Torna all'elenco

Lavori usuranti, entro il 31 marzo va inoltrata la comunicazione al Ministero del lavoro

18 Marzo 2021

Il 31 marzo scade il termine per l’inoltro telematico al Ministero del lavoro sulle lavorazioni usuranti svolte nel corso dell’anno 2020 (modello LAV_US). Quest’obbligo è in capo ai datori di lavoro di attività che presentino particolari rischi, o che risultino usuranti ai sensi di quanto previsto dal d.lgs. 67/2011.

In quali casi deve essere inviato il modello sul lavori usuranti

Il modello deve essere inviato nel caso in cui:

a)  vi siano lavoratori impegnati in mansioni particolarmente usuranti (vedi ex art. 2 D.M. 19 maggio 1999), quali:

  • lavori in galleria, cava o miniera;
  • lavori in cassoni ad aria compressa;
  • lavori svolti dai palombari;
  • lavori ad alte temperature;
  • lavorazione del vetro cavo;
  • lavori espletati in spazi ristretti, con carattere di prevalenza e continuità ed in particolare delle attività di costruzione, riparazione e manutenzione navale, le mansioni svolte continuativamente all’interno di spazi ristretti, quali intercapedini, pozzetti, doppi fondi, di bordo o di grandi blocchi strutture;
  • lavori di asportazione dell’amianto.

b)  vi siano “lavoratori notturni” ai sensi dello stesso d.lgs. 67/2011, ovvero:

  • lavoratori che, nell’ambito di una organizzazione a turni, prestino la loro attività nel periodo notturno (intervallo temporale di almeno sette ore consecutive comprendenti l’intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino) per almeno 6 ore per un numero minimo di giorni lavorativi all’anno non inferiore a 64 per coloro che maturano i requisiti per l’accesso anticipato alla pensione dal 1° luglio 2009 ;
  • lavoratori che prestino la loro attività per almeno tre ore nell’intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino, per periodi di lavoro di durata pari all’intero anno lavorativo;

c)  vi siano lavoratori dipendenti di imprese per le quali operino le voci di tariffa INAIL elencate nell’allegato 1 al d.lgs 67/11 (riportato unitamente alla presente) che prestino attività “a catena”;

d)  conducenti di veicoli, di capienza complessiva non inferiore a 9 posti, adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo.

Lavoratori con contratti di somministrazione

In merito ai lavoratori somministrati, soggetti obbligati all’invio del modello relativo al lavoro usurante/notturno sono le imprese utilizzatrici, con riguardo ai lavoratori “somministrati” impegnati nel lavoro a catena e nel lavoro notturno.

In caso di fusione di aziende

Nell’ipotesi di fusione tra due aziende, da cui derivi l’estinzione dell’azienda incorporata, l’obbligo di invio della comunicazione riguardante il lavoro usurante/notturno è in capo all’azienda incorporante.

Come si effettua la comunicazione

L’effettuazione dell’adempimento da parte del datore di lavoro, o di un soggetto da lui delegato, avviene previo accreditamento sul sito Cliclavoro.it.

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate

    Share This