Torna all'elenco

Titolari effettivi: i criteri per la comunicazione al Registro Imprese 

25 Luglio 2022

Si avvicina il termine per l’invio della comunicazione al Registro Imprese del titolare effettivo, cui sono obbligati tutti gli amministratori di società ed enti e i fiduciari dei trust già costituiti e di nuova costituzione, a seguito dell’approvazione del decreto interministeriale (MEF-MISE) n.55/2022, il provvedimento che ha istituito il registro dei titolari effettivi (composto dalla sezione autonoma e dalla sezione speciale). 

Il nuovo obbligo riguarda tutte le SRL (ordinarie, semplificate, start-up innovative, etc), le SPA, le società in accomandita per azioni, le società cooperative e di mutuo soccorso, nonché le varie tipologie di società consortili. Ma non solo. L’obbligo riguarda anche le istituzioni di carattere privato, come le fonazioni e le associazioni riconosciute, nonché i trust e gli istituti giuridici affini a questi ultimi. 

Come individuare i titolari effettivi

Per quanto riguarda le società di capitali, la normativa di riferimento è il d.lgs 231/07 (vedi art.20 e art.22) che individuano il titolare, o i titolari effettivi, in chi possiede la titolarità della partecipazione superiore al 25% del capitale. Il provvedimento stabilisce inoltre criteri specifici quando l’assetto proprietario non consente di individuare tale soglia (per maggiori info consigliamo di rivolgervi alle nostre sedi sul territorio). 

Per quanto riguarda invece le persone giuridiche private, i trust e gli istituti giuridici affini, la normativa prevede criteri specifici per l’individuazione del o dei titolari effettivi.

Come ed entro quanto effettuare la comunicazione

La comunicazione al Registro Imprese dovrà avvenire entro il 9 ottobre (salvo deroghe o rallentamenti nei lavori parlamentari) per via telematica, attraverso il sistema denominato “Comunica”, con specifiche sanzioni pecuniarie per chi non provvede entro i termini previsti per legge. La comunicazione sarà soggetta al pagamento di diritti di segreteria che saranno definiti con apposito decreto del MISE.

Tuttavia, gli invii delle comunicazioni sono subordinati alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell’apposito decreto MISE (atteso entro il 9 agosto), che attesterà l’operatività del sistema di comunicazione tramite “Comunica”.

Una volta operativo il sistema, la comunicazione dei dati e delle informazioni relative alla titolarità effettiva delle imprese dotate di personalità giuridica, dovrà essere effettuata entro 60 giorni. Ma chi deve effettuare la notifica? 

Stando a quanto previsto dalla normativa, l’onere della comunicazione spetta agli amministratori delle imprese dotate di personalità giuridica, dal fondatore – ove in vita – o dai soggetti cui è attribuita la rappresentanza e l’amministrazione delle persone giuridiche e dai fiduciari dei trust o di istituti giuridici affini, all’ufficio del registro delle imprese della Camera di Commercio territorialmente competente. 

Come previsto dalla normativa, inoltre, eventuali variazioni dei dati e delle informazioni relative alla titolarità effettiva dovranno essere comunicati entro 30 giorni dal compimento dell’atto che darà luogo alle variazioni dello stesso. 

Entro 12 mesi dalla data della prima comunicazione o dell’ultima variazione, gli stessi  soggetti saranno tenuti alla conferma dei dati e delle informazioni relativi alla titolarità effettiva. Le imprese dotate di personalità giuridica  potranno effettuare la conferma insieme al deposito del bilancio. 

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"
    This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate