Torna all'elenco

Regione Emilia Romagna lancia un bando per la transizione digitale delle imprese artigiane

Regione Emilia Romagna punta sulla trasformazione digitale delle imprese artigiane con un bando ad hoc che aprirà il prossimo 13 aprile dalla dotazione iniziale di 5,5 milioni di euro.
Obiettivo dichiarato: favorire la realizzazione di progetti innovativi per introdurre tecnologie digitali in impresa, accrescere l’efficienza dei processi produttivi, ridurre gli impatti ambientali delle produzioni e rafforzare il posizionamento delle piccole e medie imprese all’interno delle catene globali del valore.

A chi si rivolge

Il bando si rivolge alle imprese artigiane del settore manifatturiero (in altre parole a quelle della sezione C del Codice ATECO)  e alle imprese artigiane che, pur non appartenendo al settore manifatturiero, svolgono la propria attività all’interno di una determinata catena del valore, cui appartengono una o più imprese manifatturiere.

Per quali interventi è possibile fare domanda di contributo?

Come detto il bando premia la “transizione digitale” delle imprese artigiane, vengono quindi ammessi interventi per:

  • introduzione e/o implementazione di almeno una delle 9 tecnologie abilitanti previste dal piano nazionale impresa 4.0 (cioè Internet delle cose, Big data analytics, Integrazione orizzontale e verticale dei sistemi, Simulazioni virtuali, Robotica, Cloud computing, Realtà aumentata, Stampanti 3d, Cybersecurity);
  • adattamento e connettività degli impianti, attrezzature e sistemi esistenti ad almeno una delle tecnologie abilitanti previste dal piano nazionale impresa 4.0;
  • adozione di altre soluzioni tecnologiche digitali finalizzate all’ottimizzazione delle funzioni delle piattaforme e delle applicazioni digitali per la gestione dei rapporti tra i componenti, relative alla progettazione, esecuzione, logistica e manutenzione

A quanto ammonta il contributo

Il contributo a fondo perduto è del 40% della spesa ritenuta ammissibile, incrementata di cinque punti percentuali nel caso in cui ricorra una delle priorità previste nel bando. Il contributo complessivo concedibile, anche in presenza dei requisiti per ottenere l’applicazione delle premialità sopra indicate, non potrà comunque superare l’importo massimo di 40.000 euro.

Come ed entro quando presentare domanda

Le domande di contributo dovranno essere presentate dalle ore 10:00 del giorno 13 aprile 2021 alle ore 13:00 del giorno 30 aprile 2021. A partire dalle ore 10:00 del giorno 8 aprile 2021 l’applicativo Sfinge 2020 sarà aperto e disponibile al fine di consentire la sola compilazione delle domande all’interno del sistema. La Regione ammetterà 250 domande.

Il supporto del Digital Innovation Hub Lapam

Per verificare l’effettivo impatto dell’investimento sui processi produttivi e sulla propria filiera di appartenenza, Regione Emilia Romagna richiede l’affiancamento e il supporto all’impresa richiedente di un Digital Innovation Hub, di un PID (Punto Impresa Digitale) o di un Competence Center. Lapam, grazie al suo Digital Innovation Hub accreditato al Ministero dello Sviluppo Economico, può sostenere le imprese nella presentazione del progetto, per garantire la piena coerenza della proposta con gli obiettivi del bando.

Accedi al bando, compila il modulo

Per maggiori informazioni e per essere assistiti nella pratica di accesso al Bando di Regione Emilia Romagna sulla transizione digitale delle imprese artigiane, è sufficiente COMPILARE IL MODULO QUI SOTTO. Sarete ricontattati dai nostri colleghi del Digital Innovation Hub Lapam.

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate

    Share This