Torna all'elenco

Comunicazione telematica per i medici entro il 31 gennaio 2016

10 Dicembre 2015

Con il DM 31.07.2015, sono state fissate le regole che i soggetti obbligati devono seguire per inviare in via telematica fatture e scontrini per prestazioni sanitarie al Sistema Tessera Sanitaria (STS). Le strutture sanitarie e i medici trasmettono in via telematica al STS i dati relativi alle spese sanitarie comprensivi del codice fiscale riportati sulla tessera sanitaria, nonché quelli relativi a eventuali rimborsi. Le specifiche tecniche relative alla trasmissione telematica dei dati sono pubblicate sul sito internet del Sistema Tessera Sanitaria www.sistemats.it

L'art.3, comma 3, Dlgs n. 175/2014, prevede che il STS, metta a disposizione dell'Agenzia le informazioni riguardanti le spese sanitarie sostenute dai cittadini, ai fini della predisposizione della dichiarazione dei redditi precompilata. A tal fine le aziende sanitarie locali, le aziende ospedaliere, gli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, le farmacie (pubbliche e private), gli iscritti all'Albo medici chirurghi e odontoiatri, ecc…, devono inviare al Sistema tessera sanitaria i dati relativi alle prestazioni erogate nel 2015, ai fini della loro messa a disposizione da parte dell'Agenzia delle Entrate. L'invio di questi dati deve avvenire entro il 31.01.2016 e sarà relativo all'emissione degli scontrini e delle fatture emesse nel 2015.

Nello specifico, gli iscritti all'albo dei medici chirurghi e degli odontoiatri dovranno trasmettere i dati relativi a: spese per prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale esclusi gli interventi di chirurgia estetica; visite mediche generiche e specialistiche o prestazioni diagnostiche e strumentali; prestazioni chirurgiche ad esclusione della chirurgia estetica; interventi di chirurgia estetica ambulatoriali o ospedalieri; certificazioni mediche; altre spese sostenute dagli assistiti, non comprese nell'elenco. I dati da comunicare al Sistema Sanitario Nazionale per ciascuna spesa o rimborso sono: codice fiscale del contribuente o del familiare a carico cui si riferisce la spesa o il rimborso; codice fiscale o partita IVA e cognome e nome o denominazione del soggetto che ha emesso il documento fiscale; data del documento fiscale che attesta la spesa; tipologia della spesa; importo.


Notiziario Numero #17 – a cura dell'ufficio Fiscale di Lapam Confartigianatio Imprese

Rimborsi chilometrici agli associati deducibili in misura ridotta
Sanzioni light per ritoccare la dichiarazione «infedele»
IVA Risoluzione 98/E: i medici convenzionati SSN esonerati dalla fatturazione elettronica
IRES / IRPEF / IRAP Hong Kong fuori dalla Black List
IRES / IRPEF / IRAP Novità sulle sanzioni per le violazioni in materia di certificazione unica
IRES / IRPEF / IRAP Perdite su crediti con più certezze
IRES / IRPEF / IRAP Assegnazione dei beni d'impresa: ecco quando conviene
Seconda rata a saldo TASI e IMU entro i l 16.12
Esenzione TASI per l’abitazione principale: Ddl di Stabilità 2016 
Comunicazione telematica per i medici entro il 31 gennaio 2016
Ddl di Stabilità 2016: bonus mobili a due vie
Zone Franche Urbane: dal 21 dicembre la richiesta di agevolazione per la ZFU Emilia

Scadenziario "Fiscale" – Dicembre 2015

 

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This