Torna all'elenco

Ritenuta d’acconto: ok allo scomputo anche senza certificazione

11 Aprile 2016

Scomputo senza certificazione

Se un soggetto che ha regolarmente applicato nella propria parcella la ritenuta d'acconto non riceva alcuna certificazione attestante il corretto versamento della stessa da parte del sostituto d'imposta, può comunque scomputare la ritenuta subita.
E' quanto è emerso da una risposta dell'Agenzia delle Entrate nel corso del question time del 10 marzo.

Le Entrate ricordano che sulla stessa materia si era già espressa con la Risoluzione n.68/E/2009 e ribadisce che, esibendo la fattura e la documentazione idonea a comprovare che l’importo incassato dal sostituito d’imposta è al netto della ritenuta, nonché una dichiarazione sostitutiva di atto notorio attraverso la quale lo stesso contribuente attesti che la documentazione si riferisce a tale fattura, che deve essere stata anche regolarmente contabilizzata, la ritenuta è scomputabile anche senza il ricevimento della certificazione.


Notiziario Fiscale Numero #21

Entrate tributarie in crescita nel 2015 e a gennaio 2016
Ritenuta d'acconto: ok allo scomputo anche senza certificazione
Credito d'imposta per attività di ricerca e sviluppo
Canone RAI in bolletta: entro il 30 aprile l'autocertificazione per evitarlo
Operazioni black list – comunicazioni rinviate a settembre
Bonus mobili "giovani coppie": Circolare delle Entrate
Studi di settore 2015: approvati i correttivi anticrisi
5 per mille 2016: aperta la campagna di iscrizione agli elenchi
Spesometro anno 2015: non vanno trasmessi i dati già inviati al Sistema Tessera Sanitaria
I chiarimenti dell'Agenzia sul regime forfetario
Agevolazioni: detrazione fiscale Iva per immobili classe energetica A-B

Scadenziario – aprile 2016

 

Per maggiori informazioni

Per cogliere questa opportunità, o richiedere maggiori informazioni, è sufficiente compilare questo modulo e sarete ricontattati.

Sei associato? *

Please wait...

News correlate

Share This