Torna all'elenco

«Contraffazione, è allarme per cosmetici e abbigliamento»

1 Ottobre 2014

La Multinazionale del ‘falso’ fattura 200 miliardi l’anno in tutto il mondo. La contraffazione è un ‘affare’ di dimensioni globali che in Italia ‘vale’ 6.924 milioni, pari allo 0,45% del Pil, la provincia di Modena è al dodicesimo posto in questa classifica. Il nostro Paese è il primo in Europa per quantità di merce sequestrata: tra il 2008 e il 2013 si sono registrati 99.748 sequestri per 334,5 milioni di pezzi contraffatti del valore complessivo di 3.789 milioni.A rivelare le dimensioni del fenomeno è un rapporto di Confartigianato Lapam, che si concentra sulla contraffazione di merci nell’artigianato (escludendo in questo l’agroalimentare).

«La contraffazione – sostiene il presidente generale Lapam Modena, Erio Luigi Munari — è un business colossale e globalizzato che gira a pieno regime ed è tra le cause della crisi delle piccole imprese manifatturiere made in Italy».
il rapporto di Confartigianato Lapam, infatti, i settori più esposti alla contraffazione sono quelli del tessile, abbigliamento, calzature, occhialeria, cosmetici, giocattoli che rappresentano l’89,2% dei valore delle merci sequestrate tra il 2008 e il 2013. E proprio in questi settori di punta del made in Italy negli ultimi 5 anni le imprese artigiane sono state decimate, con una perdita di 7.052 aziende, pari ad un calo del 9,9%.

mercato del falso minaccia tutte le regioni: in Emilia Romagna su 30.303 aziende del comparto manifatturiero 5.740 sono esposte a contraffazione collocando l’Emilia Romagna al settimo posto di questa preoccupante classifica nazionale. Modena in particolare, con il suo distretto tessile, è al dodicesimo posto nella classifica delle province italiane con imprese esposte alla contraffazione, le piccole e medie imprese a rischio sono centinaia. 
 

La rilevazione di Confartigianato Lapam mostra che la Cina guida la classifica dei Paesi di provenienza di merce contraffatta con una quota del 66,1% dei prodotti sequestrati dalle autorità italiane. A livello regionale, il valore di merci contraffatte sequestrate tra il 2008 e il 2013 è pari a 146 milioni di euro. «Un fenomeno criminale di dimensioni globali come la contraffazione – avverte Erio Luigi Munari – va combattuto con armi globali. Serve un’azione congiunta di tutti i livelli di Governo, in Italia, in Europa e a livello internazionale».

il Resto del Carlino MODENA mer, 1 ottobre 2014

Allegati

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This