Torna all'elenco

Reverse charge su Console, Tablet Pc e Laptop

Reverse Charge

Dal 2 maggio e fino al 31 dicembre 2018, saranno soggette al reverse charge le cessioni verso tutti i soggetti passivi Iva (anche se utilizzatori finali) di console da gioco, tablet Pc (tablet dotati di sistemi operativi che li fanno funzionare come computer) e laptop (pc portatili). La fattura dovrà essere emessa senza Iva, con la dicitura «inversione contabile» e con l’eventuale indicazione della norma di riferimento, cioè l’articolo 17, comma 6, lettera c) del D.P.R. n. 633/1972.

Per le altre tipologie di personal computer si continuerà ad applicare il normale regime Iva.

Sono entrate in vigore ieri, infatti, le norme del D.Lgs. n. 24/2016, che ha esteso alla vendita di questi beni l’inversione contabile già prevista per le «cessioni di dispositivi a circuito integrato» effettuate prima della loro installazione in prodotti destinati al consumatore finale.


Notiziario Fiscale Numero #22

Detrazione per leasing abitativo: requisiti di età e di reddito alla data della stipula
Sabatini-ter, domande a partire dal 2 maggio
Rateazione debiti tributari: riammissione con versamento entro il 31 maggio 2016
Interessi di mora più bassi dal 15 maggio 2016
Versamenti delle somme dovute a seguito di controlli: chiarimenti dalle Entrate
Agevolazioni Zfu Emilia per sisma e alluvione: i criteri del bonus
Fotovoltaico senza rendita catastale
Catasto digitale al via
Reverse charge su console, tablet Pc e laptop
Fissato il limite di detraibilità per i corsi universitari non statali: Decreto MIUR
Zanetti: dichiarazioni integrative, termini da uniformare

 

Scadenziario – maggio 2016

 

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This