Torna all'elenco

Scadenziario “Fiscale” – Aprile 2016

11 Aprile 2016

Lunedì 11 aprile

Spesometro: comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini Iva per il 2015

Entro oggi (il 10 aprile cade in domenica) è previsto l'obbligo di comunicare le cessioni di beni e delle prestazioni di servizio rese e ricevute dai soggetti passivi IVA mensili nel 2015.

Sotto il profilo oggettivo la comunicazione riguarda tutte le operazioni attive e passive rilevanti ai fini IVA:

– di qualsiasi importo, se soggette all’obbligo di emissione della fattura;
– di importo non inferiore a 3.600 euro, al lordo dell’IVA, se non soggette all’obbligo di emissione della fattura.

Tuttavia, per le operazioni per le quali è previsto l’esonero dalla fatturazione, il limite di 3.600 euro, non opera nel caso in cui sia stata emessa la fattura o su base volontaria o su richiesta del cliente, in luogo dello scontrino o della ricevuta fiscale.

La comunicazione va effettuata per via telematica attraverso Fisconline o Entratel oppure avvalendosi degli intermediari abilitati alla trasmissione delle dichiarazioni.

Comunicazione dei dati dei contratti di leasing, locazione e noleggio relativi al 2015

Scade oggi (il 10 aprile cade in domenica) il termine per comunicare i dati relativi ai contratti di leasing, locazione e noleggio relativamente alle operazioni poste in essere nel 2015, se viene utilizzato il modello polivalente previsto per lo spesometro.

Comunicazione annuale "black list"

Dopo la modifica dei termini di presentazione delle comunicazioni black list ad opera del d.lgs 175/2014 la comunicazione black list del 2015 è annuale.

Le nuove disposizioni previste dal Decreto Semplificazioni prevedono che la comunicazione black list avvenga tramite il modello polivalente e coincide con la presentazione dello Spesometro 2016.

I contribuenti mensili che nel corso del 2015, hanno intrattenuto rapporti commerciali con soggetti passivi residenti in uno dei paesi black list, effettuando cessioni o prestazioni complessivamente superiori a 10.000 euro, devono assolvere l'obbligo annuale comunicazione Black List 2016, mediante la compilazione e l'invio telematico all'Agenzia delle Entrate.

N.B.: Con un comunicato stampa del 24 marzo scorso, l'Agenzia delle entrate ha annunciato l'emanazione di un provvedimento di proroga della comunicazione black list al 20 settembre 2016. Pertanto la presente scadenza è da intendersi rinviata al 20.9.2016.

Venerdì 15 aprile

Fattura differita

 

 

Ultimo giorno utile per l'emissione delle fatture relative alle cessioni di beni (comprovate da documenti di trasporto) spediti o consegnati nel mese precedente.

Modello 730 precompilato

Dal 15 aprile 2016, l'Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei titolari di redditi di lavoro dipendente e assimilati, in forma telematica, il modello 730 precompilato.

Sarà il contribuente a decidere se accedere al modello direttamente tramite Fisconline, tramite il proprio sostituto d’imposta che presta assistenza fiscale o attraverso un Caf o professionista abilitato, in questo caso deve consegnare al sostituto o all’intermediario un’apposita delega per l’accesso al 730 precompilato. Sarà il contribuente a decidere se accettare senza modifiche o modificare il modello 730/2016 Precompilato.

Lunedì 18 aprile

Iva: annotazioni e versamenti mensili

I contribuenti IVA mensili devono liquidare il tributo dovuto per il mese di marzo ed effettuare il relativo versamento utilizzando il Modello F24.

Codice tributo – 6003 versamento IVA mensile marzo

N.B. I soggetti con volume d'affari, riferito all’anno solare precedente, non superiore a

– 400.000 euro, se esercenti attività di prestazioni di servizio ovvero arti e professioni;
– 700.000 euro, se esercenti altre attività, a seguito di specifica opzione, possono continuare ad effettuare le liquidazioni e i versamenti "trimestrali", maggiorando l'importo da versare dell’1%;

I contribuenti "mensili" che si avvalgono di terzi (associazioni, studi professionali, ecc.) per la tenuta della contabilità, tramite opzione, possono effettuare la liquidazione ed il versamento relativo al mese di marzo, sulla base delle registrazioni del mese di febbraio.

Iva: versamento saldo dichiarazione annuale – rateazione

Scade oggi il termine per il versamento della seconda rata dell'IVA scaturente dalla dichiarazione annuale presentata in forma autonoma relativa all'anno 2015, con l'applicazione degli interessi dello 0,33% mensile a decorrere dal 16 marzo.

Codice tributo – 6099 versamento Iva sulla base della dichiarazione annuale.

Ritenute su Redditi di lavoro autonomo

Versamento delle ritenute operate nel mese di marzo 2016, relative a redditi di lavoro autonomo.

Codice tributo – 1040 Ritenute su redditi di lavoro autonomo

 

IRPEF- Altre ritenute alla fonte

Versamento delle ritenute operate nel mese di marzo 2016 relative a:

– rapporti di mediazione e rappresentanza di commercio codice tributo-1038
– contratti di associazione in partecipazione con apporto di solo lavoro codice tributo –1040
– contratti di associazione in partecipazione con apporto di capitale o misto codice tributo- 1030

versamento delle ritenute operate a gennaio dai condomini :

– codice tributo-1019 a titolo di IRPEF
– codice tributo-1020 a titolo di IRES

IVA – Contribuenti Minimi e Forfettari

Scade il termine per il versamento dell'IVA dovuta, da parte dei contribuenti che hanno aderito al regime dei minimi o al regime forfettario, in seguito all'integrazione delle fatture riguardanti gli acquisti intracomunitari e ad altri acquisti in relazione ai quali il contribuente risulti debitore d'imposta per effetto del reverse charge.

Mercoledì 20 aprile

Spesometro – Comunicazione dati operazioni rilevanti ai fini IVA dell'anno 2015

Entro oggi è previsto l'obbligo di comunicare le cessioni di beni e delle prestazioni di servizio rese e ricevute dai soggetti passivi IVA trimestrali nel 2015.

Per le sole operazioni per le quali non è previsto l'obbligo di emissione della fattura la comunicazione telematica deve essere effettuata qualora le operazioni stesse siano di importo non inferiore ad euro 3.600 comprensivo di IVA.

La comunicazione va effettuata per via telematica attraverso Fisconline o Entratel oppure avvalendosi degli intermediari abilitati alla trasmissione delle dichiarazioni.

Comunicazione annuale "black list"

Comunicazione rinviata al 20 settembre 2016 (vedi sopra)

Soggetti aderenti al regime speciale "MOSS" (Mini one stop shop)

Scade oggi il termine di versamento dell'IVA relativa al 1° trimestre 2016 per le operazioni di telecomunicazione, teleradiodiffusione e servizi tramite mezzi elettronici effettuate da soggetti passivi IVA nei confronti di soggetti non passivi Comunitari.

IVA Intracomunitaria – Presentazione Modelli INTRASTAT mensili e trimestrali

Entro oggi si deve effettuare l'invio telematico degli elenchi riepilogativi delle cessioni, degli acquisti e dei servizi intracomunitari, registrati o soggetti a registrazione, da parte dei soggetti tenuti alla presentazione degli elenchi Intrastat.

I Soggetti con obbligo di presentazione degli elenchi Intrastat con periodicità:

– mensile devono presentare gli elenchi Intrastat delle cessioni e/o degli acquisti e prestazioni di servizi resi e/o ricevuti intracomunitari effettuati nel mese di marzo 2016;
– trimestrale devono presentare gli elenchi Intrastat delle cessioni e/o acquisti e prestazioni di servizi resi e/o ricevuti intracomunitari effettuati nel 1° trimestre 2015.

IVA – Invio Dichiarazioni d'intento

A seguito dell'art. 20 del D.Lgs. "Semplificazioni", la comunicazione telematica delle dichiarazioni d’intento è effettuata direttamente dall'esportatore abituale.

Quest’ultimo, una volta ottenuta la ricevuta di presentazione telematica, dovrà consegnare al proprio fornitore ovvero in dogana, la dichiarazione d’intento unitamente alla ricevuta di presentazione.

In capo al cedente/prestatore (fornitore) è previsto:

– l'obbligo di riscontrare con modalità telematica l'avvenuta presentazione della dichiarazione d'intento da parte dell'esportatore abituale;
– riepilogare nella dichiarazione IVA annuale i dati delle dichiarazioni d’intento ricevute.

Al cedente/prestatore, che effettuerà cessioni/prestazioni prima di aver ricevuto da parte del cessionario/committente la dichiarazione d’intento con la relativa ricevuta di invio telematico all’Agenzia delle Entrate, sarà applicabile la sanzione amministrativa prevista per le operazioni “in mancanza della dichiarazione d’intento”, ovvero dal 100% al 200% dell’imposta.


Notiziario Fiscale Numero #21

Entrate tributarie in crescita nel 2015 e a gennaio 2016
Ritenuta d'acconto: ok allo scomputo anche senza certificazione
Credito d'imposta per attività di ricerca e sviluppo
Canone RAI in bolletta: entro il 30 aprile l'autocertificazione per evitarlo
Operazioni black list – comunicazioni rinviate a settembre
Bonus mobili "giovani coppie": Circolare delle Entrate
Studi di settore 2015: approvati i correttivi anticrisi
5 per mille 2016: aperta la campagna di iscrizione agli elenchi
Spesometro anno 2015: non vanno trasmessi i dati già inviati al Sistema Tessera Sanitaria
I chiarimenti dell'Agenzia sul regime forfetario
Agevolazioni: detrazione fiscale Iva per immobili classe energetica A-B

Scadenziario – aprile 2016

 

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This