Torna all'elenco

Sarà una manovra di bilancio difficile

Manca un mese al 20 ottobre, termine per la presentazione in Parlamento della manovra di bilancio per il 2023-25.

I tempi stretti di avvio della 19° legislatura e del varo del nuovo Governo si intrecciano con un quadro di finanza pubblica reso complicato dai rischi di recessione.

La crescita del PIL prevista nel DEF per il 2022 è del 2,4%, mentre le ultime previsioni di luglio del Fondo monetario internazionale si fermano al +0,7%. Con l’interruzione del gas dalla Russia, nel 2023 il PIL potrebbe scendere dell’1,9%.

In nostro Ufficio studi ha analizzato diversi dati che raccontano di un’economia a rischio, naturalmente anche sul nostro territorio, principalmente a causa dell’aumento esponenziale dei costi dell’energia. L’intervento di politica fiscale è reso più complesso dalla politica monetaria restrittiva per riportare la stabilità dei prezzi.

Ad agosto l’inflazione è arrivata al 9,1% sia in Eurozona che in Italia; la crescita dei prezzi è spinta dall’energia: l’inflazione energetica in Italia è al 45,4%, 6,9 punti superiore al 38,6% dell’Eurozona.

La nostra analisi mette in evidenza come un marcato impulso recessivo derivi dalla discesa in territorio negativo della domanda estera netta, un fenomeno che non si riscontrava dal 2012.

La bolletta energetica, aumentando di 57,2 miliardi in dodici mesi, (3 punti di PIL!) determina i tre quarti (76%) del peggioramento del saldo complessivo. Va infine ricordato che il rafforzamento del dollaro rispetto all’euro, pur sostenendo l’export, impatta negativamente sul valore degli acquisti di energia.

Sul fronte dei prodotti no-energy, entra in territorio negativo anche il saldo dei prodotti intermedi – voce appesantita dal caro commodities – che peggiora di 21,1 miliardi di euro. Mostrano una maggiore tenuta i raggruppamenti dei prodotti tipici del made in Italy, con il saldo complessivo dei beni di consumo e di quelli strumentali in aumento di 3,1 miliardi di euro.

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"
    This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate