Torna all'elenco

Lapam lancia i negozi temporanei per l’Expo

8 Gennaio 2015

«Il centro storico di Modena vive un periodo altalenante: da una parte l'apertura di grandi catene globali, dall'altra la chiusura di attività e i conseguenti spazi vuoti. In vista della Expo, per rendere la città più vivace e internazionale, perché non spingere sulla creazione di temporary store – negozi termporanei – che possano favorire anche attività del territorio che, altrimenti, non potrebbero avere una vetrina nel centro del capoluogo?».

La proposta è del presidente Lapam della Zona di Modena, Silvia Manicardi.

«L'idea – dice ancora – è semplice e consentirebbe da una parte di riempire spazi vuoti del centro e renderlo più accattivante per chi (modenese o ospite) passerà in quel periodo, dall'altra di offrire opportunità a imprenditori del settore commerciale di avere visibilità, naturalmente per un tempo definito e breve, e una vetrina nel salotto buono della città.

Questo tema è già emerso anche da parte della amministrazione comunale, ci sono ovviamente alcuni aspetti logistici e organizzativi da affrontare, ma noi stessi come associazione saremmo disponibili a supportare un progetto di questo genere per le imprese associate». «Modena – conclude Manicardi – ha bisogno di crescere e l'opportunità dell'Expo è senza dubbio ghiotta. Non possiamo permetterci di continuare a dibattere e avvitarci solo su un aspetto (l'ormai arcinota palazzina Vigarani, su cui peraltro abbiamo già espresso il nostro parere positivo), ma è necessario proseguire speditamente per rendere la nostra città all'altezza dei turisti che arriveranno. I temporary shop in centro storico rappresentano una opportunità, certamente non la sola o la principale, comunque da cogliere».

Gazzetta di Modena 8 gennaio 2015


«Avanti con il progetto temporary shop in centro»

Sempre dibattito a Modena dopo la decisione della giunta del sindaco Gian Carlo Muzzarelli di trasformare la storica palazzina Vigarani in una vetrina del buon cibo in vista di Expo 2015.
la petizione online per salvare la palazzina ha superato da giorni quota 2.000 adesioni (spiccano esperti e personalità culturali, anche l'International Council of Museums bacchetta Muzzarelli) e la pagina Facebook di riferimento segna quasi 3.800 like, non mollano la presa le associazioni di categoria. Lapam-Confartigianato, ad esempio, vuole i temporary shop. Se n'è già discusso in Comune, per ora senza passare ai fatti: «Non possiamo permetterci di continuare a dibattere e avvitarci solo su un aspetto (l'ormai arcinota palazzina Vigarani, su cui peraltro abbiamo già espresso il nostro parere positivo), ma è necessario proseguire speditamente per rendere la nostra città all'altezza dei turisti che arriveranno. I temporary shop in centro storico rappresentano una opportunità, certamente non la sola o la principale, comunque da cogliere», avanza la presidente Lapam della zona di Modena, Silvia Manicardi.

il Resto del Carlino MODENA gio, 8 gen 2015


Scopri tutte le attività di Lapam nell'ambito – Expo 2015

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This