Torna all'elenco

CCIAA di Reggio Emilia: pubblicato il nuovo bando voucher digitale

La Camera di commercio di Reggio Emilia, nell’ambito delle attività previste dal Piano Transizione 4.0, a seguito del decreto del Ministro dello Sviluppo economico del 12 marzo 2020 che ha approvato il progetto Punto Impresa Digitale (PID), intende promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle Micro, Piccole e Medie Imprese (da ora in avanti MPMI), di tutti i settori economici attraverso il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione, anche finalizzate ad approcci green oriented del tessuto produttivo.

Finalità

Nello specifico, il presente Bando voucher digitali I4.0 – Anno 2020. Codice Prog. PID20. Codice Aiuto RNA-CAR 12986 intende:

– sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0, attraverso la realizzazione di progetti mirati all’introduzione di nuovi modelli di business 4.0 e modelli green oriented;
– promuovere l’utilizzo, da parte delle MPMI della circoscrizione territoriale camerale, di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Transizione 4.0;
– favorire interventi di digitalizzazione ed automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 e alla ripartenza nella fase post-emergenziale.

Ambiti di intervento

Con il presente Bando, si intendono finanziare, tramite l’utilizzo di contributi a fondo perduto (voucher) progetti di innovazione tecnologica che dovranno riguardare almeno una tecnologia tra quelle di seguito indicate:

– robotica avanzata e collaborativa;
– interfaccia uomo-macchina;
– manifattura additiva e stampa 3D;
– prototipazione rapida;
– internet delle cose e delle macchine;
– cloud, fog e quantum computing;
– cyber security e business continuity;
– big data e analytics
– intelligenza artificiale;
– blockchain;
– soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
– simulazione e sistemi cyberfisici;
– integrazione verticale e orizzontale;
– soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
– soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
– sistemi di e-commerce compreso sistemi di pagamento mobile e/o via internet
– sistemi per lo smart working e il telelavoro;
– soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;
– sistemi fintech;
– sistemi EDI, electronic data interchange;
– tecnologie per l’in-store customer experience;
– system integration applicata all’automazione dei processi;
– tecnologie della Next Production Revolution (NPR).

Dotazione finanziaria, natura ed entità dell’agevolazione

1) Le risorse complessivamente stanziate per l’iniziativa ammontano a euro 350.000,00

La Giunta camerale si riserva la facoltà di rifinanziare il bando con ulteriori stanziamenti.

Il Dirigente competente avrà la facoltà:

– in caso di non esaurimento delle risorse disponibili, di riaprire i termini di scadenza del bando prolungandone gli effetti al fine di garantire l’utilizzo ottimale dello stanziamento;

– in caso di esaurimento anticipato delle risorse, di chiudere i termini della presentazione delle domande.

2) Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di voucher.

L’intensità dell’agevolazione è pari al 50% dei costi sostenuti e ammissibili al netto di IVA, fino al raggiungimento dell’importo massimo di 10.000,00 € oltre la premialità di cui al successivo comma.

3) È prevista una premialità di € 250,00 per le imprese in possesso, al momento della concessione del contributo, del rating di legalità nel limite del 100% delle spese ammissibili e nel rispetto dei pertinenti massimali de minimis.

4) L’investimento minimo ritenuto ammissibile all’agevolazione non può essere inferiore a € 5.000,00.

5) Il contributo camerale non potrà concorrere a determinare congiuntamente con altri contributi pubblici di qualsiasi natura sulle stesse iniziative aventi ad oggetto gli stessi costi ammissibili, entrate superiori alle spese.

6) I voucher saranno erogati con l’applicazione della ritenuta d’acconto del 4% ai sensi dell’art. 28, comma 2, del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600.

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni di cui al presente Bando le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese

Presentazione delle domande

A pena di esclusione, le richieste di voucher devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale del legale rappresentante dell’impresa, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov, dal 01/07/2020 al 31/07/2020.

Informazioni

Luca Prati
Ufficio Credito Lapam
luca.prati@lapam.eu
: 348 8222440

 

 

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This