Torna all'elenco

Zona di Modena: Il divieto ai diesel Euro 4 mette in crisi molti trasportatori

3 Febbraio 2017

Il divieto ai diesel Euro 4 mette in crisi molti trasportatori.
«I blocchi vanno comunicati per tempo»

“Niente diesel Euro 4 sabato e blocco totale alla circolazione domenica. Il blocco della circolazione che riguarda anche questo genere di veicoli ci pare francamente eccessivo e in più i tempi di attuazione sono troppo repentini. L’ordinanza è arrivata troppo a ridosso del divieto di circolazione e metterà in grossa difficoltà molte categorie di persone, in primis chi utilizza furgoni e veicoli da trasporto, nonostante le deroghe che sono state previste per alcune categorie che però riguardano solo una parte di chi usa furgoni per lavoro”.

Lapam Confartigianato commenta così il blocco deciso dal Comune di Modena, che riguarda anche i mezzi a gasolio Euro 4:

“Non dimentichiamo che questo tipo di veicoli sono stati venduti fino al 2009, e con ogni probabilità fino a una parte del 2010, ovvero stiamo parlando di automezzi che hanno una vita media inferiore ai 10 anni. Se consideriamo chi possiede furgoni e veicoli da trasporto, significa appiedare per questo fine settimana più della metà di chi lavora con questi mezzi. Tralasciando per un momento la polemica sull’effettiva utilità di questi provvedimenti (con ogni probabilità sarebbe più utile riconvertire a metano gli impianti di riscaldamento a gasolio), quello che ci pare poco corretto è intervenire con un preavviso bassissimo e farlo in un territorio così ampio: i nuovi limiti riguardano infatti un’area molto vasta del centro abitato del Comune di Modena”.

La conclusione di Lapam è amara:

“Ci spiace evidenziare ancora una volta come siano le categorie più deboli quelle a dover fare i conti con questi blocchi, anche qui al netto di alcune deroghe. Certo i divieti non riguardano chi può permettersi lo sfizio di cambiare auto o furgone per adeguarlo all’ultimo modello, ma chi, per vivere e lavorare, è ‘costretto’ a tenersi lo stesso veicolo addirittura per otto o nove anni…”.

Per maggiori informazioni

Per cogliere questa opportunità, o richiedere maggiori informazioni, è sufficiente compilare questo modulo e sarete ricontattati.

Sei associato? *

Please wait...

News correlate

Share This