Torna all'elenco

Disciplina IMU degli immobili concessi in comodato a parenti

8 Febbraio 2016

La Legge di Stabilità 2016, all'art. 1, comma 10, ha rivisto il trattamento ai fini IMU dell'unità immobiliare concessa in comodato ad un parente in linea retta entro il primo grado (genitori o figli) che la utilizza come abitazione principale, ora disciplinato dalla nuova lett. 0a) introdotta nel comma 3 dell'art. 13, D.L. n. 201/2011. Tale fattispecie non rientra quindi più nella potestà regolamentare del Comune.

In particolare, ai sensi della citata lett. 0a), la base imponibile IMU è ridotta del 50% per le unità immobiliari, escluse quelle "di lusso" (A/1, A/8 e A/9), concesse in comodato a parenti in linea retta entro il primo grado che la utilizzano come abitazione principale a condizione che:

– il contratto di comodato sia registrato;
– il comodante:

– possieda un solo immobile in Italia, oltre all'abitazione principale non di lusso sita nel Comune in cui è ubicato l'immobile concesso in comodato;
– risieda anagraficamente e dimori abitualmente nello stesso Comune in cui è situato l'immobile concesso in comodato.

Al fine di poter fruire di tale agevolazione il comodante deve presentare la dichiarazione IMU per attestare il possesso dei requisiti richiesti.

Inoltre, in merito al possesso si un unico immobile in Italia o, al più uno oltre a quello che costituisce abitazione principale per il comodante, durante Telefisco 2016, i funzionari dell'Agenzia delle entrate hanno precisato che in questo contesto per immobili si intendono quelli abitativi, pertanto il contribuente che oltre alla propria abitazione principale e a quella data in comodato, possieda terreni o altri immobili non abitativi, potrà avvalersi dell'agevolazione.


Notiziario Fiscale Numero #19 – a cura dell'ufficio Fiscale di Lapam Confartigianatio Imprese

Disciplina IMU degli immobili concessi in comodato a parenti: Legge di Stabilità 2016
Esenzione IRAP per medici ospedalieri: Legge di Stabilità 2016
Bonus dispositivi risparmio consumo energetico: Legge di Stabilità 2016
Agenzia delle entrate: Ampliati i termini di accertamento
Imprenditore individuale e estromissione immobile strumentale
Società di capitali: comunicazioni di irregolarità via Pec per l'anno 2013
Professionisti senza studi di settore forse già dal 2016
Immobili destinazione speciale e particolare. L’aggiornamento della rendita catastale elimina l’Imu sugli “imbullonati”
Canone RAI: vecchie regole per gli abbonamenti speciali
Pagamenti in contante ammessi fino a 3mila euro
Legge di stabilità 2016 – Opportunità e Agevolazioni per Imprese e Privati

Scadenziario "fiscale" – febbraio 2016

Per maggiori informazioni

Per cogliere questa opportunità, o richiedere maggiori informazioni, è sufficiente compilare questo modulo e sarete ricontattati.

Sei associato? *

Please wait...

News correlate

Share This