Torna all'elenco

Noi Impresa – maggio 2016

24 Maggio 2016

Ma il credito resta un Problema

Editoriale del Segretario Generale Carlo Alberto Rossi

La notizia è stata data a metà maggio dall'ufficio studi Confartigianato ed è preoccupante: nonostante gli interventi della Banca Centrale Europea, nono stante una flebile ripresa, nonostante il dato che le Pmi sono 'buoni' pagatori, il credito alle imprese di piccole o medie dimensioni è calato nei quattro anni che vanno dal 2011 al 2015 di 11 miliardi di euro.

E' vero che le politiche espansive della Banca Centrale Europea, grazie a Mario Draghi, faranno effetto in particolare da questo 2016 e che gli anni dal 2011 al 2014 sono stati davvero terribili, resta il fatto che a pagare maggiormente la stretta creditizia, il cosiddetto 'credit crunch', sono state in modo particolare le piccole imprese, più che i grandi gruppi. E' la dimostrazione che l'attenzione del mondo bancario per i piccoli, con qualche lodevole eccezione, resta piuttosto bassa e che è necessario tornare a 'fare banca' come una volta, premiando le imprese del territorio, le idee innovative, la voglia di intraprendere. Anche per questo, come Lapam Confartigianato, abbiamo promosso una nuova edizione del Master Giovani e Credito, un modo per le imprese nuove di trovare soluzioni alle risposte che, da sempre, si fanno gli imprenditori che avviano un'impresa. Poi, è chiaro, attendiamo risposte a favore delle Pmi ben più decisive dal mondo politico e finanziario.

Allegati

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This