Torna all'elenco

Contributi per progetti di insediamento e sviluppo di esercizi commerciali polifunzionali

Attraverso la delibera regionale n° 1554 del 19 settembre 2022, regione Emilia-Romagna intende contrastare i fenomeni di rarefazione del sistema distributivo e dei servizi per favorire, nelle località scarsamente popolate, un presidio capace di fornire beni e servizi di prima necessità prevedendo contributi per progetti finalizzati all’insediamento e allo sviluppo degli esercizi commerciali polifunzionali.

Cosa sono gli esercizi polifunzionali?

Si definisce “Esercizio commerciale polifunzionale” l’attività di commercio al dettaglio, con superficie di vendita non superiore a 250 metri quadrati,
prioritariamente di prodotti del settore merceologico alimentare, esercitata unitamente ad almeno tre delle attività aggiuntive previste in almeno due macro categorie sotto riportate (vedi allegato in fondo alla notizia).

Destinatari del bando

Le piccole e medie imprese che intendono insediarsi, avviare o sviluppare un esercizio commerciale polifunzionale avente i requisiti indicati sopra. Per insediamento si intende l’intenzione di un’azienda di avviare un esercizio commerciale polifunzionale insediandosi in una delle aree dei Comuni indicati dal Bando; per avvio si intende quando un’impresa già localizzata in una delle aree dei Comuni indicati decide di avviare un esercizio commerciale polifunzionale; per sviluppo si intende un’impresa commerciale polifunzionale, insediata all’interno delle aree dei Comuni indicati che intendono implementare nuovi servizi offerti.

Interventi ammessi

Sono ammissibili gli interventi finalizzati all’insediamento, avvio e sviluppo di esercizi commerciali polifunzionali localizzati in aree comunali soggette a fenomeni di rarefazione commerciale.

Spese ammissibili

Nella spesa complessiva può essere inclusa quella per la formazione di scorte necessarie alla realizzazione di programmi di investimento entro il limite massimo del 30% del totale degli investimenti.

  • a) l’acquisizione, la costruzione, il rinnovo, la trasformazione e l’ampliamento dei locali adibiti o da adibire all’esercizio dell’attività d’impresa e l’acquisizione delle relative aree;
  • b) l’acquisto, il rinnovo e l’ampliamento delle attrezzature, degli impianti e degli arredi necessari per l’esercizio e l’attività d’impresa;
  • c) l’acquisto di un autoveicolo a uso commerciale, purché in regola con le normative vigenti per il trasporto di merci deperibili;
  • d) la realizzazione di zone dotate di accesso pubblico alla rete telematica;
  • e) la realizzazione, nell’ambito delle convenzioni di cui all’articolo 9 della legge regionale n. 14 del 1999, di punti di informazione turistica e di sportelli di erogazione di servizi di pubblica utilità rivolti alla cittadinanza;
  • f) spese tecniche di progettazione, nel limite massimo del 10% delle spese di cui alla lettera a);
  • g) spese per la formazione di scorte necessarie alla realizzazione di programmi di investimento entro il limite massimo del 30% del totale degli investimenti di cui alle precedenti lettere a), b), c), d), e)

Spese non ammissibili

  • le spese in auto-fatturazione;
  • le spese relative ad atti notarili, registrazioni, imposte e tasse;
  • le spese per materiali di consumo e minuterie;
  • le spese sostenute mediante operazioni di leasing e/o noleggio;
  • le spese per l’acquisto di beni usati.

Caratteristiche riscontrabili dalla visura camerale

In ogni caso possono presentare domanda le piccole e medie imprese esercenti il commercio, la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande e dei servizi, aventi i requisiti soggettivi sotto indicati, che intendono insediarsi e/o avviare un “esercizio commerciale polifunzionale” che:

  • non abbiano un numero di addetti non superiore a 40;
  • siano regolarmente costituita ed iscritta al registro delle imprese presso la CCIAA competente per territorio;
  • siano attive e nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento;
  • non operino nei settori esclusi: pesca, agricoltura ecc (art.1 del Reg. (CE) 1407/2013 de minimis);
  • non ospitino sale da gioco e le sale scommesse,nonché gli apparecchi per il gioco d’azzardo salvo per gli esercizi già in attività per i quali vale il
    divieto di installazione di nuovi apparecchi e il divieto di rinnovo dei contratti tra esercente e concessionario alla loro scadenza;
  • abbiano legali rappresentanti, amministratori, soci per i quali non sussistano cause ostative previste al comma 8 dell’art. 67 (condannate con sentenza definitiva, ecc..);
  • presenti una sola domanda di contributo che intenda aprire annualmente la propria attività pena la revoca e restituzione dei contributi concessi.

Dotazione finanziaria e agevolazione

Le risorse complessivamente disponibili ammontano a 800.000 euro, di cui:

  • 400.000 euro sull’esercizio finanziario 2023
  • 400.000 euro sull’esercizio finanziario 2024

I contributi sono concessi in regime de minimis, nella misura massima del 60% della spesa ammissibile e per un importo massimo di 40.000 euro secondo l’ordine della graduatoria contenente il punteggio ottenuto e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Scadenza

Le domande di contributo dovranno essere inviate alla Regione Emilia-Romagna entro e non oltre il 15 novembre 2022.

Da allegare:

  • In caso di opere edili, gli elaborati progettuali e il computo metrico estimativo a firma di un tecnico abilitato, ove previsto dalla normativa;
  • Dettagliati preventivi di spesa per l’acquisto di impianti, attrezzature, arredi, ecc. non rientranti nel suddetto computo metrico.

Si specifica che si tratta di valutazione di merito a punteggio non click day.

Potrebbe interessarti anche questo episodio del nostro podcast

Allegati

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"
    This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate