Torna all'elenco

«Il sindaco di Modena incontra le associazioni e commercianti»

24 Settembre 2014

«Il sindaco di Modena incontra le associazioni»
strategie per il rilancio del centro storico cittadino, a partire dalla pedonalizzazione di piazza Roma e dagli interventi strutturali in programma, passando per la regolamentazione dei permessi Ztl e concentrandosi sulla promozione del commercio e del turismo anche in vista di Expo 2015, sono gli argomenti che saranno al centro dell’incontro tra il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli e i rappresentanti di Rete Imprese Modena. Assieme al sindaco, parteciperanno all’incontro, sollecitato dai rappresentanti di Rete Imprese, e fissato per il giorno venerdì 10 ottobre gli assessori ai Lavori pubblici Gabriele Giacobazzi, alle Attività economiche e Promozione della città Tommaso Rotella, al Centro storico Ingrid Caporioni, alle Smart City Ludovica Carla Ferrari che fanno parte del gruppo di lavoro interno alla Giunta e all’Amministrazione comunale che sui questi temi si è formato da alcune settimane e che sta dialogando con diversi soggetti della città per raccogliere istanze e suggerimenti. Si tratta di un appuntamento piuttosto interessante e ricco di argomenti di discussione viste anche le ultime proposte avanzate sul tavolo del sindaco, come la pedonalizzazione della zona di via Farini. Su questo punto proprio le associazioni si erano dette scettiche non tanto per il progetto in sè, quanto piuttosto per l’importanza che questo può acquisire nell’ottica di una riqualificazione complessiva della zona che non può essere slegata da Piazza Roma e dagli interventi già previsti nella stessa fetta di centro storico.

Gazzetta di Modena 24 settembre 2014


 

«Traffico, mercato e rilancio dei negozi»
data è stata fissata, l’atteso incontro tra commercianti e Comune finalmente si terrà. E stavolta sul tavolo dovranno esserci risposte concrete su tempi e modi di rilancio del centro storico. «Al massimo entro fine mese vogliamo un appuntamento con il Comune per un confronto», l’ultimatum lanciato lunedì da Cna, Lapam, Confcommercio e Confesercenti. E nel giro di poche ore è arrivata la risposta positiva da piazza Grande. Il municipio apre sì le porte, ma solo il 10 ottobre.
slittamento che fa già storcere il naso ai commercianti. «Soddisfatti per l’appuntamento, decisamente meno per il giorno fissato», il commento a caldo di Silvia Manicardi, presidente Lapam-Licom e attuale portavoce di Rete Imprese. Punta il dito contro «i tempi del Comune, pachidermici rispetto a quelli velocissimi dell’economia. Ma intanto le attività vanno in crisi e chiudono».La dirigente immaginava che la riunione «si svolgesse la prossima settimana, e invece andiamo a ottobre inoltrato. Speriamo almeno che questo tempo serva all’amministrazione per prepararsi a dare tanto veloci quanto concrete risposte. Di parole ne abbiamo già sentite abbastanza. Non ci accontenteremo delle solite dichiarazioni d’intenti e vaghe promesse». Sono almeno sei i punti all’ordine del giorno. E sono tutti contenuti nella lettera inviata da Rete a Piazza Grande. In essa si chiede innanzitutto di chiarire gli orientamenti dell’amministrazione comunale «rispetto all’evoluzione della rete distributiva in città, con particolare riferimento ai nuovi insediamenti commerciali e alla riqualificazione dell’esistente da qui alla fine dell’attuale consiliatura». Al secondo punto vi è la «riqualificazione e il rilancio» del centro storico. In particolare, l’attenzione è puntata su «quali funzioni si intendono riportare» e «in quali contenitori». Il quarto argomento è il mercato coperto Albinelli: «Quale prospettiva ed evoluzione si può prospettare per rendere questa realtà sempre più importante?». Non poteva poi mancare la questione ‘traffico selvaggio’ che assedia fin dal primo mattino le vie, non risparmiando neppure quelle pedonalizzate. Rete chiede addirittura la «rivisitazione delle autorizzazioni Ztl per chi esercita l’attività in centro storico». In conclusione, le associazioni vogliono delucidazioni sul piano «di rafforzamento della promozione delle iniziative». La richiesta sarebbe quella di un portale che riunisce e pubblicizza tutti gli eventi. «Questi sono solo alcuni dei temi che vorremmo discutere ed approfondire», sottolinea Manicardi nella missiva. L’obiettivo è quello «di costruire un percorso partecipato e di condivisione sulle scelte strategiche che si andranno a fare nei prossimi mesi». 
possa bastare un solo incontro. A giudicare dalla ‘task force’ presente, l’impegno del Comune pare comunque esserci. Oltre al sindaco, all’appuntamento parteciperanno infatti gli assessori ai Lavori pubblici Gabriele Giacobazzi, alle Attività economiche e Promozione della città Tommaso Rotella, al Centro storico Ingrid Caporioni, alle Smart City Ludovica Carla Ferrari. Fanno tutti parte «del gruppo di lavoro interno alla giunta e all’amministrazione comunale che si è formato da alcune settimane — si sottolinea — sta dialogando con diversi soggetti della città per raccogliere istanze e suggerimenti». «Ma ora il tempo del rodaggio è finito – il monito finale di Rete Imprese — è venuto il tempo di azioni e provvedimenti concreti».

il Resto del Carlino MODENA mer, 24 set 2014

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This