Torna all'elenco

«Avvisi bonari annullati dall’Agenzia» Munari: «Soddisfazione per la pronta soluzione»

29 Novembre 2014

Il presidente di Lapam sottolinea la velocità con cui è stato ammesso l’errore

«Avvisi bonari annullati dall’Agenzia» Munari: «Soddisfazione per la pronta soluzione» “L'Agenzia delle entrate si è impegnata ad annullare l’avviso, inviando direttamente una comunicazione ai contribuenti interessati dall’errore commesso. Era quello che ci aspettavamo e che, soprattutto, era dovuto”. Con queste parole le associazioni di categoria si dicono oggi soddisfatte, dopo la soluzione del caso degli «avvisi bonari» inviati, per errore, a numerosi contribuenti dell’area colpita dal sisma del 2012.

«Siamo soddisfatti della risposta dell'Agenzia delle Entrate sulle cosiddette ’cartelle pazze’ nell’area del cratere sismico, l’errore era evidente, ma la situazione stava assumendo contorni beffardi per troppi cittadini e imprese destinatari di queste cartelle», commenta infatti Erio Luigi Munari , presidente Lapam Confartigianato. In pratica era accaduto che in sede di controllo automatizzato della dichiarazione Unico 2013 per il periodo d’imposta 2012, il sistema informatico dell’Agenzia delle Entrate aveva disconosciuto i crediti tributari derivanti dalla precedente dichiarazione, proprio quella presentata entro aprile 2013 per effetto della sospensione. Il sistema, non trovando riscontro del credito della precedente dichiarazione, aveva emesso in automatico numerosi avvisi di irregolarità, chiedendo ai contribuenti di versare il credito non riscontrato. Si tratta, dunque, di un’inefficienza del sistema che non teneva conto delle dichiarazioni presentate oltre le normali scadenze, non per capriccio del contribuente, ma per una legge che aveva legittimato questa presentazione.

«L'Agenzia – prosegue Munari – si è impegnata ad annullare l'avviso, inviando direttamente una comunicazione ai contribuenti interessati dall'errore commesso. Era quello che ci aspettavamo e che, soprattutto, era dovuto. La nostra richiesta di annullare queste cartelle è stata accolta e non possiamo che essere soddisfatti della soluzione. L'Agenzia – conclude il presidente Lapam Confartigianato – aveva già fatto capire di voler rimediare, ma il comunicato ufficiale chiude definitivamente la questione. In un periodo di diffusa sfiducia nelle istituzioni e nelle strutture pubbliche, crediamo sia importante far rilevare la celerità nella risposta dell'Agenzia a questo che rischiava di diventare, oggettivamente, un autogol».

Prima Pagina Modena 29 novembre 2014

Allegati

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    News correlate

    Share This