Torna all'elenco

Selfiemployment, finanziamenti a tasso zero per nuove iniziative imprenditoriali

Invitalia, l’Agenzia nazionale per lo sviluppo partecipata al 100% dal Ministero dell’Economia, ha lanciato un nuovo progetto per favorire, attraverso finanziamenti a tasso zero, la nascita di “piccole iniziative” imprenditoriali promosse da giovani inattivi (i cosiddetti NEET ndr.), disoccupati di lungo corso e donne disoccupate. Il progetto è stato ribattezzato “Selfiemployment“.

A chi è rivolto

Come detto il progetto è rivolto a:

  • NEET cioè maggiorenni che al momento della domanda si sono iscritti al programma Garanzia Giovani entro il 29esimo anno di età non sono impegnati in altre attività lavorative e in percorsi di studio o di formazione professionale;
  • Donne inattive, cioè donne maggiorenni che al momento della presentazione della domanda non risultano essere occupate in attività lavorative;
  • Disoccupati di lunga durata, cioè maggiorenni che al momento della presentazione della domanda non risultano occupati o che hanno presentato da almeno 12 mesi una dichiarazione di disponibilità al lavoro (DID).

Cosa prevede

L’intervento finanzia al 100% progetti di investimento con un importo compreso tra 5.000 e 50.000 euro. Finanziamenti agevolati senza interessi, senza garanzie, rimborsabili in 7 anni con rate mensili che partono dopo 12 mesi dall’erogazione del prestito.
In particolare sono previste tre fasce di investimento e ogni categoria prevede una specifica modalità di erogazione: 

  • Microcredito: per tutte le iniziative che prevedono spese ammissibili, per la costituzione e l’avvio della nuova iniziativa, tra 5.000 e 25.000 euro;
  • Microcredito esteso: per tutte le iniziative che prevedono spese ammissibili, per la costituzione e l’avvio della nuova iniziativa, tra 25.001 e 35.000 euro;
  • Piccoli prestiti: per tutte le iniziative che prevedono spese ammissibili, per la costituzione e l’avvio della nuova iniziativa, tra 35.001 e 50.000 euro.

A quali settori si rivolge

Selfemployment finanzia le iniziative di tutti i settori della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di franchising, come ad esempio:

  • turismo (alloggio, ristorazione, servizi) e servizi culturali e ricreativi
  • servizi alla persona
  • servizi per l’ambiente
  • servizi ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione)
  • risparmio energetico ed energie rinnovabili
  • servizi alle imprese
  • manifatturiere e artigiane
  • commercio al dettaglio e all’ingrosso
  • trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, ad eccezione dei casi di cui all’articolo 1.1, lett. c), punti i) e ii) del Reg. UE n. 1407/2013;

Sono esclusi invece i settori della pesca e dell’acquacultura, della produzione primaria in agricoltura e, in generale, i settori esclusi dall’articolo 1 del Regolamento UE n. 1407/2013.

Quali spese sono ammesse

Il progetto finanzia investimenti per:

  • beni mobili quali, strumenti, attrezzature e macchinari;
  • hardware e software;
  • opere murarie, entro il limite del dieci percento (10%) dell’ammontare delle spese ammesse.
  • Le spese in capitale circolante ammesse alle agevolazioni sono:
  • la locazione di beni immobili e canoni di leasing;
  • le utenze;
  • i servizi informatici, di comunicazione e di promozione;
  • i premi assicurativi;
  • le materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti; f) i salari e gli stipendi;
  • l’IVA non recuperabile.
  • Possono essere ammesse anche le spese per risorse umane inerenti le retribuzioni lorde comprensive degli oneri contributivi.

Attenzione, le attrezzature, i macchinari, i beni strumentali (hardware compresi) devono essere nuovi di fabbrica. È però possibile ammettere alle agevolazioni beni usati nella forma di autovetture/automezzi strettamente funzionali allo svolgimento delle attività.

Tempistiche e informazioni

Chi ottiene il finanziamento deve impegnarsi a costituire la società e individuare una sede operativa (se non già fatto in sede di domanda) entro 3 mesi dalla concessione del finanziamento e deve completare il programma di investimento entro 18 mesi dalla stipula del contratto di finanziamento.
Per maggiori informazioni e per poter accedere alla misura è sufficiente compilare il modulo che trovate sotto a questo articolo.

Avvia un’impresa

Avviare un’attività di impresa e una nuova Partita IVA può sembrare complesso, ma con il nostro supporto avrai la garanzia di essere seguito passo dopo passo per non tralasciare gli aspetti più importanti.

Allegati

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate

    Share This