Torna all'elenco

Scadenziario “Fiscale” – Settembre 2016

30 Agosto 2016

GIOVEDÌ 15 SETTEMBRE

Fatturazione Differita
giorno utile per l'emissione delle fatture relative alle cessioni di beni (comprovate da documenti di trasporto) spediti o consegnati nel mese precedente.

 

VENERDÌ 16 SETTEMBRE

IVA – Annotazione della Liquidazione e Versamento mensile

I contribuenti IVA devono  liquidare il tributo dovuto per il mese di agosto 2016 ed effettuare il relativo versamento utilizzando il modello F24.
tributo: 6008 – versamento IVA mensile agosto.
contribuenti "mensili" che si avvalgono di terzi (associazioni, studi professionali, ecc.) per la tenuta della contabilità, optando, possono effettuare entro la citata data la liquidazione e il versamento dell'imposta sulla base delle registrazioni del mese di luglio.

I soggetti con volume d'affari, riferito all'anno precedente, inferiore a:

400.000 €, se esercenti attività di prestazioni di servizio oppure arti e professioni;
.000 €, se esercenti altre attività,

a seguito di specifica opzione, possono effettuare le liquidazioni e i versamenti "trimestrali", maggiorando l'importo da versare  dell’1%.

Ritenute su redditi di lavoro autonomo

Versamento delle ritenute operate ad agosto relative a redditi di lavoro autonomo

Codice tributo -1040

IRPEF – Altre ritenute alla fonte

Versamento delle ritenute operate ad agosto relative a:

rapporti di mediazione e rappresentanza di commercio
tributo -1038

contratti di associazione in partecipazione con apporto di solo lavoro ancora in essere dopo il D.L.gs n. 81/2015
tributo-1040

contratti di associazione in partecipazione con apporto di capitale o misto
tributo  – 1030

versamento delle ritenute operate ad agosto da parte dei condomini
tributo – 1019 a titolo di IRPEF
tributo – 1020 a titolo di IRES

IVA – Dichiarazione Annuale rateazione

Versamento della 7a rata dell'IVA dei contribuenti IVA che hanno scelto il pagamento rateale dell'imposta scaturente dalla dichiarazione IVA annuale relativa al 2015 con l'applicazione degli interessi nella misura del 4% annuo ( pari allo 0,33% mensile) a decorrere dal 16 marzo 2016;

versamento IVA sulla base della dichiarazione annuale
tributo – 6099

Tributi da Modello Unico 2016 –  Rateizzati

Le persone fisiche, società semplici, società di persone e soggetti equiparati, titolari di partita IVA, che hanno scelto nella dichiarazione dei redditi Unico 2016 il pagamento rateale ed hanno effettuato il primo versamento il :

16 giugno 2016 – contribuenti che non beneficiano della proroga
luglio 2016 – contribuenti che beneficiano della proroga

devono effettuare il versamento della 4^ rata delle imposte e dei contributi a saldo e del 1° acconto risultanti dalla dichiarazione dei redditi Unico 2016, con l'applicazione degli interessi nella misura dello 0,77% mensile per i soggetti in proroga e nella misura dello 0,99% mensile per i soggetti non in proroga.

Le persone fisiche, società semplici, società di persone e soggetti equiparati, titolari di partita IVA, che hanno scelto nella dichiarazione dei redditi Unico 2016 il pagamento rateale ed hanno effettuato il primo versamento il :

18 luglio 2016 – contribuenti che non beneficiano della proroga  devono effettuare il versamento della 3^ rata delle imposte e dei contributi a saldo e del 1° acconto risultanti dalla dichiarazione dei redditi Unico 2016, con la maggiorazione dello 0,40% e con  l'applicazione degli interessi nella misura dello 0,64%

22 agosto 2016 – contribuenti che  beneficiano della proroga  devono effettuare il versamento della 2^ rata delle imposte e dei contributi a saldo e del 1° acconto risultanti dalla dichiarazione dei redditi Unico 2016, con la maggiorazione dello 0,40% e con  l'applicazione degli interessi nella misura dello 0,27%

LUNEDÌ  26 SETTEMBRE

IVA Intracomunitaria – Presentazione elenchi riepilogativi mensili

Presentazione in via telematica degli elenchi riepilogativi relativi alle operazioni intracomunitarie delle cessioni di beni – servizi resi e degli acquisti di beni – servizi ricevuti, registrati o soggetti a registrazione, effettuati nel mese di agosto 2016.  

MERCOLEDÌ  28 SETTEMBRE

Modello Unico 2016  – Cartaceo

Le persone fisiche non obbligate alla presentazione telematico del modello Unico 2016, che non abbiano presentato entro il 30 giugno 2016 il modello Unico 2016 in forma cartacea, possono sanare l'omessa presentazione della dichiarazione presentandola, sempre in forma cartacea, entro oggi, presso un ufficio postale.

VENERDÌ  30 SETTEMBRE

Modello 730/2016 – Comunicazione “Minor acconto”

Scade oggi il termine per comunicare al sostituto d’imposta, da parte di pensionati e dipendenti, la richiesta per il versamento di una seconda o unica rata d’acconto, d'importo inferiore rispetto a quello indicato nel modello 730-3/2016, ovvero di non effettuare alcun versamento.

Modello Unico 2016

Termine ultimo per l'invio telematico, diretto o tramite intermediari abilitati, del modello Unico 2016, relativo al 2015,  di persone fisiche, società di persone e soggetti IRES con esercizio coincidente con l'anno solare.

Modello IRAP 2016

Termine ultimo per l'invio telematico, diretto o tramite intermediari abilitati, del modello IRAP 2016, relativo al 2015, di persone fisiche, società di persone e soggetti IRES con esercizio coincidente con l'anno solare.

Modello IVA 2016

Termine ultimo per l'invio telematico, diretto o tramite intermediari abilitati, della dichiarazione IVA/2016 relativa al 2015 in forma autonoma, ossia per i soggetti che non presentano la dichiarazione unificata.

Parametri – Adeguamento

Versamento dell'IVA sui maggiori compensi/ricavi da parte dei soggetti che si sono adeguati ai parametri per il 2015:
codice tributo – 6493.

Studi di Settore e Parametri – Adeguamento

Entro oggi i contribuenti che in sede di redazione del modello Unico 2016 hanno adeguato i ricavi o compensi alle risultanze dei parametri o di Ge.Ri.Co., sono tenuti a farne apposita "annotazione" nel registro delle fatture o in quello dei corrispettivi.

IVA – Acquisti da San Marino

Invio telematico della comunicazione degli acquisti (senza IVA) da operatori economici aventi sede a San Marino, annotati ad agosto.
tal fine va utilizzato il quadro SE del modello di comunicazione polivalente.

Dichiarazione Modello Unico 2016 – Persone  Fisiche

Le persone fisiche non titolari di partita IVA interessati dagli studi di settore, che hanno scelto di effettuare i versamenti risultanti dal UNICO PF 2016 ratealmente, ed hanno effettuato il primo versamento entro il 6 luglio o entro il 22 agosto con la maggiorazione dello 0,40%, devono versare:

– la 4^ rata relativa  alle imposte a saldo 2015 e di primo acconto 2016, con applicazione degli interessi nella misura del 0,93%  (primo versamento 6.7.2016)
– la 3^ rata relativa  alle imposte a saldo 2015 e di primo acconto 2016, con applicazione degli interessi nella misura del 0,42%  (primo versamento 22.8.2016)

Dichiarazione Modello Unico 2016 – Persone Fisiche

Le persone fisiche non titolari di partita IVA non interessati dagli studi di settore, che hanno scelto di effettuare i versamenti risultanti dal UNICO PF 2016 ratealmente, ed hanno effettuato il primo versamento entro il 16 giugno o entro il 18 luglio con la maggiorazione dello 0,40%, devono versare:

– la 5^ rata relativa  alle imposte a saldo 2015 e di primo acconto 2016, con applicazione degli interessi nella misura del 1,15% (primo versamento 16.6.2016);
– la 4^ rata relativa  alle imposte a saldo 2015 e di primo acconto 2016, con applicazione degli interessi nella misura del 0,75% (primo versamento 18.7.2016).

IVA – Adempimenti di fine mese

IVA – Invio Dichiarazioni d'intento

A seguito dell'art. 20 del D.Lgs. "Semplificazioni" dal 1° gennaio 2015 la comunicazione telematica delle dichiarazioni d’intento sarà effettuata direttamente dall'esportatore abituale.
’ultimo, una volta ottenuta la ricevuta di presentazione, dovrà consegnare al proprio fornitore ovvero in dogana, la dichiarazione d’intento unitamente alla ricevuta di presentazione.
capo al cedente/prestatore (fornitore) è previsto:

– l’obbligo di riscontrare in via telematica l'avvenuta presentazione della dichiarazione d'intento da parte dell'esportatore abituale
– riepilogare nella dichiarazione IVA annuale i dati delle dichiarazioni d’intento ricevute

Al cedente/prestatore, che effettuerà cessioni/prestazioni prima di aver ricevuto da parte del cessionario/committente la dichiarazione d’intento con la relativa ricevuta di invio telematico all’Agenzia delle Entrate, sarà applicabile la sanzione amministrativa prevista per le operazioni “in mancanza della dichiarazione d’intento”, ovvero dal 100% al 200% dell’imposta.

Annotazioni fatture intracomunitarie

Le fatture per gli acquisti intracomunitari devono essere annotate nel registro acquisti e in quello delle vendite entro il mese di ricevimento, oppure successivamente e comunque entro 15 giorni dal ricevimento e con riferimento allo stesso mese.

Avvertenza: a seguito dei continui mutamenti legislativi in essere è utile effettuare una opportuna verifica sulla attualità delle scadenze evidenziate.

 


Notiziario Fiscale Numero #26

Sisma centro Italia – Confartigianato avvia la raccolta fondi
Stop alle tasse per i comuni terremotati
Assegnazione agevolata ai soci: chiesta proroga al 30 novembre
Canone RAI non dovuto: ancora chiarimenti dall’Agenzia
Entro il 30 settembre è possibile regolarizzare il cambio del Codice Ateco
Versamenti UNICO 2016: le date entro cui ravvedersi
31 agosto: fine del periodo feriale sospensivo dei termini processuali

 

Scadenziario – settembre 2016

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This