Torna all'elenco

Contributi a favore dell’imprenditorialità giovanile e femminile

Un decreto del MISE, pubblicato in Gazzetta ufficiale (in allegato), ridefinisce la disciplina relativa alla nuova imprenditorialità femminile e giovanile.

La finalità è di contribuire a sostenere la creazione di micro e piccole imprese a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile, garantendo migliori condizioni di accesso al credito sotto forma di finanziamento agevolato e attraverso la concessione di contributi a fondo perduto. I programmi di investimento dovranno poi essere realizzati entro 24 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento con il soggetto gestore.

Vediamo insieme i dettagli.

Obiettivi

Sono agevolabili programmi di investimento volti alla:

  • realizzazione di nuove iniziative imprenditoriali;
  • realizzazione di nuove unità produttive ovvero al consolidamento ed allo sviluppo di attività esistenti attraverso l’ampliamento dell’attività, la diversificazione della produzione mediante prodotti nuovi aggiuntivi o la trasformazione radicale del processo produttivo.

Destinatari

  • Micro e piccole imprese costituite da non più di sessanta mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione, in forma societaria, nelle quali la compagine societaria sia composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i 18 ed i 35 anni ovvero da donne.
  • Persone fisiche che intendono costituire un’impresa: in caso di ammissione alle agevolazioni devono dimostrare l’avvenuta costituzione dell’impresa e il possesso dei requisiti richiesti.

Pagamenti ammissibili

Programmi di investimento realizzabili su tutto il territorio nazionale, nei seguenti settori:

  • produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli, ivi inclusi quelli afferenti all’innovazione sociale;
  • fornitura di servizi alle imprese e/o alle persone;
  • commercio di beni e servizi;
  • turismo, ivi incluse le attività turistico-culturali per la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, incluse le attività volte al miglioramento dei servizi per la ricettività e l’accoglienza.

La durata dei progetti non deve superare i 24 mesi dalla data di sottoscrizione del contratto (prorogabili a richiesta). Devono essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di sostegno o della costituzione della nuova società.

Spese ammissibili

Imprese costituite da meno di 36 mesi

È ammesso l’acquisto dei seguenti beni materiali e immateriali e servizi:

  • opere murarie e assimilate, nel limite del 30% dell’investimento ammissibile;
  • macchinari, impianti ed attrezzature varie nuovi di fabbrica, inclusi quelli necessari per l’erogazione di servizi tipo c.d. “sharing economy”;
  • programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC);
  • acquisto di brevetti o acquisizione di relative licenze d’uso;
  • consulenze specialistiche, nel limite del 5% dell’investimento ammissibile;
  • oneri connessi alla stipula del contratto di finanziamento agevolato e gli eventuali oneri connessi alla costituzione della società.

È possibile la copertura delle esigenze di capitale circolante (materie prime, servizi, godimento beni di terzi), fino al 20% dell’investimento, con finanziamento agevolato.

Valore massimo dell’investimento: 1.500,000 euro al netto di IVA.

Imprese costituite da più di 36 mesi

È ammesso l’acquisto delle seguenti immobilizzazioni materiali e immateriali:

  • acquisto dell’immobile sede dell’attività, fino al 40% dell’investimento complessivo ammissibile (solo per imprese operanti nel settore del turismo);
  • opere murarie e assimilate, fino al 30% dell’investimento;
  • macchinari, impianti ed attrezzature nuovi di fabbrica, ivi compresi quelli necessari per l’erogazione di servizi tipo “sharing economy”;
  • programmi informatici, brevetti, licenze e marchi.

Valore massimo dell’investimento: 3.000,000 euro al netto di IVA.

Agevolazione

Imprese costituite da meno di 36 mesi

Agevolazione fino al 90% della spesa ammissibile nella forma di:

  • finanziamento agevolato, a un tasso pari a zero della durata massima di dieci anni, con rate semestrali costanti posticipate;
  • contributo a fondo perduto, nei limiti del 20% delle sole spese per macchinari, impianti ed attrezzature, programmi informatici e servizi TIC, acquisto di brevetti o di licenze d’uso.

I finanziamenti di importo superiore a euro 250.000,00 devono essere assistititi da privilegio speciale. Sono inoltre erogati servizi di tutoraggio tecnico-gestionale, ai sensi e nei limiti del regolamento de minimis.

Imprese costituite da più di 36 mesi

Agevolazione fino al 90% della spesa ammissibile nella forma di:

  • finanziamento agevolato, a un tasso pari a zero della durata massima di dieci anni, con piano di ammortamento a rate semestrali costanti posticipate;
  • contributo a fondo perduto, nei limiti del 15% delle sole spese per macchinari, impianti ed attrezzature, programmi informatici, brevetti, licenze e marchi.

I finanziamenti di importo superiore a euro 250.000,00 devono essere assistititi da privilegio speciale e da ipoteca di primo grado nel caso di acquisto di immobile.

Procedura

Valutativa con procedimento a sportello.

Scadenza

Le domande possono essere presentate a partire dal giorno 19 maggio 2021.

Il bando sarà presentato con una videoconferenza gratuita il 6 maggio 2021.

Allegati

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This