Torna all'elenco

Moda al futuro, sfilata conclusiva della 9° edizione

15 Maggio 2017

Moda al futuro, sfilata conclusiva della nona edizione 

Anche per il 2017 il progetto “Moda al Futuro”, promosso per il nono anno consecutivo da Lapam in collaborazione con l’Istituto Vallauri di Carpi, ha visto la sua conclusione, sabato 6 maggio nella cornice della sala dei Mori di Palazzo Pio in città, con la premiazione delle tre migliori creazioni.

Le studentesse della 5 B frequentanti il corso “Tecnico Abbigliamento e Moda” hanno presentato, nella splendida cornice di Sala Mori a Palazzo Pio, la sfilata delle loro creazioni, frutto dell’incontro tra scuola e imprese avvenuto durante il corrente anno scolastico, creazioni valide poi come tesina in vista della maturità. Il progetto, ormai consolidato, prevede momenti formativi a scuola e alcune settimane di stage in azienda durante il quale, affiancati da un tutor della stessa impresa, gli alunni hanno potuto dare sfogo allo loro fantasia creando da zero uno o più abiti portati in passarella grazie all’impegno e al sostegno di Lapam che da anni ha fatto del rapporto scuola-mondo del lavoro uno dei tratti caratteristici del suo impegno in città.

Tra gli obiettivi del progetto – ricorda Federico Poletti di Lapam Moda – il potenziamento e l'approfondimento di competenze relative all'indirizzo di studio proposto dall'istituto, nel quadro di una esperienza reale di contatto con il mondo delle imprese”. Allo stesso modo il corpo docente della scuola sottolinea “l'importanza del progetto per le alunne che, oltre ad ampliare il loro bagaglio di conoscenze tecniche, cominciano a sperimentare concretamente le regole e le dinamiche di un futuro contesto lavorativo.

È stato necessario un ex aequo per dare il primo premio della nona edizione di ‘Moda al futuro’, l’iniziativa che mette insieme il Vallauri e Lapam Confartigianato.

Il primo premio è andato a paro merito, come detto, a Kevin Ziosi (associato all’azienda Giovani idee) ed Eleonora Sacchetti (che ha lavorato con Maglificio LSM), i due hanno presentato rispettivamente il progetto ‘Be italian’ e ‘Marilyn Monroe’.
secondo posto Mariagrazia Mazza, insieme a Ventanni, sul tema ‘Russia’, mentre c’è stato un pari merito anche al terzo posto tra Chiara Bassoli (Blufin/Blumarine) e Sara Addesa (Daniela Dellavalle e Pretty Mode) rispettivamente con il tema ‘Techno connecting people’ e ‘La nouvelle Gabrielle’.
anche le menzioni speciali:
– il premio tecnica del modello e della confezione è andato a Martina Artioli (Giovani idee) con ‘Une promenade avec Lily’ e a Deborah Della Corte (Crea maglierie e Ricami NBM) con ‘In the box’;
– il premio effetto scenografico a Clarissa Coppola (Crea-sì) con ‘Miss robot’, Maria del Pilar Saavedra Fernandez (Maglificio LSM) con ‘La femme lumiere’ e ad Alice Parise (Liu Jo) con ‘The mask’;
– infine il premio giuria è andato a Enrica Panariello (Ribelle) con ‘Un segno indelebile sulla pelle’.

“Moda al futuro è una iniziativa ormai consolidata che conferma il nostro impegno insieme e per le scuole – ha spiegato il presidente di Lapam Moda, Roberto Guaitoli -. L’incontro tra mondo del lavoro e istituti scolastici è sempre più centrale e crediamo che queste iniziative possano dare impulso a questo scambio reciproco”.

Le aziende partecipanti al progetto che hanno accolto le alunne in stage sono Liu Jo, Daniela Dallavalle, Severi Silvio, Staff Jersey, Creazioni 2000, Fausta Tricot, Ribelle, Crea-Si, Blumarine, Anna Falck, Marinella Casali, Green Light, Twin-Set, Eccentrica, Antonella Razzoli, Cea Maglierie, Giovani Idee, Ventanni, Cristina Gavioli, Rosanna & Co.

 

 

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This