Torna all'elenco

Crediti d’imposta alle attività economiche della montagna

Lo avevamo anticipato lo scorso luglio (leggi la notizia). Ora Regione Emilia Romagna ha pubblicato il bando con cui rende operativo il taglio dell'Irap alle aziende montane (leggi la delibera di Giunta regionale n. 1520 del 16 settembre 2019). La nostra associazione è quindi a disposzione per assolvere le pratiche realtive al bando. 

Per richiedere assistenza è sufficiente compilare il seguente modulo di richiesta.

Soggetti ammissibili

Imprese di qualsiasi dimensione e di qualsiasi settore economico, liberi professionisti e lavoratori autonomi in forma singola o associata che hanno presentato la dichiarazione Irap per il periodo di imposta 2017;
– Le imprese costituite dal 1° gennaio 2018 che pertanto, nel periodo di imposta 2017, non erano considerati soggetti passivi dell’imposta regionale Irap.

In particolare, possono essere beneficiari del contributo le seguenti tipologie di soggetti:

A) le imprese individuali, le società (di persone, di capitali, cooperative), i loro consorzi e/o le società consortili, di qualsiasi dimensione, operanti (salvo quanto previsto dal bando), in qualsiasi settore di attività economica.
imprese devono possedere contestualmente, alla data di presentazione della domanda, i seguenti requisiti soggettivi di ammissibilità:
– devono essere regolarmente costituite e iscritte al registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente per territorio;
– devono avere sede legale e/o unità locale ubicata all’interno delle aree di cui all’Allegato A al presente bando;
– non devono trovarsi in stato di fallimento, liquidazione coatta, liquidazione volontaria, concordato preventivo, ed ogni altra procedura concorsuale prevista dalla Legge Fallimentare e da altre leggi speciali, né avere in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni nei propri confronti;
– il rappresentante legale e i soggetti indicati nell’articolo 85 del D.Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 e ss. mm. e ii. non devono essere destinatari di provvedimenti di decadenza, di sospensione o di divieto di cui all’art. 67 del medesimo decreto

B) i liberi professionisti ordinistici e i lavoratori autonomi che svolgono l’attività in forma singola o aggregata (studi associati)
soggetti devono possedere contestualmente, alla data di presentazione della domanda, i seguenti requisiti soggettivi di ammissibilità:
– devono essere titolari di partita Iva;
– devono avere la sede legale o le sedi operative effettive indicate nel Quadro B del modello AA7/10 – per i professionisti in forma aggregata – o l’attività esercitata indicata nel Quadro B del modello AA9/12 – per i professionisti in forma singola/lavoratori autonomi – all’interno delle aree di cui all’Allegato A al presente bando;
– devono, se liberi professionisti ordinistici, esercitare una delle attività riservate, ai sensi dell’art. 2229 del Codice civile, agli iscritti a Ordini o Collegi professionali ed essere iscritti alle rispettive Casse di previdenza;
– devono, se lavoratori autonomi/liberi professionisti non ordinistici, essere iscritti alla gestione separata INPS come previsto dall'art. 2, comma 26 della Legge 335/95.

Sono escluse dai benefici previsti nel presente bando le imprese operanti esclusivamente nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli (Sezione A della classificazione delle attività economiche Ateco 2007).

Tipologia del contributo

Il contributo previsto nel presente bando è concesso nella forma di credito di imposta da utilizzare per la riduzione della somma dovuta a titolo di Imposta regionale sulle Attività produttive (Irap) totale lorda dovuta alla Regione Emilia-Romagna con riferimento agli anni 2019, 2020 e 2021.

l contributo è calcolato in misura percentuale sul valore dell’Imposta Regionale sulle Attività Produttive (IRAP) totale lorda dichiarata per l’anno 2017 e indicata, con il codice Regione 06, nel Quadro IR, colonna 8 dei righi da IR1 a IR8 del modello IRAP 2018.

È concesso, per i periodi di imposta 2019, 2020 e 2021, applicando le seguenti misure percentuali: 
– fino ad un importo del valore dell’imposta dovuta pari a 1.000,00 € il contributo viene concesso nella misura del 100%;
– per gli importi restanti maggiori di 1.000,00 € e fino all’importo di 5.000,00 € il contributo viene concesso nella misura del 50%.

Il contributo indicato sopra è raddoppiato per le imprese che, alla data di presentazione della domanda di contributo, sono in possesso della qualifica di:

–  “imprese innovative” ai sensi del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179 “Ulteriori misure urgenti per la crescita del paese”, convertito con modifiche dalla Legge 17 dicembre 2012, n. 221;
–  “esercizi polifunzionali” ai sensi dell’articolo 9 della Legge Regionale 5 luglio 1999, n. 14 “Norme per la disciplina del commercio in sede fissa in attuazione del D.Lgs. 31 marzo 1998, n. 1;
–  “imprese Slot freE-R”, e cioè quelle imprese inserite nell’elenco degli esercizi in possesso del marchio “Slot freE-R” di cui all’articolo 7 della Legge Regionale 4 luglio 2013, n. 5 “Norme per il contrasto, la prevenzione, la riduzione del rischio della dipendenza dal gioco d’azzardo patologico nonché delle problematiche e delle patologie correlate”.
 

Per le imprese costituite dal 1° gennaio 2018 il contributo previsto nel presente bando viene concesso in misura pari a 3.000 euro per ognuno dei periodi di imposta 2019, 2020 e 2021. Anche in questo caso, qualora le imprese siano in possesso delle qualifiche indicate nel precedente paragrafo, il contributo è raddoppiato.

In ogni caso, il contributo previsto nel presente bando non viene riconosciuto qualora il valore dell’Imposta Regionale sulle Attività Produttive (IRAP) totale lorda dovuta alla Regione Emilia-Romagna per l’anno 2017 e indicata nel Quadro IR Sezione I del modello IRAP 2018 sia superiore a 5.000 €.

I contributi previsti dal presente bando sono concessi nell’ambito del “Regime de minimis”.

Presentazione domanda

Le domande di contributo dovranno essere presentate, pena la non ammissibilità delle stesse, a decorre dalle ore 10:00 del giorno 30/09/2019 alle ore 13:00 del giorno 2/12/2019,  tramite l’applicativo web Sfinge 2020 .

Istruttoria delle domande di contributo

La procedura di selezione delle domande e valutazione dei progetti sarà di tipo valutativo a sportello ai sensi dell’articolo 5, comma 3 del D. Lgs.123/1998 e sarà effettuata secondo l’ordine cronologico della loro
. L'istruttoria di ciascuna domanda di contributo sarà conclusa entro il termine di 90 giorni decorrenti dalla data di chiusura dei termini per la presentazione delle domande.

Modalità di utilizzo del contributo

Il contributo concesso ai sensi del presente bando dovrà essere utilizzato, a titolo di credito di imposta, direttamente in dichiarazione IRAP a diminuzione dell’imposta dovuta alla Regione Emilia-Romagna.
particolare, il contributo dovrà essere riportato nel quadro IR Sez. I (Ripartizione della base imponibile determinata nei quadri IQ–IP–IC-IE IK sez. I e II) del modello IRAP per i seguenti periodi d’imposta: 2019 (dichiarazione IRAP 2020), 2020 (dichiarazione IRAP 2021) e 2021 (dichiarazione IRAP 2022). Per ciascun anno, pertanto, l’importo del contributo attribuito va sottratto dall’Irap lorda dovuta fino a concorrenza della stessa.
Di conseguenza il contributo di competenza di un anno se non utilizzato o utilizzato parzialmente non potrà essere utilizzato negli anni successivi e si considererà definitivamente perso.

Il credito d’imposta dovrà essere indicato nel quadro IS (Sez. XI Deduzioni/Detrazioni/Crediti d’imposta regionali) della dichiarazione IRAP relativa al periodo d’imposta di utilizzo del credito stesso.

Presentazione del bando da parte della giunta regionale

Il Presidente di Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, e l'Assessore alle attività produttive Palma Costi, presenteranno la misura in alcuni incontri pubblici.
nostre province sono previsti due incontri:

– Martedì 1 ottobre dalle 18.00 alle 20.00 a Pavullo n/F presso la sala consigliare Unione del Frignano in via Giardini 15

– Giovedì 17 ottobre dalle 18.00 alle 20.00 a Castelnovo né Monti presso l'oratorio Centro Don Bosco in via La Pieve 5

Informazioni

Per richiedere assistenza è sufficiente compilare il seguente modulo di richiesta o scrivere a: 
secofin@lapam.eu
893111

 

Allegati

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This