Torna all'elenco

Modena: l’ampliamento e l’occupazione di suolo pubblico su aree temporanee ora valide fino al 31 dicembre 2021

Il comune di Modena, tramite disposizione del Sindaco (in allegato alla notizia), ha deciso di prorogare la permanenza delle occupazioni di suolo in deroga (quelle “straordinarie” date dall’attuale emergenza) fino alla data del 31 dicembre 2021, al fine di permettere consumazioni in sicurezza per la clientela e nell’ottica di evitare assembramenti in piedi all’esterno dei locali, oltre che per favorire il rilancio e il sostegno delle imprese di pubblico esercizio, in un momento di particolare difficoltà.

Quindi fino al 31 dicembre 2021 è consentita l’occupazione di suolo pubblico con esenzione dal canone (tosap) a tutti i pubblici esercizi (quelli elencati nell’art. 5 della Legge 25 agosto 1991, n.287) e ai relativi nuovi spazi di occupazione di suolo.

Nuove concessioni

Inoltre le domande di nuove concessioni per l’occupazione di suolo pubblico, ovvero di ampliamento delle superfici già concesse, si possono presentate anche attraverso procedura semplificata e senza applicazione dell’imposta di bollo, il tutto in via telematica all’ufficio del Servizio Trasformazioni edilizie e Attività produttive SUAP al seguente indirizzo di posta certificata: casellaistituzionale036@cert.comune.modena.it con allegata la planimetria dell’area richiesta così come verificata e concordata con l’Ufficio Tecnico, congiuntamente al modulo di accettazione debitamente compilato.

La posa in opera temporanea su vie, piazze, strade e altri spazi aperti d’interesse culturale o paesaggistico da parte dei pubblici esercizi riguardante strutture amovibili quali dehors, elementi di arredo urbano, attrezzature, pedane, tavolini, sedute e ombrelloni funzionali all’attività, dovrà avvenire nel rispetto del “Regolamento dell’occupazione di suolo pubblico per spazi all’aperto annessi ai locali di pubblico esercizio di somministrazione e per il consumo sul posto”

Musica e intrattenimento

Le disposizioni del sindaco ricordano inoltre che all’interno del Centro Storico, al fine della salvaguardia della quiete pubblica e privata e per motivi di sicurezza, vista l’alta concentrazione di pubblici esercizi ed aree in ampliamento destinate alla somministrazione all’aperto, è inoltre vietato lo svolgimento di intrattenimenti musicali sul dehor, ad eccezione di attività precedentemente autorizzate che non superino i limiti d’impatto acustico previsiti, e della partecipazione ad eventi regolarmente autorizzati dagli uffici preposti, con il coinvolgimento di più esercizi, nel rispetto delle specifiche
ordinanze di contenimento del rumore in luoghi aperto.

Maggiori informazioni nelle disposizioni in allegato:

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate

    Share This