Torna all'elenco

Novità sulla segnaletica stradale in presenza di traffico veicolare

3 Aprile 2019

Decreto che individua i criteri generali di sicurezza ai sensi dell’art. 161, comma 2-bis, del Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81. In vigore a trenta giorni dalla pubblicazione i Gazzetta e revisionato almeno ogni tre anni. Il provvedimento è stato pubblicato per aggiornare il decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro della salute e con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti del 4 marzo 2013” che viene abrogato. Si applica alle attività per il segnalamento temporaneo indicate dall’articolo 2 del disciplinare tecnico del Ministero dei Trasporti del 10 luglio 2012. Riporta criteri per l’apposizione della segnaletica stradale, per la formazione e per l’uso corretto dei Dpi con le relative indicazioni dettagliate sulla posa in sicurezza e sulla formazione inserite negli allegati I e II.

Allegato I

Le procedure di apposizione della segnaletica per la delimitazione di cantieri stradali in presenza di traffico veicolare interessano i gestori delle infrastrutture e le imprese appaltatrici esecutrici o affidatarie che devono evidenziarne l’avvenuto utilizzo nei documenti previsti dagli articoli 17, 26, 96 e 100 del decreto legislativo n. 81 del 2008. Possono utilizzare tali criteri o altri equivalenti “per le situazioni non disciplinate nel medesimo allegato”. I datori di lavoro del gestore e delle imprese devono assicurare formazione informazione e addestramento degli addetti all’attività di apposizione, integrazione e rimozione della segnaletica, seguendo le disposizioni previste dal secondo allegato.

Per l’individuazione delle tratte omogenee vengono presi in considerazione almeno i seguenti elementi, non esaustivi, in relazione alla loro localizzazione ed alle caratteristiche geometriche:

– ambito extraurbano o urbano;
– tipologia di strada, a doppia o singola carreggiata;
– numero di corsie per senso di marcia;
– larghezza delle corsie ridotta rispetto allo standard;
– presenza o assenza della corsia di emergenza e/o della banchina;
– criticità del tracciato plano altimetrico;
– presenza di opere d’arte (ponti, viadotti, cavalcavia, etc.) e/o di altri elementi che riducono le distanze di visuale libera e/o che producono restringimenti puntuali della piattaforma;
– presenza di gallerie e/o di altri elementi che riducono le distanze di visuale libera e/o che producono restringimenti puntuali della piattaforma.

Gli aspetti trattati dall’allegato I “Criteri minimi per la posa, il mantenimento e la rimozione della segnaletica di delimitazione e di segnalazione delle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare” sono:

– Criteri generali di sicurezza;
– Spostamento a piedi;
– Veicoli operativi;
– Entrata ed uscita dal cantiere;
– Situazioni di emergenza;
– Segnalazione e delimitazione di cantieri fissi;
– Segnalazione di interventi all’interno di gallerie con una corsia per senso di marcia.

L’allegato II

Schema di corsi di formazione per preposti e lavoratori, addetti alle attività di pianificazione, controllo e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgano in presenza di traffico veicolare:

– Destinatari dei corsi. Soggetti formatori e sistema di accreditamento;
– Requisiti dei docenti;
– Organizzazione dei corsi di formazione;
– Articolazione e contenuti del percorso formativo;
– Sedi della formazione;
– Metodologia didattica;
– Valutazione e verifica dell’apprendimento;
– Modulo di aggiornamento;
– Registrazione sul fascicolo informatico del lavoratore.

I Dpi sono trattati nell’articolo 4 e devono essere conformi al Titolo III del decreto legislativo n. 81 del 2008, con ulteriori previsioni per le diverse categorie stradali, norme specifiche e decreti inerenti.

Richiesta Informazioni

Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

Sei già associato a Lapam Confartigianato? *

Please wait...

News correlate

Share This