Torna all'elenco

Il Comune di Castellarano ha stanziato dei contributi per le imprese del commercio, dei servizi alla persona e dei pubblici esercizi

Il Comune di Castellarano ha pubblicato un nuovo bando (in allegato in fondo a questo articolo ndr.) per sostenere le attività del commercio, dei servizi alla persona e dei pubblici esercizi attraverso l’erogazione di contributi a fondo perduto per un ammontare complessivo di 70mila euro. L’iniziativa dell’amministrazione comunale, la seconda dall’inizio della crisi innescata da Covid-19, ha un occhio di riguardo verso le “nuove imprese” costituite dopo il 23 febbraio 2020. Per presentare domanda di contributo c’è tempo sino al 7 agosto 2021. Vediamo ora in sintesi a chi è rivolto e quali spese sostiene.

A chi si rivolge

Come detto il bando si rivolge essenzialmente a due tipologie di imprese:

  • alle nuove imprese operanti attività commerciale qualificata aperta al pubblico (attività commerciali, attività di servizio, attività artigianali con vendita al pubblico, esercizi di somministrazione di alimenti e bevande), che intendono avviare l’attività nel territorio comunale o che abbiano già avviato l’attività in data successiva al 23 febbraio 2020;
  • alle imprese, con unità locale già attiva nel territorio del Comune di Castellarano alla data del 23 febbraio 2020, operanti nel settore del commercio, dei pubblici esercizi, del turismo e dei servizi alla persona, al fine di sostenere le attività che a seguito dei vari DPCM e delle restrizioni imposte dall’emergenza, erano state sospese o che appartengono a settori particolarmente colpiti dalla fase di emergenza.

Come sono ripartiti i contributi

Il bando intende sostenere tutte le imprese, ma si rivolge in special modo alle “nuove”, per il Comune quelle costituite dopo il 23 febbraio 2020. Le risorse a disposizione sono ripartite in questo modo:

  • Contributi “Tipo A”: sono quelli rivolti alle nuove imprese che intendono avviare o che hanno già avviato l’attività sul territorio comunale dopo il 23 febbraio 2020. L’importo massimo concedibile a fondo perduto è pari al 50% delle spese sostenute (IVA esclusa) fino a un massimo, per ogni richiedente, di 3.500 euro.
  • Contributi “Tipo B” sono quelli rivolti alle imprese già presenti sul territorio comunale alla data del 23 febbraio 2020. L’importo concedibile in questo caso è di 1.000 euro per ogni richiedente.

Le spese agevolabili per le “nuove imprese”

Tra le spese agevolabili per le “nuove imprese” figurano a titolo di esempio:

  • spese per opere edili, murarie, impiantistica e altri interventi di manutenzione nei locali in cui si intende insediare l’attività;
  • spese di locazione (Nota: ai fini del conteggio delle spese ammissibili viene considerato l’importo annuale del contratto di locazione);
  • acquisto di macchinari e attrezzature;
  • acquisto di arredi interni/esterni;
  • spese di acquisto e di installazione, dei seguenti sistemi di sicurezza:
  • sistemi di video sorveglianza a circuito chiuso; sistemi anti-intrusione con allarme acustico collegati ad Istituti di vigilanza;
  • inferriate, serrande, porte di sicurezza, casseforti o armadi blindati;
  • altri sistemi di sicurezza ritenuti idonei, da individuare attraverso la consulenza di ditte specializzate, alle specifiche esigenze dei destinatari;
  • istallazione di impianti a risparmio energetico, idrico e di risorse rinnovabili e altri interventi per adozione di pratiche per la sostenibilità ambientale;
  • adozione di dotazioni informatiche, di soluzioni tecnologiche, applicazioni digitali, acquisto di hardware e software;
  • corsi di formazione e qualificazione del personale;

Attenzione, sono però ammesse solo le spese realizzate e sostenute a partire dal 1° gennaio 2020. Per il calcolo farà fede la data delle fatture o dei documenti contabili. Tutte le spese si intendono al netto dell’IVA, il cui computo non rientra nelle spese ammesse dal bando.

Come ed entro quando presentare domanda

Le domande di contributo dovranno essere compilate e inviate “esclusivamente” via posta elettronica certificata (PEC) con firma digitale del legale rappresentante dell’impresa o del procuratore appositamente nominato e dovranno essere trasmesse all’indirizzo: egov.castellarano@cert.poliscomuneamico.net entro le ore 12:00 del 7 agosto 2021.

Allegati

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate

    Share This