Torna all'elenco

Assegnazioni ai soci verso la riapertura

5 Ottobre 2016

assegnazione agevolata dei beni ai soci

Sarà giocoforza la legge di Bilancio il veicolo con cui tramutare in realtà le speranze delle imprese di una riproposizione dell’assegnazione agevolata dei beni ai soci e delle trasformazioni societarie.

La difficoltà di trovare un provvedimento per allungare i termini rispetto alla scadenza del 30 settembre hanno caratterizzato queste ultime settimane, in cui le associazioni di categoria hanno a più riprese invocato una proroga data la complessità della materia e l’accavallarsi con gli altri adempimenti di fine mese (su tutti la trasmissione telematica del modello Unico).

L’ipotesi più probabile e a cui si sta lavorando, però, al momento è quella di riaprire le porte dell’assegnazione ai soci a partire dal 1° gennaio 2017. Una chance che dovrebbe, pertanto, “maturare” nel giro delle prossime settimane in cui i tecnici dell’Esecutivo definiranno il menù degli interventi da inserire in quella che una volta si chiamava Finanziaria.

Una riapertura sostenuta dalla considerazione che sarebbe una delle misure “portatrici” di gettito. Sono tre le componenti, infatti, da cui potranno derivare risorse da questo fronte: imposta sostitutiva sulle assegnazioni (8% che diventa il 10,5% in caso di società di comodo), imposta di registro e imposta sostitutiva per l’estromissione di beni strumentali dal patrimonio dell’impresa individuale.

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This