Torna all'elenco

Modena, la banda ultra larga nel villaggio artigiano Torrazzi

28 Agosto 2017

Portare la banda ultra larga ai Torrazzi coinvolgendo pubblico e privato. E' questo l'obbiettivo che Comune di Modena e Lepida Spa, la società in house degli enti locali e della Regione Emilia Romagna, si sono posti per coprire con la banda ultra larga una delle aree produttive più densamente popolate di imprese della città e tuttavia ancora priva di questa infrastruttura. Una mancanza grave, segnalata anche da alcuni imprenditori intervistati nella nostra videoinchiesta "Villaggi Artigiani" e che ora potrebbe essere sanata grazie ad un progetto ambizioso e vantaggioso per le aziende dell'area, che prevede prezzi convenzionati per l'abbonamento al servizio.

Il progetto

Il modello proposto prevede che Lepida SpA progetti e diriga i lavori di posa della fibra ottica (cosiddetta dorsale) e che le aziende interessate coprano le spese di fornitura e posa del cavo in fibra ottica, fornendo l'equivalente di un contributo una tantum. Il cavo posato diviene di proprietà dell'ente pubblico e a tutti i soggetti contribuenti viene dato un diritto di uso pluriennale, rinnovabile, per un numero di fibre ottiche congrue alla necessità del servizio. L'ente pubblico mette a disposizione gratuitamente i tubi necessari alla infrastrutturazione e nulla è dovuto per il diritto d'uso. LepidaSpA opera come se fosse l'ente pubblico coinvolto. Per formalizzare l'accordo, si redigerà quindi una convenzione tra Comune, Lepida SpA e le imprese interessate. 

Attenzione: Le aziende che volessero chiedere l'utilizzo di questa infrastruttura in un secondo momento, lo faranno attraverso un separato accordo. Conviene quindi manifestare il proprio interesse quanto prima. 

Una volta realizzata la rete, la connettività è offerta ad ogni singola azienda per mezzo di un operatore contrattualizzato dalla singola impresa sulla base di una procedura pubblica di identificazione degli operatori effettuata da Lepida SpA, ponendo una tariffa massima al costo di connettività mensile 120/240/480/960/1920 euro al mese + IVA per 10/30/100/300/1000 Mbps simmetrici, con fornitura da parte degli operatori degli indirizzi IP V4 e V6 necessari senza alcun onere ulteriore. 

Manutenzione e assistenza

Lepida SpA è e rimane il soggetto che accende le fibre dell'impresa per portare il servizio all'operatore, per controllare l'operato e per verificare lo stato di funzionamento delle fibre a fini manutentivi. In caso di malfunzionamenti il riferimento per l'azienda è quindi l'operatore Lepida SpA.
Comune e le aziende incaricano quindi la società della manutenzione ordinaria per tutta la vita dell'infrastruttura. 

Realtà che hanno seguito questa strada

Tra le realtà che hanno già adottato il modello di cui sopra, compresi dei costi per infrastutturazione complessiva terminata su apparati pronti all'uso per operatore di TlC, segnaliamo:
(FC) due aziende 7mila euro
(PR) due aziende 7.500 euro
Castella (RE) nove aziende 5.100 euro
(FC) 16 aziende 7mila euro
di Reno (BO) 17 aziende 8.100 euro
 

Per maggiori informazioni

Livio Lazzari
.lazzari@lapam.eu
893111

 

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This