Torna all'elenco

Deposito temporaneo dei rifiuti: cosa dispone il Ministero dell’Ambiente

Sollecitato dalla nostra organizzazione, il Ministero dell'Ambiente ha emanato una circolare (in allegato ndr.) diretta a Regioni, Province e Comuni con la quale vengono fornite indicazioni per gestire le criticità̀ nella gestione dei rifiuti per effetto dell’emergenza Covid-19.

Le indicazioni per il deposito temporaneo dei rifiuti

In particolare le indicazioni per il deposito temporaneo rifiuti prevedono che gli Enti locali hanno la facoltà di:

–  raddoppiare i quantitativi dei rifiuti per il deposito temporaneo fino a 60 metri cubi di cui 20 metri cubi massimo di rifiuti pericolosi;
–  prolungare il limite annuale da 12 mesi fino a 18 mesi.

La circolare fornisce indicazioni anche in merito al deposito dei rifiuti urbani presso i centri di raccolta comunali, alle capacità di stoccaggio degli impianti, allo smaltimento in discarica e all’incenerimento rifiuti.

Regione Emilia Romagna

Ad oggi, (lunedì 30 marzo ndr.) Regione Emilia Romagna ha emanato una delibera di giunta che differisce tutti i termini delle AIA e delle AUA rilasciate sul proprio territorio, così come previsto dall'art.103 del Decreto Legge n°18, detto "Cura Italia (leggi qui), definendo anche i rinvii dei controlli, degli autocontrolli e della trasmissione periodica dei dati (la trovate in allegato ndr.). 

Per maggiori informazioni

PAS Servizio Ambiente e Sicurezza
Cadonici 
sonia.cadonici@lapam.eu

Allegati

Richiesta Informazioni

Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

Sei già associato a Lapam Confartigianato? *

Please wait...

News correlate

Share This