Torna all'elenco

Novità IMU

12 Gennaio 2016

Immobili in comodato a parenti

In sede di approvazione è stato rivisto il trattamento dell’unità immobiliare concessa in comodato ad un parente in linea retta entro il primo grado che la utilizza come abitazione principale, ora disciplinato dalla nuova lett. 0a) introdotta nel comma 3 dell’art. 13, DL n. 201/2011. Tale fattispecie non rientra quindi più nella potestà regolamentare del Comune.

In particolare, ai sensi della citata lett. 0a), la base imponibile IMU è ridotta del 50% per le unità immobiliari, escluse quelle di lusso” (A/1, A/8 e A/9), concesse in comodato a parenti in linea retta entro il primo grado che la utilizzano come abitazione principale a condizione che:

– il contratto sia registrato
– il comodante
– possieda un solo immobile in Italia, oltre all’abitazione principale non di lusso sita nel Comune in cui è ubicato l’immobile concesso in comodato
– risieda anagraficamente e dimori abitualmente nello stesso Comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato

Al fine di poter fruire di tale agevolazione il comodante deve presentare la dichiarazione IMU per attestare il possesso dei requisiti richiesti.

Esenzione terreni agricoli

È confermata la rivisitazione della tassazione applicabile ai terreni agricoli. In particolare, è riconosciuta l’esenzione IMU per i terreni agricoli:

– ricadenti in aree montane e di collina in base ai criteri individuati dalla CM 14.6.93, n. 9
– ​posseduti e condotti da coltivatori diretti / IAP iscritti alla previdenza agricola, indipendentemente dalla loro ubicazione
– ubicati nei Comuni delle isole minori di cui all’Allegato A della Legge n. 448/2001
– ad immutabile destinazione agro-silvo-pastorale a proprietà collettiva indivisibile e inusucapibile

Esenzione immobili cooperative edilizie

In sede di approvazione, integrando l’art. 13, comma 2, lett. a), DL n. 201/2011, l’esenzione IMU prevista per le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari è riconosciuta anche nel caso in cui gli immobili di dette cooperative siano destinati a studenti universitari soci assegnatari, anche in deroga al richiesto requisito della residenza anagrafica.

Riduzione IMU immobili locati a canone concordato

In sede di approvazione, inserendo il nuovo comma 6-bis all’art. 13, DL n. 201/2011, è disposto che per gli immobili locati a canone concordato di cui alla Legge n. 431/98, l’ammontare dell’IMU dovuta, così come risultante dall’applicazione dell’aliquota fissata dal Comune, è ridotto del 25% (va versato il 75%).


Notiziario Fiscale Numero #18 – a cura dell'ufficio Fiscale di Lapam Confartigianatio Imprese

Rinvio aumento aliquote Iva
Novità IMU
Novità TASI
Novità IVIE
Utilizzo del contante e pagamenti elettronici
Blocco aumenti tributi / addizionali 2016
Detrazione Iva acquisto unità immobiliare residenziale
Esenzione IRAP agricoltura
Proroga detrazioni per recupero edilizio e risparmio energetico
Bonus mobili ed elettrodomestici giovani coppie
Leasing agevolato prima casa
Maxi ammortamenti
Regime forfetario
Assegnazione agevolata beni d'impresa
Estromissione immobile imprenditore individuale
Note di variazione ai fini Iva
Nuova rateazione cartelle
Riscossione canone RAI
Detassazione premi di produttività

Scadenziario "fiscale" – gennaio 2016

 

Per maggiori informazioni

Per cogliere questa opportunità, o richiedere maggiori informazioni, è sufficiente compilare questo modulo e sarete ricontattati.

Sei associato? *

Please wait...

News correlate

Share This