Torna all'elenco

Raccolta fondi per la falegnameria distrutta «Una catena di solidarietà per Daniele»

10 Marzo 2015

Raccolta fondi per la falegnameria distrutta «Una catena di solidarietà per Daniele»

Comuni, Vigili del fuoco, associazioni di categoria e cittadini danno il via a una raccolta fondi a sostegno della famiglia di Daniele Fraulini, il giovane di Pievepelago titolare della falegnameria rimasta completamente distrutta nell' incendio divampato sabato notte. L' iniziativa di solidarietà, a favore della ricostruzione dell' impresa colpita dalla tragedia, è stata promossa dai Comuni di Fiumalbo, Pievepelago e Riolunato, dalle associazioni di categoria Ascom Confcommercio, Cna e Lapam, insieme con il gruppo Amici di Daniele'. L' idea, lanciata già ieri, poche ore dopo il rogo, è stata promossa per «esprimere vicinanza e solidarietà» al titolare dell' impresa andata letteralmente in fumo in poche ore. «Certi che le nostre popolazioni faranno sentire la loro concreta solidarietà si legge nel volantino diffuso ieri su carta, via mail e sui social network da Comuni e associazioni, si avvisa che coloro che intendono collaborare alla ricostruzione di questa attività potranno versare offerte presso gli sportelli della Banca Popolare dell' Emilia Romagna, filiale di Pievepelago (conto corrente: Fraulini Daniele IBAN IT62T0538766930000002291395 )».
solidarietà di tanti cittadini, amici o semplici conoscenti di Daniele, conosciuto e stimato in paese, è scattata praticamente subito, come dimostrano le decine di condivisioni della raccolta fondi apparse già ieri su Facebook.
è partita una raccolta anche all' interno del distaccamento dei vigili del fuoco di Pievepelago. «Abbiamo avviamo una raccolta di denaro anche tra noi pompieri per sostenere la famiglia e l' attività di Daniele», spiega il comandante del distaccamento Gabriele Nizzi. «È nostro dovere adoperarci per dare una mano alla ripresa di questa attività», sono invece le parole del sindaco di Pievepelago, Corrado Ferroni. «Si tratta di un imprenditore giovane, che da poco si era messo in proprio con tanti sacrifici.
tutti i cittadini a contribuire a sostegno di Daniele e della sua famiglia». Il sindaco ha poi ribadito l' importanza della presenza del distaccamento dei vigili del fuoco volontari a Pievepealgo, che hanno potuto raggiungere il luogo dell' incendio, per ovvi motivi, ben prima dei pompieri del primo presidio permanente più vicino: Pavullo. «Grazie all' intervento tempestivo dei vigili del fuoco del distaccamento di Pieve sono stati evitati danni ulteriori», continua il sindaco. «Con un ritardo maggiore nell' intervento sarebbe potuta rimanere distrutta anche l' abitazione, che fortunatamente è stata salvata, nonostante fumo e fiamme avessero iniziato a invaderla». Intanto sono ancora in corso accertamenti per individuare le cause dell' incendio divampato sabato notte e che in poche ore ha distrutto oltre cento metri quadri di falegnameria, macchinari e materiali, con danni di decine, se non centinaia di euro. Sembra sia esclusa l' ipotesi dolosa, mentre appare sempre più probabile che a scatenare le fiamme possa essere stato un corto circuito.

Milena Vanoni – Il Resto del Carlino – 10 marzo

Per maggiori informazioni

Per cogliere questa opportunità, o richiedere maggiori informazioni, è sufficiente compilare questo modulo e sarete ricontattati.

Sei associato? *

Please wait...

News correlate

Share This