Torna all'elenco

Bando a sostegno di progetti innovativi di imprese nei settori turismo, commercio e cultura

Il bando "Por Fesr 2014-2020, Asse 3, azioni 3.3.2 e 3.3.4 – Contributi per imprese operanti nel settore turistico, commerciale e culturale/creativo" è stato approvato con delibera di Giunta regionale n. 1675 del 17 ottobre 2016 è finalizzato alla promozione e all’accrescimento dell’attrattività turistica e culturale e della domanda di fruizione del territorio, tramite la riqualificazione innovativa delle imprese turistiche, commerciali e culturali e l’offerta di nuovi servizi/prodotti innovativi.

In particolare, i progetti oggetto di finanziamento dovranno contribuire a creare nuove opportunità di sviluppo e di occupazione qualificata in attività turistico/culturali per la valorizzazione intelligente del territorio.


Progetti ammissibili

– Misura A:progetti innovativi per la valorizzazione del settore ricettivo
– Misura B: progetti innovativi per la valorizzazione del settore del commercio e dei pubblici esercizi
– Misura C: progetti innovativi per la valorizzazione degli attrattori culturali del settore cinematografico, teatrale, musicale e artistico del territorio dell’Emilia-Romagna e per la creazione di nuovi musei d’impresa

Le risorse disponibili assegnate al bando ammontano a euro 14.891.371 così ripartite:

€ 7.500.000 destinati al finanziamento della Misura A;
€ 4.500.000 destinati al finanziamento della Misura B;
€ 2.891.371 destinati al finanziamento della Misura C.


Soggetti ammissibili

MISURA A

Le imprese individuali, le società (di persone, di capitale, cooperative), con caratteristiche di PMI, che:

– gestiscono a titolo di proprietà o in virtù di un contratto di affitto o di un’altra tipologia di contratto riconosciuta nell’ordinamento giuridico, le strutture ricettive alberghiere e all’aria aperta di cui alla L.R. 16/2004, articolo 4, commi 6 e 7;
– sono proprietarie delle strutture ricettive alberghiere e all’aria aperta oggetto dell’intervento, che, al momento della richiesta del saldo del contributo, dovranno risultare in esercizio e aperte al pubblico.

MISURA B

1. Le imprese individuali, le società (di persone, di capitale, cooperative) con caratteristiche di PMI che:

– gestiscono, a titolo di proprietà o in virtù di un contratto di affitto o di un’altra tipologia di contratto riconosciuta nell’ordinamento giuridico, attività di commercio al dettaglio in sede fissa, e/o attività di pubblico esercizio;
– sono proprietarie delle strutture in cui si esercitano attività di commercio al dettaglio in sede fissa e/o attività di pubblico esercizio, che, al momento della richiesta del saldo del contributo,  dovranno risultare in esercizio e aperte al pubblico.

2. Gli assegnatari, in regime di concessione, di posteggi per la vendita al pubblico in aree mercatali stabili, per interventi da realizzare a beneficio della collettività degli operatori.

MISURA C

1. Le imprese individuali, le società (di persone, di capitale, cooperative), le fondazioni e le associazioni, entrambe non partecipate da soggetti pubblici, con caratteristiche di  PMI che:

– gestiscono, a titolo di proprietà o in virtù di un contratto di affitto o di un’altra tipologia di contratto riconosciuta nell’ordinamento giuridico, sale adibite a rappresentazioni cinematografiche, teatrali,
e artistiche;
– sono proprietarie di sale adibite a rappresentazioni cinematografiche, teatrali, musicali e artistiche, che, al momento della richiesta del saldo del contributo, dovranno risultare in esercizio e aperte al pubblico;

2. Le imprese individuali e/o le società (di persone, di capitale, cooperative), con caratteristiche di PMI che intendono creare, all’interno dei locali aziendali, un nuovo museo d’impresa e/o percorsi di visita e/o partecipazione al processo produttivo.


Spese ammissibili

– opere edili, murarie e impiantistiche
– progettazione, direzione lavori e collaudo connessi agli interventi.  Tali spese sono riconosciute nella misura massima del 10% del totale delle spese per opere edili, murarie ed impiantistiche,
– acquisto di macchinari, attrezzature, impianti opzionali, finiture, arredi e dotazioni informatiche;
– acquisto di software e relative licenze d’uso, funzionali all’attività, compresi la realizzazione dei siti internet ed e-commerce,  di marchi e/o brevetti;
– acquisto di servizi di consulenza finalizzati alla realizzazione del progetto. Tali spese sono riconosciute nella misura massima del 10% del totale delle spese di cui ai punti precedenti

A valere sul presente bando, non sono ammesse:

– spese per l’acquisto o allestimento di mezzi di trasporto;
– spese relative al personale dipendente delle imprese beneficiarie eventualmente utilizzato per la realizzazione del progetto;
– spese in auto fatturazione e per lavori in economia;
– spese generali di funzionamento e materiali di consumo;
– spese per l'acquisto di beni, materiali, ed attrezzature usati;
– spese per l'acquisto di terreni e/o immobili;
– spese per fornitura di consulenze da parte dei soci e/o dei componenti l’organo di amministrazione dei soggetti beneficiari del contributo;
– spese riferibili a fatturazioni emesse tra imprese appartenenti alla stessa ATI/Consorzio/rete/raggruppamento;
– spese sostenute per il pagamento dell’I.V.A. se recuperabile, e per il pagamento di tasse indirette;
– spese per la gestione corrente (compresi garanzie fideiussorie e accensione conto corrente);
– spese relativa a controversie, ricorsi, recupero crediti;
– spese per il pagamento di interessi debitori;
– spese per il pagamento di assicurazioni per perdite o oneri futuri;
– spese relative a rendite da capitale;
– spese per il pagamento di debiti e commissioni su debiti.


Dimensione minima progetti

Ciascun progetto dovrà prevedere, in relazione a ciascuna Misura, i seguenti costi minimi di investimento:

MISURA A

– € 250.000,00 per i progetti presentati in forma singola;
– € 400.000,00 per i progetti presentati in forma aggregata;

MISURA B

– € 50.000,00 per i progetti presentati in forma singola:
– € 150.000,00 per i progetti presentati, in forma aggregata:

MISURA C

– € 50.000,00, per i progetti presentati sia in forma singola che aggregata.

La dimensione minima dell’investimento per l’intero progetto dovrà essere mantenuta e assicurata anche in fase di rendicontazione a saldo delle spese sostenute per la sua realizzazione.


Contributo

I contributi previsti nel presente bando sono concessi a fondo perduto e possono essere concessi, a scelta del proponente del progetto, nell’ambito dei seguenti regimi di aiuto:

– regime de minimis;
– regime di esenzione (art. 17). In questo caso sono previste alcune limitazioni.

I contributi previsti nel presente bando sono concessi nelle seguenti misure che variano a seconda del regime di aiuto prescelto dal richiedente:

a) nel caso in cui il proponente il progetto scelga l’applicazione del regime di esenzione il contributo verrà concesso:

– nella misura massima del 20% dei costi ritenuti ammissibili, nel caso di micro e piccole imprese;
– nella misura massima del 10% dei costi ritenuti ammissibili, nel caso di medie imprese;

b) nel caso in cui il proponente il progetto scelga l’applicazione del regime de minimis il contributo verrà concesso nella misura minima del 35% e nella misura massima del 40% dei costi ritenuti ammissibili.
’importo massimo del contributo concedibile, qualunque sia il regime di aiuto prescelto non potrà comunque eccedere la somma complessiva di € 200.000,00.


Presentazione domanda

La trasmissione delle domande di contributo dovrà essere effettuata esclusivamente per via telematica, tramite l’applicazione web Sfinge 2020, dalle ore 10.00 del giorno 10/01/2017 alle ore 17.00 del giorno 28/02/2017.  Ai fini della verifica del rispetto del termine di presentazione della domanda farà fede la data d’invio registrata dall’applicativo web Sfinge 2020

La procedura di selezione dei progetti proposti sarà di tipo valutativo a graduatoria


Informazioni

Per informazioni potete contattare Marco Pignatti: consulente credito Lapam Confartigianato – 059 893 111

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    News correlate

    Share This