Torna all'elenco

Bando Fiere Regione Emilia Romagna

Beneficiari:

Beneficiari PMI aventi sede o unità operativa in Regione Emilia-Romagna attive da almeno due anni. Non possono presentare domanda al presente bando le imprese che abbiano già ricevuto la concessione del contributo “ Promozione dell’export per imprese non esportatrici” annualità 2016/2017.

Progetti ammissibili:

Il presente bando supporta progetti realizzati da piccole e medie imprese per la realizzazione di un progetto costituito da almeno 3 fiere di qualifica internazionale o nazionale svolte in paesi esteri, e almeno uno dei servizi previsti nella tipologia 2 di spese, sotto descritta, che supportino l’impresa nella realizzazione del progetto promozionale.

  1. Partecipazione come espositori ad almeno 3 fiere esclusivamente all’estero. L’impresa può prevedere, in sostituzione della partecipazione a una fiera, l’adesione ad un evento promozionale all’estero, come per esempio: forum, degustazioni, sfilate, esposizioni in show room.
  2. Servizi di consulenza prestati da consulenti esterni: cioè servizi prestati da consulenti3 (non dipendenti dall’impresa o non soci o amministratori della medesima impresa o di società ad essa collegate o associate) finalizzati a:
  • Ottenere certificazioni per l’export (certificazioni di prodotto o aziendali necessarie all’esportazione sui mercati internazionali indicati dal progetto);
  • Ottenere la registrazione dei propri marchi sui mercati internazionali indicati dal progetto;
  • Ricercare potenziali clienti o distributori e assistere l’impresa nella realizzazione di incontri d’affari contestualmente alle partecipazioni fieristiche.

Spese ammissibili:

  1. Costo dell’area espositiva, della progettazione e allestimento dello stand (No acquisto materiali);
  2. Costo di hostess, interpreti e traduttori;
  3. le spese di consulenza per la ricerca di partner commerciali o industriali, agenti, buyers e per l’organizzazione di incontri di affari da realizzare nel contesto fieristico;
  4. spese per consulenze finalizzate all’ottenimento delle certificazioni per l’esportazione e alla registrazione o protezione del marchio nei mercati di destinazione individuati nel progetto.

I costi devono riferirsi ad attività avviate a partire dalla data di presentazione della domanda di contributo (che corrisponde alla data di inizio del progetto) e concluse entro il 31/12/2019.

Tutte le spese relative al progetto devono essere fatturate con data a partire dalla data di inizio del progetto (data di presentazione della domanda) ed entro il 31/12/2019.
spese dovranno essere interamente sostenute (quietanziate) entro la data di presentazione della rendicontazione di progetto, fissata al 28/02/2020.

Criteri di valutazione:

Il punteggio massimo è di 100 punti, quello minimo per l’ammissibilità di 40 punti complessivi fra i
A, B, C, suddivisi come segue:

A.Qualità del progetto proposto, intesa come chiarezza e coerenza nella definizione degli obiettivi, della loro percorribilità dal punto di vista della fattibilità industriale e delle prospettive di mercato;
. Qualità economico-finanziaria del progetto in termini di sostenibilità, coerenza ed economicità della proposta;
. Estensione e complessità del progetto

Contributo:

Il contributo regionale sarà concesso a fondo perduto nella misura massima del 30% delle spese ammissibili. Il contributo regionale non potrà comunque superare il valore di Euro 30.000,00 euro.

Presentazione delle domande:

Le domande potranno essere presentate, esclusivamente per via telematica, a partire dalle ore 12.00 del 20/06/2018 e fino alle ore 16.00 del 27/07/2018, salvo chiusura anticipata per esaurimento delle risorse disponibili.

INFORMAZIONI:

Matteo Bautti – 3666226359 – matteo.bautti@lapam.eu
Alberto Medici – 3355969507 – carloalberto.medici@lapam.eu

 

Allegati

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    News correlate

    Share This