (requisito non richiesto per le attività appena costituite ndr.).

Le risorse a disposizione

Ciascun comune offre un plafond differente, in particolare:

Tutti i comuni riconoscono però lo stesso contributo “una tantum” sotto forma di contributo a fondo perduto nella misura di 1.500 euro per le attività commerciali e artigianali ricomprese nella “Fascia A” e di 750 euro per le attività commerciali e artigianali ricomprese nella “Fascia B“.

Come ed entro quando presentare domanda

Come detto sopra le richieste di contributo devono pervenire in forma scritta (vedi Allegati dei singoli bandi) agli indirizzi PEC dei Comuni a cui si intende presentare domanda, entro e non oltre il 30 giugno 2021 alle ore 13:00.
Le sedi Lapam sul territorio sono a vostra disposizione per presentare domanda entro i termini previsti dal bando.

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate

    Share This