Torna all'elenco

Le nuove “Linee guida” per le attività della ristorazione

Sabato 29 maggio il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha emanato un’ordinanza contenente le nuove “Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali” (ne abbiamo parlato qui). In sostanza le nuove linee guida aggiornano e sostituiscono le “vecchie”, allegate al DPCM del 2 marzo 2021.

Le novità per il settore della ristorazione

Tra le novità più rilevanti per il settore della ristorazione è bene segnalare:

  • dal 1°giugno 2021 è possibile consumare sia a pranzo che a cena all’interno dell’esercizio di ristorazione
  • l’obbligo della mascherina è previsto soltanto quando ci si trovi in piedi nel locale

Per quanto riguarda invece la consumazione al tavolo, dopo la confusione iniziale, il Ministero della Salute ha emesso il 4 giugno un’Ordinanza che impone:

“Fino al 21 giugno 2021, in zona bianca il consumo al tavolo negli spazi al chiuso è consentito per le attività dei servizi di ristorazione per un massimo di 6 persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi.”

Quindi, in zona bianca all’aperto non ci sono limitazioni di persone sedute al tavolo, mentre al chiuso è stato allargato a 6 il numero massimo di persone che possono sedere allo stesso tavolo, salvo che siano tutti conviventi. In zona gialla resta invece il limite di 4 persone, salvo che siano tutti conviventi, sia all’aperto che al chiuso.

Restano poi confermate le misure di distanziamento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti di tavoli diversi, sia all’interno che all’esterno dei locali, con la possibilità di una riduzione solo con barriere fisiche di separazione, purché non limitino il ricambio d’aria. A questo proposito ricordiamo che resta l’obbligo di mantenere aperte porte, finestre e vetrate (a condizione che il meteo lo consenta ndr.). È inoltre auspicato l’utilizzo della prenotazione con compilazione di un elenco di prenotati da conservare per almeno 14 giorni.

Il numero massimo di presenze consentite contemporaneamente, all’aperto e al chiuso, dovrà essere stabilito in relazione al volume di spazio e ai ricambi d’aria e in ogni caso non potrà superare il numero di posti a sedere. Laddove non ci siano posti a sedere all’interno dei locali, l’ingresso è consentito a un numero limitato di clienti, in base alle caratteristiche dei singoli locali, sempre in modo da garantire il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli avventori.

È inoltre indispensabile evitare la possibilità che si formino assembramenti al di fuori del locale anche prendendo misure specifiche (indicazioni, cartelli, etc…).

Ricordiamo infine che a partire dal 7 giugno, tranne nelle zone bianche, il coprifuoco è spostato dalle ore 24:00 alle ore 5:00 per poi essere definitivamente abrogato dal 21 giugno (ne abbiamo scritto qui).

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate

    Share This