Torna all'elenco

BANDO BREVETTI +

23 Agosto 2015

Destinatari e requisiti oggettivi di partecipazione

Micro, piccole e medie imprese, anche di nuova costituzione che si trovino in una delle seguenti condizioni:

a.1 sono titolari di uno o più brevetti;

a.2 hanno depositato una o più domande di brevetto per le quali sussiste:

in caso di deposito nazionale all’UIBM, il rapporto di ricerca con esito non negativo;

in caso di deposito per brevetto europeo, la richiesta di esame sostanziale all’EPO;

in caso di deposito per brevetto internazionale (PCT), la richiesta di esame sostanziale al WIPO.

a.3 sono in possesso di una opzione o di un accordo preliminare di acquisto o di acquisizione in licenza di uno o più brevetti, con un soggetto anche estero che ne detiene la titolarità.

 

Tipologia di spese ammissibili

Il contributo è finalizzato all’acquisto di servizi specialistici, funzionali all’implementazione del brevetto all’interno del ciclo produttivo con diretta ricaduta sulla competitività del sistema economico nazionale, o alla sua valorizzazione sul mercato.

Sono ammissibili i seguenti servizi, distinti per tipologia e da intendersi come esemplificativi e non esaustivi rispetto alla gamma di servizi richiedibili:

industrializzazione e ingegnerizzazione (servizi specialistici finalizzati alla progettazione produttiva, alla prototipazione, all’ingegnerizzazione, ai test di produzione, alla certificazione di prodotti e processi);

organizzazione e sviluppo (progettazione organizzativa, IT governance, studi e analisi per il lancio di nuovi prodotti, studi e analisi per lo sviluppo di nuovi mercati);

trasferimento tecnologico (proof of concept, due diligence tecnologica, predisposizione degli accordi di cessione in licenza del brevetto, predisposizione degli accordi di segretezza).

Non possono essere ammessi alle agevolazioni quei servizi le cui spese siano state fatturate, anche parzialmente, in data pari o antecedente alla data di invio telematico della domanda di ammissione.

L’impresa beneficiaria ed i fornitori di servizi per i quali è richiesta l’agevolazione non devono avere alcun tipo di partecipazione reciproca a livello societario, inoltre non sono ammissibili i servizi erogati da :

  • amministratori, soci e dipendenti dell’impresa beneficiaria o dai loro prossimi congiunti
  • società nella cui compagine siano presenti i soci o gli amministratori dell’impresa beneficiaria o i loro prossimi congiunti.

 

Entità del contributo

E’ prevista la concessione di un’agevolazione in conto capitale nell’ambito del de minimis del valore massimo di € 70.000. Tale agevolazione non può essere superiore all’80% dei costi ammissibili.

 

Modalità di accesso

La richiesta di accesso alle agevolazioni avviene tramite la compilazione di un progetto (project plan) on line reso reso disponibile dal soggetto gestore della misura.

Il project plan deve evidenziare le modalità con cui l’impresa intende valorizzare economicamente il brevetto e come i servizi richiesti sono finalizzati al raggiungimento di risultati concreti e misurabili.

La richiesta on line è così articolata:

d.1 sezione anagrafica;

d.2 presentazione dell’impresa;

d.3 descrizione dell’oggetto di brevetto con indicazione dello stato nell’iter brevettuale;

d.4 obiettivi di valorizzazione economica dell’idea brevettuale;

d.5 piano dei servizi specialistici richiesti;

d.6 risultati attesi.

L’impresa può presentare una richiesta di accesso alle agevolazioni relativa a più brevetti tra loro collegati (grappolo di brevetti) inerenti un'unica strategia di valorizzazione.

 

Criteri di valutazione

I project plan presentati saranno valutati secondo i seguenti elementi :

· la verifica della sussistenza delle condizioni di accesso alla sottomisura;

· l’esame di merito, basato su 4 criteri, di seguito esposti in ordine decrescente di rilevanza

  1. credibilità della strategia di valorizzazione economica del brevetto, in termini di capacità di accrescimento della competitività dell’impresa o di collocazione del brevetto sul mercato, ovvero di impatto su redditività e indebitamento aziendale

  2. funzionalità dei servizi individuati rispetto al percorso di valorizzazione brevettuale delineato nel project plan

  3. coerenza tra il profilo dei fornitori prescelti e i servizi specialistici richiesti

  4. congruità del costo dei servizi specialistici richiesti rispetto alla natura dei servizi ed al profilo dei fornitori

L’iter di valutazione prevede un incontro con l’impresa per approfondire tutti gli aspetti del project plan

 

Documentazione attestante la titolarità del brevetto

3.A) Brevetto di proprietà: copia del certificato di rilascio del brevetto

Brevetto in licenza: copia autentica del contratto di licenza

3.B) Domanda di brevetto depositata all’UIBM/EPO/WIPO

Copia autentica del verbale di deposito della domanda di brevetto nazionale

Copia autentica della Sezione 1 del rapporto di ricerca di anteriorità

Copia autentica della Sezione 5 del rapporto di ricerca di anteriorità

ovvero

Copia autentica del verbale di deposito della domanda di brevetto all’EPO

Copia della ricevuta di pagamento della tassa per la richiesta di esame sostanziale

ovvero

Copia autentica del verbale di deposito della domanda di brevetto al WIPO

Copia della ricevuta di pagamento della tassa per la richiesta di esame preliminare Internazionale

 

 

Per maggiori informazioni

Per cogliere questa opportunità, o richiedere maggiori informazioni, è sufficiente compilare questo modulo e sarete ricontattati.

Sei associato? *

Please wait...

News correlate

Share This