Torna all'elenco

Distributori di carburante: proroga dell’iscrizione all’anagrafe impianti

8 Febbraio 2018

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato sul proprio sito una nota nel quale specifica che per i titolari degli impianti di distribuzione carburante stradale e autostradale, l'obbligo di iscrizione all'anagrafe degli impianti è stato prorogato fino alla data del prossimo 24 agosto 2018.

Piattaforma informatica in arrivo (con annesse semplificazioni)

Sempre nella nota ministeriale, viene specificato che è in fase di preparazione una piattaforma informatica attualmente in corso di predisposizione che sarà a breve a disposizione sul sito web del Ministero, senza necessità di inviare nulla agli altri Enti (Regione Competente, Comune, Agenzia delle dogane e dei monopoli), al fine di ridurre gl ioneri amministrativi a carico delle imprese.

Da dove nasce l'obbligo di iscrizione all'anagrafe degli impianti

L'introduzione dell'obbligo di iscrizione all'anagrafe degli impianti di distribuzione di carburante è stata introdotta dalla Legge 124 del 4 agosto 2017. All'articolo 1 comma 100 e seguenti veniva infatti stabilito tale obbligo per le imprese nei 6 mesi successivi all'entrata in vigore del provvedimento, presentando contestualmente ad ognuno degli enti interessati (Ministero, Regione, Comune, Agenzia delle Dogane) una dichiarazione sostitutiva in ordine all'attestazione di compatibilità/incompatibilità dell'impianto rispetto alle previsioni regionali e statali in ordine alla sicurezza della circolazione stradale, e l'eventuale impegno all'adeguamento.

Oltre al rinvio dell'obbligo al 24 agosto 2018, è stato quindi stabilito il principio di una sola procedura al Ministero, che sarà esso stesso a condividere le informazioni ed il relativo inoltraro agli altri enti pubblici.

Richiesta Informazioni

Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

Sei già associato a Lapam Confartigianato? *

Please wait...

News correlate

Share This