Torna all'elenco

Ambulanti: Regione Emilia Romagna ha emanato il provvedimento per il rinnovo delle concessioni

Come anticipato in questo articolo, Regione Emilia Romagna ha emanato la delibera (n.1835/2020 in allegato ndr.) con le modalità per il rinnovo delle concessioni di suolo pubblico.

In particolare il procedimento di rinnovo è avviato d’ufficio dal Comune sede delle aree pubbliche oggetto di concessione. L’avvio del procedimento è comunicato al soggetto in favore del quale vanno rinnovate le concessioni, vale a dire il titolare dell’azienda, sia che la conduca direttamente sia che l’abbia conferita in gestione temporanea. La comunicazione dell’avvio del procedimento è fatta in forma individuale o, qualora se ne ravvisi l’opportunità, anche in considerazione delle particolari esigenze di celerità del procedimento, mediante pubblicazione all’albo pretorio e sul sito istituzionale del Comune di un avviso pubblico.

Cosa deve fare il commerciante

Al titolare è richiesta la comunicazione degli elementi necessari allo svolgimento delle prescritte verifiche da parte del Comune, tra cui la ragione sociale o la denominazione sociale dell’impresa, il numero di P.IVA e di codice fiscale, gli estremi dei titoli abilitativi da rinnovare a suo favore, la Camera di Commercio presso la quale è iscritto quale impresa attiva nella tipologia di attività per cui è stata rilasciata la concessione oggetto di rinnovo.
Ove richiesti, anche i requisiti professionali rientrano tra gli elementi necessari al Comune per l’espletamento delle prescritte verifiche e quindi, qualora non siano reperibili dai dati già in suo possesso, da comunicarsi a cura del titolare dell’azienda.

Nel caso di posteggi per l’esercizio del commercio su aree pubbliche, il titolare dell’azienda è tenuto anche ad indicare le concessioni di cui chiede il rinnovo, qualora sia titolare nello stesso mercato o nella stessa fiera, di un numero di concessioni di posteggio maggiore di quello stabilito al punto 12 delle linee guida e all’art. 2, comma 2, della L.R. n. 12/1999. Dette disposizioni prevedono, infatti, che lo stesso soggetto giuridico non possa essere titolare o possessore di più di due concessioni nell’ambito del medesimo settore merceologico alimentare e non alimentare nel caso di aree mercatali con un numero complessivo di posteggi fino a 100, ovvero di tre concessioni nel caso di aree con numero di posteggi superiore a 100.

I termini del procedimento sono stabiliti dal Comune, fermo restando che:

– il procedimento deve essere avviato entro il 31 dicembre 2020;
– la comunicazione degli elementi necessari allo svolgimento delle prescritte verifiche da parte del Comune deve essere prodotta nei termini da questo previsti, comunque non inferiori a 30 giorni;
– in attuazione del punto 14 delle linee guida, la Regione ha previsto il differimento del termine massimo per il rilascio delle concessioni rinnovate al 30 giugno 2021, consentendo, altresì, agli operatori economici di proseguire l’attività nelle more della conclusione dei procedimenti stessi.

I requisiti utili

Il rinnovo delle concessioni è subordinato alla verifica della sussistenza, alla data del 31 dicembre 2020, dei requisiti di onorabilità e professionalità prescritti, nonché dell’iscrizione ai registri camerali quale ditta attiva per la tipologia di attività per cui è stata rilasciata la concessione oggetto di rinnovo. 

Per maggiori informazioni

Per maggiori informazioni è possibile contattare la Segreteria Sindacale Licom Lapam mediante i seguenti recapiti : 059/893111 – contattaci@lapam.eu

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This