Torna all'elenco

Bando contributi per sistemi di sicurezza 2020

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Bologna ha deliberato l’attivazione di una seconda edizione del bando contributi finalizzati a sostenere i costi per acquisizione e installazione di sistemi e servizi di sicurezza per le micro e piccole imprese, consorzi e reti di imprese esposte a fenomeni di criminalità.

SOGGETTI BENEFICIARI

Micro e piccole imprese

1) Consorzi di imprese, Reti di impresa, Reti Temporanee di Imprese (RTI), Associazioni Temporanee di Imprese (ATI) formate da micro, piccole imprese

2) Consorzi di imprese, Reti di impresa, Reti Temporanee di Imprese (RTI), Associazioni Temporanee di Imprese (ATI) formate da micro, piccole imprese:

– attive al momento della presentazione della domanda
– con sede legale o unità locale nell'area metropolitana (ex provincia) di Bologna, regolarmente denunciata all’Ufficio Registro delle Imprese della CCIAA di Bologna
– in regola con il pagamento del diritto camerale annuale e con la posizione INPS e INAIL

MODALITÀ DI ASSEGNAZIONE ED ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

Tali contributi non sono cumulabili con altri aiuti di stato o “de minimis” riguardanti le stesse spese. Questo contributo viene erogato nei regimi “de minimis”.

– L'ordine cronologico di ricezione delle domande NON ha alcuna rilevanza nell'assegnazione del contributo.

– I contributi sono assegnati prioritariamente alle domande ammissibili delle imprese femminili, delle imprese giovanili e delle imprese in possesso del rating di legalità (attribuito dall’Autorità Garante per la concorrenza ed il mercato), procedendo a riduzione proporzionale se i fondi disponibili non fossero sufficienti ad attribuire un contributo pieno a tali categorie di imprese.

– Successivamente, in presenza di disponibilità residue, si procederà all’assegnazione del contributo alle altre imprese ammissibili, procedendo a riduzione proporzionale del contributo di queste ultime se i fondi non consentono di riconoscere il contributo pieno.

– Sono escluse le domande il cui contributo, a seguito dell'eventuale riduzione proporzionale, risulti inferiore a 500 €.L’importo risultante dalla somma di tali esclusioni sarà ripartito in modo proporzionale a favore delle altre imprese assegnatarie del contributo.

– Non potranno partecipare al presente bando le imprese che hanno già presentato domanda a valere sul primo bando 2020, salvo previo invio di comunicazione a mezzo pec a incentivi@bo.legalmail.camcom.it di ritiro della domanda presentata sul primo bando, comunque non oltre il 5 giugno 2020.Quest’ultima possibilità è prevista per consentire, a chi ha partecipato al primo bando 2020 e in seguito abbia sostenuto altre spese ammissibili, di ritirare la domanda sul primo bando e partecipare al secondo per ottenere un maggior contributo, consapevole del rischio di non ammissione o riduzione proporzionale in base alle regole del secondo bando 2020. La data del ritiro entro il 5 giugno è dovuta alla necessità di chiudere la valutazione delle domande del primo bando e procedere all’approvazione della relativa graduatoria.

CONTRIBUTO SPETTANTE IN ASSENZA DI RIDUZIONE PROPORZIONALE

– 50% delle spese ammissibili

– Limite massimo di 3.000 €.

– costo minimo da sostenere per l'accesso al contributo è di 1.000 € di imponibile

 

TERMINI PRESENTAZIONE DOMANDA

Apertura sportello telematico dalle ore 9.00 del 4 maggio 2020 (le domande inviate prima sono respinte dal sistema) alle ore 13.00 del 30 giugno 2020.

SPESE AMMISSIBILI

Tali contributi non sono cumulabili con altri aiuti di stato o “de minimis” riguardanti le stesse spese.

Questo contributo viene erogato nei regimi “de minimis”.

Sono ammesse a contributo le seguenti spese, al netto dell’IVA:

– Sistemi di videoallarme antirapina in grado di interagire direttamente con gli apparati in essere presso le sale e le centrali operative della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri o degli Istituti di Vigilanza, conformemente ai principi predisposti dal Garante per la protezione dei dati personali in materia di videosorveglianza;

– Sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso, sistemi biometrici per l’accesso a locali protetti, sistemi antintrusione con allarme acustico e nebbiogeni;

– Casseforti, blindature, sistemi antitaccheggio, inferriate, porte di sicurezza, serrande e vetri antisfondamento;

– Sistemi di pagamento elettronici: POS e carte di credito, contactless e phone payment (vengono ammessi i canoni del servizio riferiti all’anno in corso, purché la fatturazione ed il pagamento integrale sia avvenuto tra il 12 ottobre 2019 e la data di invio della domanda);

– dispositivi di illuminazione notturna, interni ed esterni ai locali aziendali, installati allo scopo di consentire la vista dell’interno dei locali aziendali e quindi anche la presenza di eventuali intrusi;

– Sistemi di rilevazione delle banconote false;

– Sistemi di allarme e videosorveglianza acquisiti con contratto d’uso che prevedano una connessione da remoto/app, inclusi i relativi servizi (vengono ammesse le spese connesse all’attivazione del servizio ed i canoni del medesimo riferiti all’anno in corso, purché la fatturazione ed il pagamento integrale sia avvenuto tra il 12 ottobre 2019 e la data di invio della domanda);

– Contratti stipulati con istituti di vigilanza per la sorveglianza dei locali aziendali (vengono ammessi i canoni del servizio riferiti all’anno in corso, purché la fatturazione ed il pagamento integrale sia avvenuto tra il 12 ottobre 2019 e la data di invio della domanda). Sono ammissibili solo l’acquisizione e relativa installazione di impianti o sistemi di nuova fabbricazione di cui sopra, esclusi gli ampliamenti e gli adeguamenti dei preesistenti.

Informazioni

Luca Prati
Ufficio Credito Lapam
luca.prati@lapam.eu
: 348 8222440

Daniela Bortoli
Ufficio Credito Lapam
daniela.bortoli@lapam.eu
893268 

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This