Torna all'elenco

Elettricisti e Impiantisti – corsi di formazione e di aggiornamento PES/PAV/PEI

18 Settembre 2015

A seguito dell'entrata in vigore del Testo Unico sulla sicurezza, D. Lgs 81/2008 e s.m.i., diviene obbligatorio (art. 82), nel caso di lavori elettrici in tensione, riconoscere l’idoneità dei lavoratori secondo le indicazioni della pertinente normativa tecnica.
Per i lavori elettrici la normativa di riferimento è la norma CEI 11-27 che fornisce gli elementi essenziali per la formazione degli addetti ai lavori elettrici.

Tale norma prevede che il datore di lavoro attribuisca per iscritto il livello di qualifica ad operare sugli impianti elettrici; la norma CEI 11-27 stabilisce che per qualsiasi lavoro in cui sia presente il rischio elettrico è necessario che i lavoratori siano qualificati in relazione alla complessità della lavorazione da svolgere. I tipi di qualifica sono tre:

P.E.S. (persona esperta) – Persona con istruzione, conoscenza ed esperienza rilevanti tali da consentirle di analizzare i rischi e di evitare i pericoli che l' elettricità può creare. Può svolgere lavori fuori tensione ed in prossimità
P.A.V. (persona avvertita) – Persona adeguatamente avvisata da persone esperte per metterla in grado di evitare i pericoli che l elettricità può creare. Lavora solo se coordinato da un P.E.S.
P.E.I. (persona idonea) – Persona alla quale è stata riconosciuta l'idoneità tecnica ad eseguire specifici lavori sotto tensione su sistemi di categoria 0 e I (bassa tensione, 1000 volt in corrente alternata e 1.500 volt in corrente continua). Lavora sotto tensione.

Il lavoro sotto tensione è il lavoro elettrico eseguito su quadri, apparecchiature o comunque parti attive di impianti elettrici che sono sotto tensione (ovvero collegate, attive e nel loro normale funzionamento). Il lavoro fuori tensione è il lavoro eseguito su quadri, apparecchiature o parti di impianti elettrici normalmente in funzione a cui viene tolta tensione per l'esecuzione del lavoro. Il lavoro in prossimità è il lavoro elettrico eseguito entro una certa distanza dalle parti attive di una qualsiasi apparecchiatura elettrica in condizioni di normale funzionamento e quindi in tensione.

E' opportuno ricordare che l’art. 37 del D. Lgs. 81/08 prescrive l’obbligo per il datore di lavoro di formare ciascun lavoratore in materia di salute e sicurezza con riferimento ai rischi riferiti alle mansioni e ai possibili danni e alle conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristici del settore o comparto di appartenenza. Risulta quindi necessario formare tutto il personale addetto ai lavori elettrici con particolare riferimento al rischio elettrico e quindi alla norma CEI 11-27. Si ricorda che sono previste sanzioni per l’inadempimento degli obblighi di informazione, formazione e addestramento di cui all’articolo 82 del D. Lgs. 81/2008 (Testo Unico sulla Sicurezza).

Lapam Confartigianato organizza corsi per la formazione e per l'aggiornamento rivolti a tutti gli operatori che svolgono lavori con accesso a parti potenzialmente in tensione (elettricisti, manutentori, collaudatori, termoidraulici, etc…). Successivamente a questo percorso di formazione i partecipanti potranno essere qualificati come “persona avvertita (PAV)”, “persona esperta (PES)” e “idonea ai lavori elettrici in tensione (PEI)” ai sensi delle norme CEI 11-27 e CEI EN 50110-1 (CEI 11-48). 

Allegati

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate

    Share This