Torna all'elenco

Scadenziario “Fiscale” – Febbraio 2016

8 Febbraio 2016

Lunedì 1 febbraio

Iva Acquisti da S. Marino

Invio telematico della comunicazione degli acquisti senza IVA da operatori economici aventi sede a San Marino, annotati a dicembre (il 31 gennaio cadeva di domenica).

A tal fine va utilizzato il quadro SE del modello di "comunicazione polivalente".

IVA – Dichiarazione annuale autonoma

Da oggi, 1 febbraio 2016, è possibile presentare in via telematica la dichiarazione IVA relativa al 2015 in forma autonoma nel caso in cui si intenda utilizzare in compensazione nel modello F24 il credito IVA superiore a euro 5.000 annui, a decorrere dal 16 marzo 2016.

Si ricorda che per le compensazioni superiori a euro 15.000 annui, alla dichiarazione deve essere apposto il visto di conformità.

La presentazione della dichiarazione IVA autonoma nel mese di febbraio esonera dalla presentazione della Comunicazione dati IVA relativa al 2015.

Martedì 9 febbraio

730 precompilato: trasmissione delle spese sanitarie al sistema tessera sanitaria

Scade oggi il termine per l'invio dei dati delle spese mediche da parte dei medici iscritti all'ordine dei medici chirurghi, delle strutture sanitarie accreditate per l'erogazione di servizi sanitari, delle farmacie, al Sistema Tessera Sanitaria, al fine di metterli a disposizione dell'Agenzia delle entrate per la predisposizione del modello 730 precompilato.

Lunedì 15 febbraio

Fatturazione differita

Ultimo giorno utile per l'emissione delle fatture relative alle cessioni di beni, comprovate da documenti di trasporto, spediti o consegnati nel mese precedente.

Martedì 16 febbraio

IVA – liquidazioni e versamenti mensili

I contribuenti IVA con liquidazione mensile,i devono liquidare il tributo dovuto per il mese di gennaio ed effettuare il relativo versamento utilizzando il Mod. F24.

Codice tributo – 6001 versamento IVA mensile gennaio

I soggetti con volume d'affari, riferito all’anno solare precedente , non superiore a:

  • 400.000 euro, se esercenti attività di prestazioni di servizio ovvero arti e professioni;

  • 700.000 euro, se esercenti altre attività,

a seguito di specifica opzione, possono continuare ad effettuare le liquidazioni e i versamenti "trimestrali", maggiorando l'importo da versare dell’1%.

N.B.: i contribuenti "mensili" che si avvalgono di terzi (associazioni, studi professionali, ecc.) per la tenuta della contabilità, optando, possono rinviare alla citata data l’effettuazione della liquidazione e del versamento del mese di gennaio sulla base delle registrazioni del mese di dicembre.

IVA – Liquidazione, annotazione e versamento per i contribuenti trimestrali "speciali" (art. 74 comma 4 D.P.R.633/72)

Scade oggi il termine per liquidare e versare l’imposta sul valore aggiunto relativa al quarto trimestre 2015 al netto dell'acconto versato, da parte dei contribuenti esercenti le attività di:

  • distribuzione carburanti,

  • autotrasporto merci per conto terzi,

ammessi alla “trimestralizzazione” delle liquidazioni IVA, indipendentemente dal volume d’affari realizzato e senza la maggiorazione dell’1%.

Codice tributo – 6034 Versamento IVA quarto trimestre

Iva: Liquidazione e versamento del 4° trimestre per gli enti non commerciali che applicano la legge 398

Gli enti non commerciali, ammessi alle agevolazioni previste dalla Legge n. 398 del 1991, entro oggi debbono liquidare e versare l'Iva relativa al 4° trimestre 2015.

Codice tributo – 6034 – Versamento IVA IV trimestre

Imposta sugli intrattenimenti

I soggetti che pongono in essere attività di intrattenimento devono effettuare il versamento dell'imposta sugli intrattenimenti relativi alle attività svolte con carattere di continuità nel corso del mese precedente, mediante modello F24 con modalità telematiche.

Codice tributo – 6728 Imposta sugli intrattenimenti

Ritenute su redditi di lavoro autonomo

Versamento delle ritenute operate nel mese di gennaio, relative a redditi di lavoro autonomo.

Codice tributo – 1040 – Ritenute su redditi di lavoro autonomo

IRPEF – altre ritenute alla fonte

Versamento delle ritenute operate nel mese di gennaio relative a:

  1. rapporti di mediazione e rappresentanza di commercio → codice tributo -1038;

  2. contratti di associazione in partecipazione con apporto di solo lavoro → codice tributo -1040;

  3. contratti di associazione in partecipazione con apporto di capitale o misto → codice tributo – 1030;

  4. versamento delle ritenute operate a dicembre dai condomini :

    • codice tributo -1019 a titolo di IRPEF

    • codice tributo -1020 a titolo di IRES.

 

Giovedì 25 febbraio

IVA comunitaria – elenchi INTRASTAT mensili

Entro oggi si deve effettuare l'invio telematico degli elenchi riepilogativi delle cessioni, degli acquisti e dei servizi intracomunitari, registrati o soggetti a registrazione, relativi a gennaio 2015, da parte dei soggetti tenuti alla presentazione degli elenchi con periodicità mensile.

Domenica 28 febbraio

 

Gli adempimenti fiscali che risultano scadenti di sabato o di giorno festivo, sono considerati tempestivi se posti in essere il primo giorno lavorativo successivo.

Si riportano di seguito gli adempimenti scadenti sabato 28 febbraio da effettuarsi entro il 29 dello stesso mese

Lunedì 29 febbraio

Società di capitali: Certificazione dividendi corrisposti nel 2015

Entro oggi deve essere effettuata la consegna ai soci della Certificazione degli utili e degli altri emolumenti corrisposti, utilizzando il modello CUPE.

Certificazione unica: compensi e provvigioni

Consegna ai percettori di compensi di lavoro autonomo e di provvigioni della Certificazione Unica attestante i compensi e le provvigioni corrisposte e le ritenute effettuate nel 2015.

Nota Bene:

la "Certificazione Unica", va trasmessa all'Agenzia delle Entrate, esclusivamente in via telematica, entro il 7 marzo 2016, affinché i relativi dati possano essere inseriti nei 730/2016 precompilati. Tuttavia, se nella Certificazione Unica sono presenti esclusivamente compensi e/o provvigioni e nessun reddito dichiarabile nel 730 precompilato, la trasmissione può essere effettuate entro il termine di presentazione del Modello 770 (31 luglio 2016, salvo proroghe).

IVA – comunicazione annuale dati

Le imprese e i lavoratori autonomi (salvo specifico esonero) devono inviare telematicamente, entro oggi, la comunicazione dei dati IVA registrati nell’anno 2015.

Si ricorda che tra i soggetti esonerati rientrano anche coloro che presentano nel mese di febbraio la dichiarazione IVA relativa al 2015.

Tale comunicazione può essere inoltrata direttamente (via Internet o Entratel) o tramite un intermediario abilitato.

Soggetti autorizzati alla stampa dei documenti fiscali

Termine per la trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate dei dati relativi a tutte le forniture di stampati fiscali effettuate, nell’anno 2015, da parte delle tipografie autorizzate alla stampa di documenti fiscali e dei soggetti autorizzati alla rivendita degli stessi.

Studi di settore: cause giustificative modello Unico 2015

Termine per comunicare all'Agenzia delle Entrate le cause che hanno giustificato la non congruità agli studi di settore relativi al 2014 (modello Unico 2015).

La comunicazione è da inviare mediante l'utilizzo del programma informatico “segnalazione studi di settore Unico 2015” accessibile dal sito internet dell'Agenzia delle Entrate.

Adempimenti di fine mese

 

Annotazione fatture intracomunitarie

Le fatture per acquisti intracomunitari devono essere annotate nel registro acquisti e in quello delle vendite entro il mese di ricevimento, oppure successivamente e comunque entro 15 giorni dal ricevimento e con riferimento allo stesso mese.

IVA – Invio Dichiarazioni d'intento

A seguito dell'art. 20 del D.Lgs. "Semplificazioni" dal 1° gennaio 2015 la comunicazione telematica delle dichiarazioni d’intento sarà effettuata direttamente dall'esportatore abituale.

Quest’ultimo, una volta ottenuta la ricevuta di presentazione, dovrà consegnare al proprio fornitore ovvero in dogana, la dichiarazione d’intento unitamente alla ricevuta di presentazione.

In capo al cedente/prestatore (fornitore) è previsto:

  • l’obbligo di riscontrare in via telematica l'avvenuta presentazione della dichiarazione d'intento da parte dell'esportatore abituale;

  • riepilogare nella dichiarazione IVA annuale i dati delle dichiarazioni d’intento ricevute.

Al cedente/prestatore, che effettuerà cessioni/prestazioni prima di aver ricevuto da parte del cessionario/committente la dichiarazione d’intento con la relativa ricevuta di invio telematico all’Agenzia delle Entrate, sarà applicabile la sanzione amministrativa prevista per le operazioni “in mancanza della dichiarazione d’intento”, ovvero dal 100% al 200% dell’imposta.


Notiziario Fiscale Numero #19 – a cura dell'ufficio Fiscale di Lapam Confartigianatio Imprese

Disciplina IMU degli immobili concessi in comodato a parenti: Legge di Stabilità 2016
Esenzione IRAP per medici ospedalieri: Legge di Stabilità 2016
Bonus dispositivi risparmio consumo energetico: Legge di Stabilità 2016
Agenzia delle entrate: Ampliati i termini di accertamento
Imprenditore individuale e estromissione immobile strumentale
Società di capitali: comunicazioni di irregolarità via Pec per l'anno 2013
Professionisti senza studi di settore forse già dal 2016
Immobili destinazione speciale e particolare. L’aggiornamento della rendita catastale elimina l’Imu sugli “imbullonati”
Canone RAI: vecchie regole per gli abbonamenti speciali
Pagamenti in contante ammessi fino a 3mila euro
Legge di stabilità 2016 – Opportunità e Agevolazioni per Imprese e Privati

Scadenziario "fiscale" – febbraio 2016

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This