Torna all'elenco

Bilancio del Capitale Intellettuale 2020

La Gestione del Valore edizione 2020

“Non si presta mai attenzione a ciò che è stato fatto; si vede soltanto ciò che resta da fare.”

(Marie Curie)

Finalità e struttura
del Bilancio del Capitale Intellettuale

Il Bilancio del Capitale Intellettuale costituisce un valido strumento di gestione e rappresenta un efficace mezzo di comunicazione. 

Introduzione del Presidente Gilberto Luppi

Con la conclusione del 2020 ci siamo messi alle spalle una delle annate più difficili della storia dell’Associazione e, più in generale, dell’umanità recente. 

Ognuno di noi porterà per sempre con sé ricordi ed esperienze personali legate alla pandemia, e sappiamo che, anche per le nostre imprese, le difficoltà sono state numerose. 

Il nostro impegno non è mai mancato e Lapam ha giocato come sempre e con maggiore intensità un ruolo fondamentale nell’accompagnare e sostenere le imprese associate con tutti gli strumenti a disposizione. 

L’attività di rappresentanza è partita subito da gennaio attraverso incontri serrati con i candidati alle elezioni regionali. Abbiamo portato le nostre proposte e ascoltato i candidati di tutti gli schieramenti, a dimostrazione che Lapam rappresenta il mondo delle imprese, manifestando una pluralità di opzioni politiche da parte dei propri associati. La programmazione delle iniziative promosse dall’associazione non ha subito soste e fin dai primi mesi ha coinvolto tutta la base associativa con eventi sul territorio come le consuete assemblee dedicate alle novità della legge di bilancio. Tutta questa attività, come del resto l’insieme delle iniziative organizzate da marzo e nei mesi a seguire, ha subito una trasformazione radicale nel metodo da quando è scoppiata la pandemia. I numerosi e diversi provvedimenti d’emergenza hanno stravolto la normale attività lavorativa di tutti noi, costringendoci ad adottare metodologie nuove di comunicazione e gestione delle riunioni e dei rapporti. Non tutto il male viene per nuocere e gli strumenti di comunicazione online ci hanno consentito di continuare le nostre attività, offrendoci anche l’opportunità di allargare la platea degli associati coinvolti. Credo che Lapam abbia svolto e stia svolgendo un grande lavoro di informazione e contatto con le imprese associate. 

Un lavoro puntuale, diretto, sia dal punto di vista dei servizi che della rappresentanza. La continua e insistente azione di lobby esercitata a tutti i livelli istituzionali, ha consentito di intervenire a più riprese per la modifica e l’integrazione delle norme che si sono susseguite nel tempo, cercando di renderle più rispondenti ai bisogni reali delle imprese, in particolare quelle maggiormente colpite dal lockdown e dalle restrizioni imposte. 

Purtroppo il 2021 non è iniziato sotto i migliori auspici e sarà un altro anno complesso: il virus non ci ha lasciato, ma stiamo cercando in tutti i modi di contrastarlo e ovviamente la nostra speranza è di poter ricominciare a vivere e a lavorare con tranquillità e normalità.

Introduzione del Segretario generale Carlo Alberto Rossi

Il 2020 è stato un anno difficile e impegnativo per tutti. L’emergenza Covid ha segnato e sta segnando gran parte della nostra attività. La programmazione delle iniziative promosse dall’associazione non è stata rallentata ma ha subito una trasformazione radicale nel metodo da quando è scoppiata la pandemia. Le iniziative in presenza sono un’altra cosa e le relazioni interpersonali, così come quelle strettamente professionali, hanno un sapore diverso se svolte in luoghi fisici alla presenza degli altri, tuttavia, pur desiderando che tutto ritorni quanto prima alla normalità, credo si debba fare tesoro di questa esperienza, per poterla mettere a frutto non solo per necessità come ora, ma anche per scelta quando l’emergenza sarà superata. 

La pandemia ha confermato, se mai ce ne fosse stato bisogno, che da una parte l’associazione e gli imprenditori e dall’altra la struttura, composta dai 650 dipendenti Lapam, hanno reagito in modo sinergico alla crisi. L’associazione ha saputo cogliere le esigenze degli imprenditori, ha letto gli input e ha reagito con tempestività e professionalità ai bisogni delle imprese. Da un lato abbiamo visto l’inevitabile calo dei servizi di adempimento, dall’altra il grande aumento di servizi e consulenze specifiche dettate dalla contingenza. La struttura Lapam ha dimostrato di essere a servizio dell’associazione e dunque degli imprenditori, soprattutto attraverso il ruolo dei consulenti strategici sul territorio che hanno fornito consulenza soprattutto sugli aspetti di carattere finanziario e di gestione economica delle imprese. 

Non posso dimenticare la comunicazione: la riorganizzazione realizzata nel recente passato dell’ufficio comunicazione e dell’area sindacale e delle categorie ha superato la prova. Pensiamo soltanto al rincorrersi di decreti e notizie: l’ufficio comunicazione ha trasferito alle imprese tramite i diversi strumenti soltanto informazioni certe, tanto che in diverse occasioni Lapam è stata riconosciuta dalle imprese associate come un punto di riferimento sicuro, in un mare veramente tempestoso. 

Un tema importante su cui abbiamo lavorato, fondamentale per il rilancio dell’economia, è quello del Superbonus 110%: le grandi novità della cessione del credito e dello sconto in fattura, hanno innescato una dinamica che ci ha visti attenti nel fornire risposte adeguate e realistiche alle centinaia di domande arrivate da tutti i soggetti interessati, che ci hanno contattato ritenendoci un punto di riferimento costante e affidabile. 

Mi preme citare due altri filoni di attività che, nonostante il Covid, abbiamo mantenuto con continuità e costanza: il rapporto con le scuole e il lavoro dell’ufficio studi. Consideriamo il rapporto con la scuola, per trasmettere la cultura d’impresa e contribuire all’orientamento scolastico, un fiore all’occhiello. 

L’Ufficio studi, in stretto legame con l’attività di comunicazione e rappresentanza, ha svolto un lavoro straordinario di raccolta dati, di analisi economica periodica e puntuale. Sappiamo quanto sia importante per la nostra azione sindacale, per il rapporto con le istituzioni e verso l’opinione pubblica, prendere posizione avanzando proposte in ambito economico e amministrativo, supportando la comunicazione esterna con numeri certi e analisi statistiche scientificamente fondate, che ci permettano di leggere con attenzione e lungimiranza la realtà che ci circonda e progettare al meglio le nostre azioni di tutela e la rappresentanza per le imprese. 

Per finire è importante far fronte alle sfide che ci aspettano. Non solo pensando a Lapam ma a tutto il pianeta: la sostenibilità ambientale, l’economia circolare, rappresentano una sfida epocale da affrontare come protagonisti, come attori principali. È quello che stiamo già facendo. Insieme a questa l’innovazione digitale, come sfida trasversale a tutte le tematiche, come valido supporto per le imprese e in prospettiva futura. 
La transizione ecologica e quella digitale vanno gestite e non subite. 

La Gestione del Valore
Bilancio del Capitale Intellettuale 2020

Precedenti edizioni

Bilancio Intangibile 2020
Bilancio del Capitale Intellettuale 2020

La Gestione del Valore edizione 2020 “Non si presta mai attenzione a ciò che è stato fatto; si vede soltanto ciò che resta da fare.”…

Bilancio Intangibile 2019
Bilancio del Capitale Intellettuale 2019

La Gestione del Valore edizione 2019 “La nostra meta non è mai un luogo, ma piuttosto un nuovo modo di vedere le cose.” Henry Miller…

Bilancio Intangibile 2018
Bilancio del Capitale Intellettuale 2018

La Gestione del Valore edizione 2018 Una presenza diffusa, in cui la sapienza artigiana e delle piccole imprese si fonde con la cultura del territorio….

Bilancio Intangibile 2017
Bilancio del Capitale Intellettuale 2017

La Gestione del Valore edizione 2017 Modena e Reggio Emilia, provincie adiacenti nel cuore dell’Emilia Romagna sono sempre state ricche di storia umana, fatta da…

Bilancio Intangibile 2016
Bilancio del Capitale Intellettuale 2016

La Gestione del Valore edizione 2016 Anche l’albero più grande, nasce da un piccolo seme. Finalità e strutturadel Bilancio del Capitale Intellettuale Il Bilancio del Capitale…

Bilancio Intangibile 2015
Bilancio del Capitale Intellettuale 2015

La Gestione del Valore edizione 2015 Le tre regole di lavoro: esci dalla confusione, trova semplicità, dalla discordia trova armonia. Nel pieno delle difficoltà, risiede…

Bilancio Intangibile 2014
Bilancio del Capitale Intellettuale 2014

La Gestione del Valore edizione 2014 Migliaia, milioni di individui lavorano, producono e risparmiano nonostante tutto quello che noi possiamo inventare per molestarli, incepparli, scoraggiarli….

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"
    This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate